separazione giudiziale

Matrimonio e separazione

Non sempre una coppia innamorata dopo il matrimonio riesce a portare avanti i doveri di quest'unione. Sono diverse le motivazioni che contribuiscono al fallimento di un matrimonio, ma prima di poter raggiungere il divorzio, la legge italiana impone un periodo di separazione durante il quale i due coniugi hanno modo di riflettere sulle conseguenze della fine del matrimonio. C'è una sorta di periodo di riflessione in cui si invita la coppia in procinto di divorziare di poter ripensare a ciò che sta mettendo in atto. E' chiaro che se due persone decidano di separarsi significa che hanno avuto già modo di riflettere a lungo sull'intera vicenda, arrivando quindi a tale conclusione. Essendo però il nostro Paese molto cattolico, c'è sempre la speranza che alla fine il sacro valore del matrimonio non venga spezzato. Probabilmente il problema comune è che molte coppie non riescono più ad avere la pazienza di un tempo e quindi pensano subito a separarsi al primo ostacolo.
Matrimonio e separazione<p />

La separazione non giudiziale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 56,8€


Separazione giudiziale

Separazione giudizialeQuando c'è il comune accordo di lasciar terminare il matrimonio, si parla solitamente di separazione consensuale, mentre cosa avviene con la separazione giudiziale? Se nel primo caso i due coniugi sono d'accordo nel richiedere al tribunale la separazione, ma soprattutto su come continuare l'educazione dei figli, sull'assegnazione della casa e su tutte le altre questioni patrimoniali ed economiche, con la separazione giudiziale non sarà così. In questo caso è uno dei due coniugi che chiede la separazione in contrasto con l'altro. Nonostante quest'ultimo non sia d'accordo sulla fine del matrimonio, c'è necessità di recarsi davanti ad un giudice per capire le ragioni che hanno spinto l'altro coniuge ad affidarsi alla separazione giudiziale. Qui il giudice dovrà acoltare bene le motivazioni che spingono uno dei due coniugi a porre fine al matrimonio e, proprio sulle cause, vi sono delle novità rispetto al passato, che significa questo? Con il vecchio testo dell'articolo 151 del Codice Civile riguardante la separazione giudiziale, questa poteva essere ottenuta solo attraverso cause piuttosto serie come l'adulterio, la violenza sessuale, l'abbandono volontario, la condanna per alcuni reati, ingiurie gravi e minacce. Ora però sono state inserite anche altre motivazioni che sono tanto importanti quanto quelle appena elencate.

  • Il rapporto d amore Un rapporto d'amore può avere mille sfaccettature, non c'è insomma un manuale di guida che identifichi quello perfetto, ognuno è speciale per determinati aspetti, ma non per questo deve essere conside...
  • La seduzione In campo amoroso svolge un ruolo di primo piano la seduzione, un termine utilizzato spesso pensando alla sfera prettamente sessuale, ma non è così. Sicuramente esistono uomini e donne che hanno come u...
  • L amore di coppia Quando due persone si amano sentono l'esigenza di viversi completamente, di non poter stare l'uno senza l'altra. C'è un insieme di attrazioni che portano i due individui ad essere totalmente uniti. No...
  • Abbigliamento intimo Nell'immaginario comune l'intimo ha sempre costituito un'arma in più per poter sedurre l'altra persona. Sono però principalmente le donne che scelgono nei minimi particolari il capo d'abbigliamento in...

Profili processuali della separazione personale dei coniugi. Il procedimento di separazione giudiziale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17€


Motivazioni della separazione giudiziale

Un coniuge ha il diritto di richiedere la separazione giudiziale anche quando la convivenza sia praticamente diventata assolutamente intollerabile, tanto da pregiudicare anche la corretta educazione dei propri figli. In poche parole se si violano alcuni doveri del matrimonio oppure l'incompatibilità caratteriale diventa insostenibile, si può richiedere la separazione giudiziale. C'è da dire che quando c'è di mezzo la prole quest'ultima deve essere preservata dall'incompantibilità caratteriale dei genitori e se ciò non risulta possibile, per il suo bene il giudice accetterà la richiesta di separazione. Chiaramente oltre all'incompatibilità caratteriale si fa riferimento anche al termine dell'amore, può capitare che uno dei due coniugi non sia più innamorato dell'altro, quindi a tal punto può essere ottenuta anche la separazione giudiziale. E' bene inoltre sapere come sia possibile richiedere davanti al giudice anche l'addebito della separazione.


Addebito della separazione

Cosa si intende? C'è in poche parole l'accertamento che effettivamente sia avvenuta una violazione degli obblighi del matrimonio da parte di uno dei due coniugi e che, proprio a causa di tale mancanza, sia poi cessato il rapporto d'amore. L'addebito della separazione ha un ruolo importante all'interno della separazione giudiziale in quanto il coniuge, che è stato ritenuto la causa scatenante del fallimento del matrimonio, non avrà diritto all'assegno di mantenimento e soprattutto perde gran parte dei diritti successori. Quest'ultimo potrà solo ricevere il diritto agli alimenti. Sarà ovviamente il giudice, attraverso le varie depisiozioni degli avvocati, a decreterare effettivamente l'addebito della separazione al coniuge accusato di aver rovinato il matrimonio. Per ottenere la separazione giudiziale è indispensbile recarsi al Tribunale appartenente al luogo della propria residenza, qui verrà esposta la domanda di separazione e poi il giudice fisserà la data della prima udienza. Soprattuto durante la fase iniziale il giudice ha il compito di far riflettere bene i due coniugi, capire effettivamente se questa separazione giudiziale s'ha da fare oppure se ci siano dei ripensamenti. Capita raramente che, principalmente il coniuge che abbia chiesto tale separazione, possa rinunciare al diritto di separazione. In tutta la fase del processo si cercherà di risolvere temporaneamente la questione dei figli, qualora ce ne fossero, per salvaguardare la loro educazione, per poi giungere ad una soluzione finale quando ci sarà l'ultima udienza della separazione giudiziale. Prima di arrivare al classico divorzio può poi capitare che tutto cada in disuso se la coppia abbia deciso di proseguire il matrimonio. Si tratta di una situazione piuttosto insolita, ma mai dire mai nella vita. Queste sono le regole principali che sono alla base della separazione giudiziale.




COMMENTI SULL' ARTICOLO