Otite sintomi

Cause dell'otite

L'otite è un'infiammazione più o meno grave dell'orecchio. Quella esterna interessa il condotto uditivo e si manifesta come un'irritazione, ad opera di una cattiva igiene personale ed infezioni delle alte vie respiratorie che favoriscono la colonizzazione di funghi, virus e batteri. Nello sviluppo della patologia influiscono anche la vita di comunità, gli stati allergici, le lesioni accidentali del condotto e le alterazioni delle funzionalità della tromba di Eustachio. L'otite media interessa la zona più interna dell'orecchio. Colpisce in particolar modo i bambini ed i ragazzi. Infatti, il condotto che collega l'orecchio medio con la faringe è più corto e soggetto allo sviluppo di virus e batteri. Gli auricolari rappresentano un ricettacolo di microrganismi, nonché la mancata asciugatura delle orecchie dopo il bagno o il nuoto.
Otite

Angel Ariel, Alopet spray orale, spray per il benessere della mucosa orale del cane a base di Aloe Arborescens. Azione lenitiva e cicatrizzante per arrossamenti e piccole lesioni di gengive e mucosa orale.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,9€


<p>Sintomi</p>

<p>Igiene dell'orecchio</p> L'otite, esterna o media, si manifesta con un fastidioso dolore all'orecchio o altrimenti noto come otalgia. Il disturbo si accentua quando si effettua una pressione di qualunque tipo. Talvolta, si accompagna ad un senso di occlusione e all'autofonia (il paziente sente se stesso parlare). Solitamente, si percepisce una sensibile riduzione dell'udito; si verificano fenomeni di suppurazione, con una copiosa fuoriuscita di pus dall'orecchio. Nei bambini, l'otite si manifesta spesso con febbre, malessere generale, stanchezza, nausea, vertigini, vomito, perdita dell'equilibrio. La persona adulta può accusare strani ronzii, inappetenza, irritabilità ed in caso di rottura del timpano anche sanguinamento. In alcuni casi di otite esterna si registrano irritazione, arrossamento e gonfiore del condotto uditivo.

  • Cavità auricolare infiammata Quella esterna è una forma di otite particolarmente fastidiosa, poiché oltre al classico orecchio gonfio si manifesta con sintomi piuttosto forti come dolore e febbre alta. Questa infezione deriva da ...
  • Modello anatomico del labirinto La labirintite è una patologia che interessa l'orecchio e causa intense vertigini e difficoltà di equilibrio. Consiste nell'infiammazione del labirinto, la parte dell'orecchio interno che controlla il...
  • Otite esterna L'otite è un'infiammazione del condotto uditivo provocata in genere da virus e batteri. Si manifesta soprattutto nel periodo estivo, quando piscine e mare sono presi d'assalto: l'acqua contaminata, in...
  • parotite La parotite o, più precisamente, parotite epidemica è una patologia che colpisce, nella larga maggioranza dei casi, bambini o adolescenti. Tale malattia è più conosciuta alla gente comune con la denom...

toennesen orecchini tappi di Silicone Palline Quies Anti Rumore riutilizzabili, impermeabile e lavabile Comfort NRR 28&#160;dB protezione udito ideale per la decompressione in aereo per evitare tinnito consegnato con scatola per adulti 5&#160;paia, grigio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1468,82€


<p>Diagnosi</p>

Controllo Un'anamnesi oppure un esame specifico rivelano la presenza dell'otite. La diagnosi necessita di ulteriori approfondimenti in caso di sospetta infezione fungina. Per definire il patogeno si eseguono una colorazione di Gram ed una coltura del liquido auricolare. Per un sospetto coinvolgimento osseo, sottoporsi ad una TC dell'osso temporale. Ulteriori controlli vanno eseguiti per otiti acute, mastoiditi ed infezioni da Herpes Zoster. La prevenzione riduce i rischi da otite esterna e media. Nel primo caso, asciugare adeguatamente le orecchie dopo il bagno o il nuoto. Non usare oggetti responsabili di microtraumi. Eliminare il cerume in eccesso, rivolgendosi a personale sanitario. Preservare i bambini nei periodi di rischio ed effettuare le vaccinazioni consigliate.


Otite sintomi: Cure e rimedi naturali

Rimedi L'otite va curata con antibiotici ed antinfiammatori per ridurre il gonfiore ed il dolore; con antistaminici se il disturbo è legato a fattori allergici oppure con decongestionanti nasali se associato a raffreddore. La cura va seguita scrupolosamente per tutto il periodo indicato dal medico curante, anche alla scomparsa dei sintomi. L'infezione, infatti, potrebbe ripresentarsi. Si possono associare prodotti ad uso topico, come creme oppure gocce da applicare sul condotto uditivo. In alternativa, ricorrere a cure naturali, sfruttando le proprietà sedative, lenitive ed antinfiammatorie dell'aglio, della lobelia e della camomilla. Quest'ultima viene impiegata per suffumigi al fine di liberare i canali ostruiti da muco in eccesso. Per ridurre l'otite esterna, ottimi l'olio di ricino, d'oliva e di levistico riscaldati, da massaggiare sulla parete esterna dell'orecchio.



COMMENTI SULL' ARTICOLO