Gengivite

La gengivite

La gengivite è l'infiammazione che coinvolge le gengive, ossia i tessuti che si trovano alla base del dente. I sintomi sono tra i più vari, anche se in genere l'esordio consiste nell'arrossamento delle gengive, che possono anche sanguinare durante il lavaggio dei denti, o gonfiarsi in modo evidente. Nella maggior parte dei soggetti la gengivite è particolarmente dolorosa, con evidente peggioramento dei sintomi in concomitanza dei pasti, ossia nel momento in cui le gengive vengono a contatto con agenti esterni. Il dolore può acuirsi in modo evidente anche durante lo spazzolamento delle gengive con un classico spazzolino, cosa che porta molti soggetti ad utilizzare setole sempre più morbide e delicate. In alcuni casi l'arrossamento e il dolore diminuisce nel caso in cui si utilizzino, oltre allo spazzolino, dei classici collutori per l'igiene orale.
Dolore dentale

Denti Bianchi - Polvere Sbiancante per Denti al Carbone Attivo con Cannella Biologica - Carbon Coco (Teeth Whitening) Combatte Gengivite, Alito Cattivo, Carie, Macchie, Placca di Sagano

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,95€


Cause della gengivite

Igiene orale Le cause che portano alla gengivite sono di vario genere, a partire quasi sempre da una scarsa o scorretta igiene orale. Tra le gengive infatti si annidano costantemente dei batteri, la cui quantità dipende dal cibo che si assume ma anche dalla regolarità della pulizia dentale. Se l'organismo ha un sistema immunitario compromesso, o la placca dentale aumenta in maniera incontrollata,i batteri cominciano ad attaccare il tessuto gengivale, che si infiamma in modo evidente. In alcuni casi la gengivite insorge a causa di micro traumi dei tessuti gengivali, causati da uno spazzolamento eccessivamente vigoroso, o da un intervento dentistico non propriamente professionale. In alcune persone la gengivite compare in particolari periodi della vita, ad esempio la pubertà o la gravidanza. La causa indiretta di queste gengiviti è l'aumento degli ormoni; tale patologia si può infatti manifestare anche in chi assume ormoni per via orale, per motivazioni mediche. Anche l'utilizzo di alcuni farmaci può favorire l'insorgenza della gengivite, come ad esempio i cortisonici, gli antiepilettici, gli antipertensivi e gli antidepressivi. Anche il fumo è da considerarsi un fattore di rischio.

  • Infezione generata piorrea Definita anche parodontite o malattia parodontale, la piorrea è una malattia subdola e fastidiosa che colpisce l'intero assetto del parodonto, l'apparato che sorregge i denti, costituito da osso alveo...
  • sorriso denti Il sorriso è la più bella espressione del volto umano. La si ottiene alzando leggermente gli angoli della bocca, inarcando le labbra e coinvolgendo anche gli occhi. La carica espressiva e comunicativa...
  • colluttorio diluito La parola colluttorio deriva dalla parola latina colluttus, participio passato di “colluere”, che significa lavare, sciacquare. E’ un liquido destinato a pulire la bocca, e ad effettuare tutta una ser...
  • sbiancamento Avere denti bianchi e sani è la prima regola per un sorriso bello e brillante. Il sorriso è uno strumento di comunicazione, una metodologia di seduzione, un dispositivo di bellezza. Per un sorriso abb...

MEJOY Denti Polvere Sbiancamento Carbone Attivato Polvere Naturale Sbiancare i Denti Charcoal Powder per Denti e Salute Efficace Contro Cattivo Respiro, Placca, Gengivite, Migliora la Salute Orale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,69€


Cura della gengivite

Corretta pulizia dentale La gengivite è una banale infiammazione totalmente reversibile. Nei casi in cui si interviene prontamente è spesso sufficiente utilizzare un collutorio durante l'igiene orale per far regredire visibilmente l'infiammazione, fino alla sua totale scomparsa. Nel caso in cui la patologia sia causata da traumi o da interventi del dentista che hanno portato a graffi o contusioni sulla fascia gengivale, può essere necessario utilizzare appositi farmaci in pasta, da stendere sulla parte dolente, in modo da curare l'infiammazione direttamente. Nella maggior parte dei soggetti l'instaurazione di una routine di pulizia dentale corretta, con uso dello spazzolino e del filo interdentale dopo ogni pasto, è sufficiente per far regredire la gengivite fino alla sua totale scomparsa. Ci sono però soggetti che manifestano tale patologia a causa di cattive abitudini, come il fumo, o di malattie e utilizzo di farmaci. In queste situazioni sarà necessario aumentare l'igiene orale ed eventualmente utilizzare appositi collutori antinfiammatori e antibatterici.


Gengivite: Complicazioni della gengivite non curata

Visita dentistica La gengivite è, di per sè, un disturbo di leggera entità, facilmente curabile. Se un soggetto affetto da gengivite non instaura nessun tipo di terapia la gengivite si può trasformare in patologie anche gravi, del tutto irreversibili senza una corretta terapia farmacologica o dentistica. L'infezione non curata alle gengive infatti si può trasferire anche all'intera sede di inserimento del dente, chiamata parodonto. Viene definita come parodontite l'infiammazione dell'osso che sostiene il dente, della gengiva, della zona che cementa il dente nella sua sede. La cronicizzazione della gengivite è un processo lento, che porta ad una serie di problemi: la gengiva prima si gonfia e duole, in seguito si ritrae e la parte appare molto arrossata. La parodontite può causare anche la perdita del dente, che cade in modo del tutto improvviso e si può allargare ad ampie zone della bocca. Chi soffre di questa patologia spesso non riesce a masticare nella zona colpita, ha problemi di alitosi e dolore costante. Solo l'intervento del dentista può risolvere queste problematiche.



COMMENTI SULL' ARTICOLO