Cpk alto

Cos'è il CPK (creatinfosfochinasi)

L'enzima CPK (creatinfosfochinasi) partecipa al sistema energetico della creatina e lo si trova nei muscoli (tipo MM), nel cuore (tipo MB) e nel cervello (tipo BB). Quest'ultima forma di CPK non si può rilevare nel sangue mentre le altre due sì. Il tipo MM è rilevabile fino a 50 mU/ml e la MB fino a 10 mU/ml. Escludendo serie patologie quelle dei polmoni o l'infarto cardiaco, il CPK alto è indice di fatica muscolare, sia di tipo lavorativo che sportivo. I valori raggiungono il massimo a 15 ore dagli sforzi e, quando sono al di sopra di 300 mU/ml, è importante riposare completamente per alcuni giorni. Il valore di CPK può essere alto anche nei traumi alla muscolatura, nelle miopatie e nella distrofia muscolare. Nella diagnosi di infarto miocardico, il CPK è ricercato insieme ai parametri LDL1 e AST.
Analisi del sangue

Dvorak : Stabat Mater op. 58 - Choeur et Orchestre Paul Kuentz

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,01€


Valori di CPK alto

Prelievo di sangue per la CPK Il CPK alto si riscontra dopo 5 o 6 ore dall'infarto cardiaco e raggiunge valori di 600-700 mU/ml in 24 ore. Se non si verificano ulteriori attacchi, la concentrazione torna alla normalità nel giro di 3 o 4 giorni. Con l'esclusione del cuore, che possiede una creatinfosfochinasi specifica, il CPK è relativo alla muscolatura scheletrica. Questo enzima, ampiamente presente sia nel miocardio che nei muscoli striati e nel cervello, partecipa alla produzione di ATP (adenosintrifosfato), che fornisce l'energia necessaria al funzionamento delle cellule dell'organismo. I valori dell'enzima si esprimono in unità per millilitro e sono variabili in base alle procedure analitiche impiegate e alla temperatura alla quale viene eseguito l'esame. Per questo è preferibile l'indicazione di un livello di creatinfosfochinasi alto in base a quante volte i livelli riscontrati sono maggiori dei massimi valori normali.

  • Tabella valori di cpk Cpk è la sigla utilizzata dai laboratori di analisi per indicare la creatinfosfochinasi, un enzima presente nel sangue che indica e dà informazioni sui processi del corpo riguardo l'utilizzo energetic...
  • Dispositivo elettrico per l'esame emg L'esame emg è richiesto nel caso si verificano problemi di mobilità ad arti o muscoli. Nel caso di stiramenti frequenti e problemi articolari è necessario controllare la velocità di conduzione dei ner...

Natural Farm, Epuren Gocce 50ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20€


Da cosa è provocato il CPK alto

Interpretazione dei risultati della CPK Generalmente la concentrazione di creatinfosfochinasi nella donna è la metà di quella maschile. Per essere sicuri che il CPK sia effettivamente alto occorre ripetere il dosaggio dell'enzima per un minimo di 3 volte, distanziandole di un mese l'una dall'altra. Il CPK alto può avere origini parafisiologiche tra cui gli strappi muscolari, le iniezioni intramuscolari, le operazioni chirurgiche e le alterazioni della colonna vertebrale. Tra le altre cause ci sono l'alta temperatura ambientale, i già citati lavori fisici e le attività sportive, e la provenienza da zone geografiche equatoriali. Le cause di tipo patologico possono riguardare un'anomala funzionalità tiroidea, l'uso di farmaci contro il colesterolo (statine), gli squilibri degli elettroliti (come sodio e potassio), la predisposizione all'ipertermia maligna e le malattie neuromuscolari.


Cpk alto: CPK alto e malattie neuromuscolari

Laboratorio di analisi cliniche Nei neonati si assiste a CPK alto causato probabilmente dal normale stress della nascita stessa. È importante considerare questi valori per la diagnosi di malattie muscolari nel corso dei primi 6 mesi di vita del bambino. L'enzima è elevato sia nelle patologie genetiche come la distrofia muscolare e le amiotrofie spinali che nelle forme acquisite come la miosite e la polimiosite. Nelle miopatie congenite si verificano aumenti 2-3 volte superiori al normale mentre nelle distrofie muscolari si arriva fino a 50-100 volte. Nelle patologie neuromuscolari croniche il CPK può variare in base all'attività fisica senza che indichi un aggravamento. Invece nelle forme acute infiammatorie è fondamentale controllare spesso il CPK per valutare le condizioni della malattia, i miglioramenti e i peggioramenti.


  • cpk analisi Cpk è la sigla utilizzata dai laboratori di analisi per indicare la creatinfosfochinasi, un enzima presente nel sangue c
    visita : cpk analisi

COMMENTI SULL' ARTICOLO