Astigmatismo

Astigmatismo e curvatura della cornea

L'astigmatismo è una malattia dell'occhio che nasce dalla mancata uniformità della curvatura della cornea, che crea difficoltà nel vedere gli oggetti in modo nitido. La cornea è costituita da meridiani che segnano la diottria dell'occhio: per l'astigmatismo, i meridiani hanno diottrie diverse e il conseguente difetto della vista non si limita al vedere gli oggetti vicini o lontani ma si estende a tutto ciò che l'occhio vede, differentemente dalla miopia, dall'ipermetropia e dalla presbiopia. Da non dimenticare è l'esistenza del cosiddetto astigmatismo fisiologico, che appartiene a tutti i soggetti sani e consiste nella differenza di curvatura tra meridiani orizzontali e verticali. La caratteristica dell'astigmatico è che può accompagnarsi ad altri difetti della vista per cui può esistere, ad esempio, un astigmatismo miopico così come un astigmatismo ipermetropico e, in base al tipo di problema a cui si accompagna la correzione della vista, si potrà ricorrere a diversi rimedi.
Vista offuscata nell'astigmatismo

Occhiali Stenopeici modello Basalto - metodo Bates

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,99€


Astigmatismo ed eriditarietà

Occhio normale e occhio astigmatico Quando parliamo di astigmatismo, così come per gli altri difetti della vista, dobbiamo sempre tener conto che l'ereditarietà ha una grande influenza sullo sviluppo del problema. Normalmente, un bambino non sviluppa astigmatismo fino ai due anni mentre più avanti può iniziare ad avere qualche problema. Il più frequente tipo di astigmatismo che si ritrova nei bambini è quello definito "secondo regola", quando è il meridiano verticale a presentare delle curvature asimmetriche. Con la crescita, la variazione del problema in termini di diottrie ha una bassa variabilità per cui rimane abbastanza costante ma può modificarsi più in là con gli anni fino a trasformarsi in astigmatismo "contro regola", quando il meridiano più irregolare diventa quello orizzontale. Stando alle statistiche la maggior parte delle persone che soffrono di astigmatismo, fino circa all'80%, non supera le due diottrie nella misurazione del difetto visivo.

  • Ipermetropia latente cause L'ipermetropia latente è un difetto della vista molto frequente al di sotto dei quattordici anni poiché l'occhio, non essendosi completamente sviluppato, tende a non effettuare una rifrazione ottimale...
  • Uveite occhio Per uveite si intende un'infiammazione che colpisce l'occhio, più precisamente interessa le membrane come la cornea, la retina e sclera. Si diffonde in questa area oculare di membrane, provocando grav...
  • Percorso luce lente La diottria è un’unità di misura. Serve in ottica per definire il potere di rifrazione di un sistema o di una lente. Misura la capacità di modificare la direzione dei raggi luminosi in entrata nel sis...
  • Palpebra superiore blefarite Vi sono tre tipi diversi di Blefarite, a seconda della causa: Blefarite ulcerativa(causata da infezione batterica da stafilococco); iperemica, la quale non ha una specifica causa; squamosa o seborroic...

Pequeo Estudio Sobre El Astigmatismo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,8€


I sintomi dell'astigmatismo

Vista sfocata nell'astigmatismo Esistono diversi tipi di astigmatismo e ognuno di essi provoca sintomi diversi. Ciò nonostante, si possono individuare dei sintomi generali che caratterizzano l'astigmatismo al di là delle sue sotto categorie. Il principale sintomo dell'astigmatismo sta nella difficoltà dell'occhio nello svolgere la funzione di accomodazione, cioè della messa a fuoco degli oggetti. Ne risulta una visione sfocata e poco nitida. La poca nitidezza non è l'unico possibile sintomo, pur essendo il più comune perché presente anche in astigmatismi di bassa entità. Con l'aumentare del problema la distorsione della vista può amplificarsi fino a vedere gli oggetti come allungati, inclinati: questo crea difficoltà in primis nella lettura ma, come conseguenza della distorsione percepita, comporta dei fastidiosi mal di testa. A ciò si accompagnano nei casi più gravi lacrimazione, bruciore degli occhi, dolore all'arcata ciliare e sui bulbi oculari.


Test e correzione

Occhiali astigmatici Gli oculisti hanno diversi metodi per accertare l'astigmatismo di chi lamenti sintomi ad esso collegabili. Tra i test a sua disposizione c'è la topografia corneale, un esame che riesce a stabilire con precisione la curvatura della cornea in ogni suo punto. Grazie allo strumento del cheratometro, invece, è possibile studiare la parte centrale e anteriore della cornea. Nella diagnosi dell'astigmatismo, però, è fondamentale la collaborazione del paziente stesso. Attraverso, ad esempio, quello che viene definito "test soggettivo della refrazione", l'oculista potrà misurare con precisione il grado di astigmatismo grazie all'aiuto del paziente. Per quanto riguarda i rimedi dell'astigmatismo, ce ne sono diversi: dalle lenti toriche a quelle oftalmiche fino ad arrivare alle lenti a contatto morbide. Esistono poi metodi di chirurgia refrattiva che propongono la possibilità di eliminare il problema correggendo la curvatura della cornea grazie all'uso delle recenti e promettenti tecniche laser.




COMMENTI SULL' ARTICOLO