Legamento crociato posteriore

Le cause della rottura del legamento crociato posteriore

Il legamento crociato posteriore collega il femore alla tibia, insieme ad altri legamenti. Tra tutti è il più resistente e non si rompe troppo spesso. Quando però succede il paziente ha problemi a decelerare quando corre, a scendere le scale o a camminare in pendenza e nelle torsioni della gamba. Generalmente la lesione del legamento è provocata da un violento impatto, sovente come trauma durante lo sport. Di solito avviene quando un oggetto duro colpisce il ginocchio piegato. Esempi tipici sono l'impatto contro il cruscotto in un incidente in auto, il calciatore o rugbista che cade sul ginocchio flesso o sbatte contro un avversario. La lesione viene valutata tramite radiografia e spesso anche con risonanza magnetica. Di solito la lesione isolata del legamento tende a risolversi spontaneamente con il tempo.
Ginocchio e crociato posteriore

Aider Tipo Di Tutore Ginocchio 5 - Per Injury(Pcl) Del Legamento Crociato Posteriore, (A Sinistra)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 66,14€


La diagnosi e i tre gradi di lesione del legamento

Radiografia di crociato posteriore La diagnosi precoce della rottura del legamento crociato posteriore è importante per cercare di lasciarlo guarire in una posizione ben stabile invece che in posizione non funzionale o allungata. La risonanza magnetica serve a valutare le lesioni acute ma non è tanto utile in caso di lesione cronica perché può mostrare un legamento sano che però non è funzionale in quanto guarito in posizione anomala e perciò è allungato. Per la diagnosi della rottura il medico visita il paziente controllando la traslazione posteriore del ginocchio. Le lesioni del crociato posteriore si dividono in tre gradi:- il 1° grado indica una lesione parziale e ridotta;- il 2° grado indica la lesione completa;- nel 3° grado si ha la lesione completa con legamento non funzionale.Le lesioni dei primi due tipi non richiedono intervento chirurgico e si curano con un tutore.

  • RX frattura da stress La differenza esistente in una frattura da stress da una frattura normale, è l'assenza di trauma violento che produce la rottura dell'arto. La frattura da stress viene chiamata anche "frattura da dura...
  • Attacco di ernia discale lombare La comparsa di un dolore piuttosto persistente che parte dalla schiena, che si prolunga fino alla parte inferiore della gamba riducendone i movimenti e la possibiltà di sollevare pesi, causa forte fit...
  • Diversi organi del torace Il dolore intercostale sinistro viene avvertito in un'area compresa tra la linea del collo e quella dell'ombelico. Quando è localizzato proprio in corrispondenza del cuore il soggetto viene subito ass...
  • Anatomia del ginocchio normale Lo strabismo rotuleo è una dolorosa sindrome provocata da uno scorretto scorrimento della rotula nella troclea del femore. Nella maggior parte dei casi si assiste ad una deviazione della rotula verso ...

OTENGD Imbracatura di Supporto per Le Gambe Posteriori Riabilitazione del legamento crociato Il Portatile Aiuta con la Perdita di stabilità causata da lesioni articolari

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,14€


La terapia con il tutore e l'intervento chirurgico di ricostruzione

I legamenti crociati del ginocchio Il crociato posteriore con lesione di 1° e 2° grado grazie al tutore che lo mantiene in una posizione funzionale e alla riabilitazione del muscolo quadricipite tornerà in perfetta forma. La rottura completa del legamento con traslazione posteriore della tibia sul femore superiore agli 8 mm rendono necessaria la ricostruzione chirurgica. L'intervento è eseguito nei pazienti più giovani per restituire la piena funzionalità al ginocchio e per ridurre i rischi di artrosi futura. Nei soggetti con età compresa tra 35 e 45 anni l'operazione è effettuata solo se si tratta di atleti agonisti o se le condizioni del legamento impediscono anche le normali attività quotidiane. Nello sportivo di alto livello l'intervento viene effettuato il prima possibile, appena l'articolazione avrà ripreso la mobilità completa, in flessione ed estensione, evitando che la lesione diventi cronica.


Legamento crociato posteriore: La tecnica dell'intervento ricostruttivo del crociato posteriore

Fasi di intervento di ricostruzione La tecnica dell'intervento di ricostruzione chirurgica del legamento crociato posteriore consiste in un trapianto di tessuto tendineo prelevato dal quadricipite, dai flessori o dalla rotula dello stesso paziente o, in alcuni casi, di un donatore di organi, per evitare ulteriori danni al paziente. L'operazione si svolge in artroscopia, con minuscoli fori nella pelle, telecamere e microstrumenti, e consente un rapido recupero della funzionalità dell'arto inferiore. L'intervento permette al paziente di flettere il ginocchio da 0° a 90° in posizione prona fin dal primo giorno. Per circa 6 mesi occorre che sia indossato un tutore per diminuire lo stress della gravità sulla parte posteriore del ginocchio. Il paziente può iniziare un carico parziale con stampelle, dopo un mese e mezzo dalla ricostruzione. L'attività agonistica sarà ripresa dopo 6-10 mesi.



COMMENTI SULL' ARTICOLO