Infarto miocardico acuto

Di cosa si tratta

L'infarto miocardico acuto è la tipologia di infarto che si registra più spesso, popolarmente definito "attacco di cuore", è una delle patologie cardiache più frequenti. L'evento viene preceduto da un'ischemia acuta con una durata di circa 20 minuti, elemento che danneggia permanentemente il cuore. In Italia vi sono ogni anno più di 100mila persone colpite da infarto al miocardio e un quarto di queste non riescono a giungere in una struttura ospedaliera per essere curati, la maggioranza però, viene soccorsa in tempo e sopravvive. Per intervenire in modo efficace è necessario riconoscere i sintomi per permettere il tempestivo intervento dei medici. Secondo la localizzazione si distinguono due tipi di infarto: transmurale (riguarda l'intera parete ventricolare) e intramurale (riguarda solo la parete ventricolare interna).
Medici infartuato

Staminali mesenchimali e infarto miocardico acuto: sogno o realtà?: Studio della partecipazione di MSC umane ai processi riparativi conseguenti danno miocardico acuto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,97€


Come colpisce

Immagine torace cuore L'infarto miocardico acuto si manifesta in seguito ad un'ischemia, generalmente la causa più comune è la trombosi ed è la naturale reazione ad un processo aterosclerotico delle pareti vascolari. Quali sono i fattori che possono provocare l'infarto miocardico? Ci sono diverse cause che danno inizio al processo di aterosclerosi dei vasi, tra questi ci sono la familiarità, soprattutto per chi ha nella propria famiglia persone infartuate prima dei 50 anni, in quanto più gli anni avanzano più si è a rischio di infarto soprattutto per gli uomini, infatti il sesso maschile è più portato ad avere l'infarto miocardico acuto del sesso femminile. Conseguenze dell'infarto sono i battiti irregolari del cuore (aritmia) e insufficienza cardiaca data dal fatto che il cuore non riesce a pompare sufficiente sangue in circolo.

  • infarto L'infarto è, per definizione, la morte cellulare di una porzione di tessuto provocata dalla mancanza di irrorazione sanguigna. L'infarto miocardico è quello più comune, chiamato anche attacco cardiaco...
  • Le arterie coronarie del cuore L'infarto miocardico consiste nell'ostruzione di un'arteria coronaria, a causa di un trombo, che determina il blocco dell'afflusso sanguigno verso una parte del cuore. Come conseguenza la parte può an...
  • Anatomia del cuore umano Il miocardio rappresenta la maggior parte della massa del cuore ed è formato all'incirca dal 70% da tessuto muscolare e dal 30% da tessuto connettivo e vasi sanguigni. L'1% del miocardio è costituito ...
  • Il Dr. Dawber, direttore dello Studio di Framingham dal 1949 al 1966 Lo Studio di Framingham è una ricerca sulle malattie cardiovascolari (CDV), iniziata nel 1948 negli Stati Uniti a Framingham nel Massachussets. All’epoca la mortalità per CDV era alta e in costante au...

Microlife AFIB EASY Misuratore di Pressione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 66,79€


Principali cause

Cuore corpo umano Le principali cause dell'infarto miocardico acuto sono: l'aumento dei trigliceridi, del colesterolo LDL e la diminuzione del colesterolo HDL nel sangue; la pressione sanguigna alta (ipertensione) che favorisce l'aterosclerosi, il diabete mellito, l'obesità, il fumo che ostruisce i vasi sanguigni, la glicemia sopra i valori normali che aumenta la capacità coagulativa con il rischio di trombosi. Altri fattori che contribuiscono ad aumentare i rischi di infarto miocardico sono l'iperfibrinogenenemia, la presenza di anticorpi antifosfolipidi, la vita sedentaria priva di sport e di movimento adeguato all'età e la condizione fisica, stress e continua tensione che affatica la mente e il cuore. Cambiare stile di vita e seguire una corretta alimentazione è un ottimo modo per prevenire l'attacco di cuore.


Infarto miocardico acuto: Sintomi

Cardiologa cura cuore L'infarto miocardico acuto presenta dei sintomi e dei segni che permettono a chi li conosce di soccorrere tempestivamente il soggetto colpito evitando il peggio. Ecco quali sono: forte e improvviso dolore al torace che ricorda il dolore dell'angina pectoris, il dolore non varia di intensità e si abbina ad una sensazione di oppressione a livello toracico. Il soggetto colpito da infarto spesso lamenta un forte bruciore al petto ed ha episodi di vomito o forte nausea, il sudore freddo è un ulteriore segno che si abbina all'agitazione del paziente che potrebbe sentire giungere la perdita di conoscenza causata dalla limitata affluenza del sangue al cervello. Il cuore ha battiti accelerati nel tentativo di supplire alla parte danneggiata. Il dolore si diffonde a spalla e braccio sinistro.



COMMENTI SULL' ARTICOLO