Tiamina

Tiamina, funzioni ed alimenti che la contengono

La tiamina è la vitamina B1, appartenente al gruppo delle vitamine idrosolubili. Essa è parte dell'enzima tiamina-pirofosfato (o difosfato), fondamentale per la salute della cellula nervosa (per questo chiamata anche aneurina), per produrre energia e per il metabolismo degli zuccheri. Tra le altre funzioni ci sono: il mantenimento dell'integrità delle membrane, del cuore e dei muscoli ed è importante per la crescita. Inoltre è coinvolta nel metabolismo degli amminoacidi. La vitamina si può trovare in vari tipi di cibi, animali e vegetali, soprattutto nei cereali integrali, nella carne di maiale, nel fegato di vitello, nei legumi, nel lievito di birra e in salumi come prosciutto e bresaola. È molto sensibile al calore ed all'acidità, che la distruggono. Il bicarbonato di sodio contrasta la sua assimilazione, come anche altri carbonati e citrati, contenuti in prodotti confezionati, mentre si mantiene integra nei surgelati.
Struttura tridimensionale della tiamina

Vitamina B1 100mg /100 tavolette

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,16€


In quali casi è necessario un integratore di vitamina B1

Cereali ricchi di tiamina Normalmente un'alimentazione variata e bilanciata, con metodi di preparazione dei cibi adeguati, rende superflua l'integrazione di tiamina. Non sempre però la dieta può essere perfetta, la cottura può essere eccessiva e vari fattori possono ridurre la biodisponibilità della vitamina. Inoltre alcune condizioni, come l'intensa pratica sportiva, possono determinare un aumentato fabbisogno del nutriente. Il consumo di alcolici ed il fumo ne riducono l'assorbimento. In questi casi un integratore di vitamina B1 si rivela molto utile. Tradizionali integratori della sostanza sono il lievito di birra ed il germe di grano. Il primo apporta anche le altre vitamine del complesso B ed è disponibile in compresse o in polvere. Il secondo si presenta in forma di fiocchetti bianchi ed entrambi possono essere aggiunti ad altri alimenti.

  • salute e alimentazione Nel nostro organismo è importante apportare tutte le sostanze necessarie al fine del suo corretto funzionamento. Ciò quindi fa ben capire come seguendo una dieta ben equilibrata e soprattutto sana sia...
  • alimenti lisina La lisina, propriamente detta L-lisina, è un aminoacido estremamente importante per il corretto funzionamento dell’organismo umano. Va obbligatoriamente introdotta mediante l’alimentazione, poiché il ...
  • olio di fegato di merluzzo in capsule L’olio di fegato di merluzzo viene ricavato dal fegato del merluzzo ed è un olio giallognolo dal sapore alquanto disgustoso. Dopo una raffinazione, l’olio direttamente ricavato dal fegato del merluz...
  • arancia Le vitamine sono nutrienti fondamentali per lo sviluppo e la salute di ciascun essere umano. Il termine “vitamina” significa propriamente “ammine per la vita” cioè nasce dalla costatazione che sono nu...

Lindens vitamina B1 tiamina 2-PACCO 200 Compresse B 1 B-1 tiamina qualità naturale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,54€


Quando e come assumere gli integratori di tiamina

alimenti contenenti vitamina B1 Sul mercato è possibile trovare numerosi prodotti a base di vitamina B1, di solito in capsule o in compresse. Devono essere assunte ai pasti principali (durante oppure al termine) e deglutite con un bicchiere d'acqua. A dosi piccole o moderate non è necessaria la supervisione medica ma in caso di assunzione di dosi elevate o per periodi di tempo prolungati è bene richiedere il parere del proprio medico. Lo stesso vale in caso di gravidanza e patologie epatiche o renali. Comunque la sostanza non è tossica nemmeno a dosaggi consistenti e l'eccesso viene prontamente eliminato attraverso le urine, essendo idrosolubile. Il fabbisogno di tiamina può variare in base alle condizioni dell'organismo, all'età, all'attività fisica ed al quantitativo di calorie e soprattutto di carboidrati introdotti. La media negli adulti è in genere di 1-1,2 mg al giorno.


L'importanza della vitamina B1

Un integratore di vitamina B1 in compresse La tiamina trova grande utilità nella terapia di alcune malattie di cuore. La scarsità di questo nutriente può infatti favorire gli attacchi cardiaci. La vitamina B1 è utilizzata nella terapia di alcune anemie, poiché la sua carenza provoca un malassorbimento del ferro. È indicata negli stati depressivi, nei deficit di attenzione e memoria ed in patologie come il morbo di Alzheimer, dal momento che è coinvolta nella sintesi di acetilcolina nel cervello. La vitamina svolge infatti un ruolo importante nelle reazioni neurochimiche ed è inoltre studiata nelle ricerche sul cancro perché coinvolta nella produzione di precursori degli acidi nucleici. La sostanza è impiegata nella terapia dell'Herpes zoster e nell'ipertiroidismo, probabilmente perché rientra nella sintesi degli ormoni della ghiandola tiroide. È usata nelle carenze indotte da malassorbimento intestinale ed alcolismo, diarrea, ustioni, cirrosi epatica ed infezioni.




COMMENTI SULL' ARTICOLO