Fibre

Le fibre: cosa sono

Le fibre sono degli elementi di natura chimica, chiamati polisaccaridi e presenti in alcuni tipi di alimenti. Hanno una natura vegetale e la loro presenza è importante per l'organismo perché il nostro corpo non può digerirle nello stomaco e quindi, durante la digestione, vengono fatte transitare nell'intestino. Qui, le fibre vengono fermentate dalla flora batterica presente, detta anche microbiota. La loro presenza, aiuta a mantenere la regolarità intestinale e fa in modo di aiutare la corretta digestione degli alimenti. Esistono due tipi di fibre: quelle solubili e quelle insolubili. Le prime, una volta unite all'acqua formano una sostanza gelatinosa che aiuta a diminuire il senso di fame e, inoltre, va ad assorbire parte dei nutrienti presenti nell'intestino. Le fibre insolubili, invece, riescono a trattenere molta acqua, aiutando la formazione e la mobilità delle feci.
Le fibre aiutano la digestione

Equilibra - 13 Erbe con Fibra, 100 Compresse

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,95€


Dove si trovano

Le principali fonti di fibre<p /> Le fibre insolubili consistono in cellulosa e lignina, che sono sostanze presenti soprattutto in alimenti come la crusca di grano, mandorle, farina di frumento e castagne.

Sono di grande aiuto nei casi di stipsi e diverticolosi.

Le fibre solubili, invece, sono proprie dei legumi come lenticchie, fagioli e ceci, nelle cipolle, nei carciofi e nella frutta come kiwi e prugne. Grazie alla loro caratteristica di richiamare nutrienti dalle pareti instestinali, sono particolarmente impiegate durante trattamenti dimagranti, in caso di iperlipidemia o nella cura del diabete. Alcune di queste fibre solubili mostrano anche un potere prebiotico, ossia favoriscono lo sviluppo dei batteri "buoni" che vanno a popolare il microbiota intestinale.

Recenti studi mostrano come l'assunzione quotidiana di fibra alimentare aiuta la prevenzione del tumore al colon e, in generale, diminuisce lo sviluppo di cancro dell'intestino.

  • rieducazione alimentare Per la salute dell'organismo l'alimentazione svolge una funzione primaria, da essa insomma sono tratte le varie capacità nutrizionali in grado di mantenere sempre al meglio il processo vitale. L'intop...
  • Alimenti ricchi di fibre Le fibre alimentari sono una componente molto importante della dieta quotidiana perchè favoriscono il benessere equilibrando l'attività intestinale. Si trovano in tutti i cibi vegetali, in quantità va...
  • Emorroidi e alimentazione Parlando di emorroidi alimentazione è di primaria importanza evitare di mangiare cibi che favoriscono la stitichezza, o che possono sottoporre l'intestino a qualsiasi tipo di stress, perché questo pot...
  • addominali uomo Oggigiorno la moda impone una fisicità asciutta, tonica, longilinea e soda. Molte persone con problemi di obesità e di adipe in eccesso seguono ritmi di diete frenetici e praticano numerosissimi sport...

Equilibra - Psyllium Fibra-Gel, 20 Bustine

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,55€


Dosi giornaliere

E' consigliabile non eccedere nelle dosi<p /> Nonostante abbiano un ruolo così importante, le fibre devono essere assunte in dosi moderate. Se il soggetto non è abituato al loro consumo, occorre cominciare con delle dosi molto basse che poi vengono aumentate gradatamente. Questo per evitare fenomeni di meteorismo e gonfiore addominale che un consumo eccessivo può portare.

Di norma, la dose giornaliera consigliata va dai 30 ai 40 grammi, con un rapporto tra fibra insolubile/solubile di 3:1. Si preferisce assumere la fibra direttamente da fonte alimentare, evitando di prendere un integratore, ove non sia necessario.

Eccessivi dosaggi sono sconsigliati anche perché possono portare a malassorimento di alcuni importanti fattori come per esempio il ferro, il calcio o lo zinco.

L'assunzione delle fibre deve essere contemporanea a quella dell'acqua, fondamentale a livello intestinale per il pieno svolgimento delle sue funzioni.


Fibre: Problemi legati a eccessi di fibre

crampi stomaco Gli effetti indesiderati dovuti a un eccessivo consumo di fibre possono essere molti. Principalmente possono verificarsi dei problemi dell'apparato gastro-intestinale con gonfiore, meteorismo, flatulenza, soprattutto qualora si soffra di sindrome del colon irritabile.

Se assunte in presenza di particolari patologie come la colite ulcerosa, si può avere una ulteriore infiammazione della parete intestinale.

Inoltre, essendo responsabili dell'assorbimento di alcuni minerali, come il calcio, devono essere assunte con cautela nei casi di osteoporosi.

In caso di diarrea, bisogna evitare l'assunzione delle fibre insolubili che per le loro proprietà, accelerano il transito della massa fecale e dell'infiammazione, peggiorando il problema.

Le fibre, inoltre, non andrebbero mai assunte in contemporanea con i farmaci perché potrebbero alterare l'assorbimento dei loro principi attivi.



COMMENTI SULL' ARTICOLO