Mononucleosi durata

Cosa è la mononucleosi infettiva

La mononucleosi infettiva è una malattia virale molto contagiosa causata dal virus EBV (Epstein-Barr) che provoca un ingrossamento della milza e dei linfonodi. Si tratta di una patologia molto comune, soprattutto tra bambini e adolescenti, e la sua trasmissione avviene attraverso lo scambio di saliva contaminata da agenti infettivi. Le cellule colpite dal virus sono i linfociti B, presenti nel sangue, che svolgono un'importante funzione di sostegno per il nostro sistema immunitario. La contrazione del virus provoca, quindi, un aumento di mononucleati, sia normali sia specifici, e il suo decorso richiede un lungo periodo di tempo che va dalle 4 alle 6 settimane. Non è una malattia pericolosa anche se sono stati registrati casi in cui la milza dell'organismo ospite si sia spappolata a causa di una splenomegalia, ovvero un suo eccessivo ingrossamento. Per questo motivo, è altamente richiesto il riposo.
Illustrazione della manifestazione della mononucleosi

One+Step Esame di controllo con 10 parametri: 100 strisce reattive per urinalisi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,95€


Sintomi della mononucleosi infettiva

Principali sintomi della mononucleosi infettiva Nonostante sia una malattia aggressiva, la mononucleosi infettiva è asintomatica perciò, nella maggior parte dei casi, le persone affette dal virus non ne sono a conoscenza e si accorgono solo dopo tempo di esserne state intaccate. Però, esistono casi in cui la persona sia immunodepressa o già debilitata di per sé, di conseguenza, i sintomi della mononucleosi risultano essere abbastanza evidenti. La prima fase prodromica presenta sintomi generici e comuni anche ad altre malattie come cefalea, inappetenza, dolori muscolari e articolari. Dopo un breve periodo dal contagio, si manifestano quelli più importanti e tipici della patologia come la linfoadenopatia, febbre, lesioni petecchiali nel cavo orale e ingrossamento della milza. In rarissimi casi, si manifesta anche un'iperemolisi che consiste nella distruzione patologica dei globuli rossi.

  • Malattia del bacio: trasmissione tramite saliva. La mononucleosi infettiva è una malattia virale e molto contagiosa trasmessa attraverso la saliva e causata dal virus di Epstein-Barr (EBV). Il decorso in genere è acuto, di circa 4-6 settimane, anche...
  • La mononucleosi, o Quando si parla di mononucleosi, si fa riferimento a una malattia infettiva altamente contagiosa, causata da un virus (di Epstein-Barr) che porta, tra gli altri sintomi, a una infiammazione delle vie ...
  • Bacio infettivo La mononucleosi è una malattia infettiva acuta causata dal virus Epstein-Bar (EBV): è molto contagiosa poiché può essere trasmessa anche con un semplice bacio, quindi con scambio di saliva (da qui il ...
  • Mononucleosi: la malattia del bacio Fin dalla comparsa dei primi sintomi della mononucleosi infettiva è buona cosa cercare di capire come si è stati contagiati. Se viene chiamata malattia del bacio un motivo c’è: essa si diffonde attrav...

Hemorragia Digestiva en Cirrosis Descompensada: en mayores de 40 años

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,9€


Il virus Epstein-Barr

Illustrazione del virus EBV Il virus Epstein-Barr o semplicemente EBV, dal nome dei due scienziati che lo scoprirono, appartiene alla famiglia degli herpesvirus ed è il principale responsabile della mononucleosi infettiva. Con una forma sferoide, l'EBV possiede una membrana lipoproteica chiamata pericapside che ha il compito di avvolgere un capside icosaedrico al cui interno si trova il genoma. Si tratta di un virus ampiamente diffuso sulla terra, il cui solo organismo ospite è l'uomo e qualche scimmia antropomorfa. Si trasmette facilmente attraverso la saliva per via diretta (attraverso un bacio, per esempio) o indiretta (mediante l'uso di uno spazzolino altrui). L'EBV è inoltre associato a malattie tumorali dell'epitelio e alcuni tipi di linfoma, ma anche allo sviluppo della sclerosi multipla, come confermano alcuni studi recenti.


Mononucleosi durata: Durata e cura della mononucleosi infettiva

Mononucleosi infettiva al microscopio La durata della mononucleosi infettiva varia a seconda del soggetto e delle condizioni fisiche del suo sistema immunitario. Di base, ha una durata che va dalle 4 alle 6 settimane, tempo in cui si richiede un riposo assoluto e nessuno sforzo fisico, al fine di evitare possibili traumi a carico della milza e del fegato. Pertanto, non vi è possibilità alcuna di stabilire una cura vera e propria poiché la patologia muta da soggetto a soggetto. È raccomandata un'alimentazione sana, un ottimo livello di idratazione e l'uso di antinfiammatori e antipiretici per regolare la temperatura corporea. Si sconsigliano fortemente gli antibiotici che potrebbero peggiorare la situazione clinica del paziente. Igiene e cura personale sono i perfetti alleati per prevenire le diverse forme di contagio ed evitare del tutto la malattia, inoltre anche rafforzare il proprio sistema immunitario sarebbe senz'altro d'aiuto.



COMMENTI SULL' ARTICOLO