Piede sinistro gonfio

Cause e complicanze del piede sinistro gonfio

Il piede sinistro gonfio è un disturbo frequente che in genere non desta molta preoccupazione. Si può verificare a seguito di una contusione, un trauma con evidente ematoma, oppure a causa di calzature inadeguate dal tacco esagerato o dalla tomaia stretta. In tal senso, basterà tenere a riposo l'arto ed applicare del ghiaccio sulla zona interessata per ritrovare il benessere e notare significativi miglioramenti in pochi giorni. Tuttavia, in alcuni casi il fastidio potrebbe persistere, protraendosi per diverso tempo. In questi casi, bisogna non trascurare il problema e rivolgersi immediatamente ad un medico. Il piede sinistro gonfio, infatti, potrebbe avere un'origine patologica e dipendere da una trombosi venosa, un'infiammazione articolare oppure un edema linfatico. Per stabilirne l'effettiva causa e trovare i rimedi più adeguati è necessaria una diagnosi medica.
Calzaturepiede gonfio

QUEEN ROSE Cuscino a Forma di U, Ideale per Gravidanza e Maternità con Fodera Rimovibile e Lavabile (140 x 78 cm, Jersey, Grigio)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 49,99€


Piede sinistro gonfio da trombosi venosa

Anticoagulanti cura piede gonfio Il piede sinistro gonfio potrebbe dipendere da una trombosi venosa, patologia molto comune ma non sempre correttamente riconosciuta. Al livello delle vene si forma un trombo, ovvero un coagulo di sangue, che blocca la normale circolazione. Ciò comporta un anomalo gonfiore della gamba e del piede, varici, macchie scure sulla pelle, ulcere, senso di pesantezza e difficoltà nella deambulazione. Per curare la malattia è importante diagnosticarla. Per risultati certi, il paziente deve sottoporsi all'ecocolordoppler, un esame specifico in grado di rilevare la presenza di un trombo. In caso positivo, verrà prescritta una cura a base di anticoagulanti, cioè farmaci che fluidificano il sangue. Seguendo la terapia prescritta, il piede sinistro gonfio guarirà nel giro di pochi giorni e senza alcuna complicazione. Potrebbe tornare utile utilizzare una calza elastica durante il giorno, perdere peso se necessario e dedicarsi regolarmente all'attività fisica.

  • Gonfiore piede Il piede gonfio può essere la conseguenza di un affaticamento prolungato durante lo svolgimento delle attività abituali. Trascorrere molto tempo in piedi per impegni lavorativi con scarpe scomode o do...
  • cause piedi gonfi Quando si hanno i piedi gonfi le cause possono essere diverse. Spesso dipende dalle abitudini quotidiane. Chi sta troppo in piedi o troppo seduto a lungo andare può accusare un senso di gonfiore. Quan...
  • Componenti piede La borsite piede è quella particolare sintomatologia in cui la borsa retrocalcaneare, situata tra la parte posteriore del tallone ed il tendine di Achille, si riempie di liquido. La conseguente pressi...
  • Manifestazione della malattia di haglund La malattia di haglund si presenta con una zona molto prominente abbastanza dolorosa accompagnata da un'infiammazione sulla parte esterna e posteriore del piede, in particolar modo sulla zona del calc...

LIUYUNE,Indietro Protegge le traversine laterali del supporto addominale materno dal cuscino lombare in gravidanza(color:ROSA)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,34€
(Risparmi 0,55€)


Piede sinistro gonfio da infiammazioni articolari

Consulto medico Il piede sinistro gonfio può essere un chiaro sintomo di infiammazioni articolari. Il termine generico indica una serie di patologie ed eventi traumatici che comportano gonfiore e dolore monolaterale. Nel caso di infortuni, stiramenti e strappi muscolari, fratture e contusioni il paziente registrerà debolezza nei movimenti, forte dolore, perdita temporanea delle funzioni dei muscoli, piccole macchie sopra la sezione danneggiata. Per risolvere il problema nel più breve tempo possibile bisogna evitare di gravare sul piede sinistro gonfio. Non è consigliabile percorrere brevi o medi spostamenti. Pertanto, è opportuno fasciare la parte e riposare l'arto su un supporto rialzato, come per esempio un cuscino. Potrebbero tornare utili le applicazioni di ghiaccio o pomate specifiche per il trattamento. Qualora il disturbo dovesse persistere nel tempo, consultare immediatamente un medico.


Piede sinistro gonfio da edema linfatico

Piede sinistro gonfio da edema linfatico Il piede sinistro gonfio potrebbe essere il sintomo di un edema linfatico, un patologico accumulo di linfa a livello cutaneo e sottocutaneo. Il linfedema si genera a seguito di traumi, interventi chirurgici o trombosi venosa. In questo caso, il sistema circolatorio linfatico non riesce a drenare l'eccessiva linfa che si riversa pertanto nei tessuti. L'edema linfatico si può sviluppare anche a seguito di paralisi della muscolatura dei condotti linfatici oppure di malformazioni dalla nascita. L'edema linfatico non correttamente curato potrebbe comportare delle infezioni cutanee (definite in termine medico linfangite), le quali si manifestano con febbre molto elevata, dolore locale ed arrossamento cutaneo. Per curare il piede sinistro gonfio, anche in questo caso, bisogna identificare la patologia con un ecocolordoppler delle arterie e delle vene periferiche e quindi scegliere la strategia terapeutica più adeguata.




COMMENTI SULL' ARTICOLO