Dolore al fianco destro

Principali cause del dolore al fianco destro

Il dolore al fianco destro è abbastanza comune e non sempre deve essere causa di allarme ingiustificato; questa sintomatologia potrebbe avere origine dall'apparato urinario, gastrointestinale, riproduttivo o cardiovascolare. I calcoli renali sono una causa frequente di dolore al fianco, a questo possono associarsi febbre, sangue nelle urine, vomito. I sintomi dell'appendicite includono un intenso dolore al ventre che si irradia verso il fianco destro, mancanza di appetito, nausea. E' consigliabile non mangiare, non bere, non usare gli antidolorifici in quanto potrebbero ulteriormente infiammare l'appendice. Nelle donne una grossa cisti nell'ovaio provoca un forte dolore al fianco, negli uomini invece esso è causato dalla torsione del testicolo. La sintomatologia di un aneurisma aortico addominale include fitte al fianco. Le cause cardiovascolari, sebbene non comuni, possono essere letali.
Dolore al fianco destro

ESI Fermental Max 20 Capsule Fermenti Intestino Stitichezza Diarrea Colite Aloe

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8€


Diagnosi

fianco destro dolore Esistono alcuni segnali del dolore al fianco destro che non vanno sottovalutati e richiedono un consulto medico. Un dolore molto forte, capace di interrompere il sonno o un'altra attività richiede un'attenzione particolare. La persistenza di un dolore che non accenna a diminuire e dura più di 10 minuti è più preoccupante di un dolore intermittente. Un dolore che peggiora se viene pressata la zona probabilmente nasconde motivi più seri. La presenza di altri sintomi come la perdita di appetito indica che il cibo non riesce ad attraversare il tratto digestivo e il soggetto avverte nausea. La presenza di sangue nel vomito è indice di qualcosa di grave, come per esempio un'ulcera che richiede le cure tempestive di un medico. Se il soggetto mostra pallore e dolore addominale potrebbe rischiare uno svenimento.

  • Dolore al fianco destro Il male al fianco destro è un dolore che nasconde molte verità anche se spesso si pensa al fegato vista la posizione in cui si manifesta, in realtà le cause possono rivelarsi molto meno scontate di qu...
  • pancia piatta Ognuno di noi, da sempre, sogna di avere un corpo tonico e asciutto, senza inestetismi, adiposità, o chili di troppo. La moda propone quotidianamente all’immaginario collettivo corpi perfetti, sodi, q...
  • addome L’addome è la parte del corpo di una persona o di un animale che segue il torace. L’addome ha delle specifiche funzionalità, quali l’assimilazione degli alimenti, l’escrezione ,la riproduzione, e anco...

Cintura Dimagrante Regolabile, OMorc Fascia Addominale Dimagrante Snellente Promuove la Perdita di Peso Brucia Grassi Sudore, per Dimagrire, Compatibile con Tutte le Dimensioni per Uomo e Donna, Nero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Trattamento del dolore

Bere acqua Per il trattamento dei calcoli renali vige la raccomandazione generale di bere dai 6 agli 8 bicchieri di acqua al giorno, possibilmente a basso contenuto di calcio. I pazienti con disidratazione o nausea potrebbero ricorrere a terapia intravenosa. Solitamente i calcoli vengono espulsi attraverso l'urina, talvolta si ricorre a un piccolo intervento chirurgico. Le cure dell'appendicite variano, in alcune situazioni può essere risolta attraverso una dieta e una cura antibiotica, nella maggior parte dei casi è prevista la chirurgia. Esso avviene nel modo tradizionale o attraverso la laparoscopia. Le cisti ovariche possono essere risolte con una cura farmacologica o un intervento chirurgico. La torsione del testicolo si risolve nella maggior parte dei casi con intervento chirurgico urgente.


Dolore al fianco destro: Prevenzione dolore al fianco destro

dolori fianco destro L'idratazione è una misura preventiva fondamentale per i calcoli renali, è raccomandabile bere acqua in grande quantità, circa 2 litri al giorno, poiché questa aiuta ad espellere i calcoli attraverso l'urina. Il rischio si abbassa anche mangiando con moderazione cibi ricchi di acido ossalico e riducendo l'apporto di sale e delle proteine animali. L'appendicite è meno frequente in chi abitualmente consuma più fibre, della frutta fresca e verdure. Ai primi sospetti di appendicite sarebbe opportuno rivolgersi a un medico per evitare pericolose conseguenze. Le cisti ovariche non possono essere evitate, l'unico sistema consiste in un monitoraggio frequente attraverso un'ecografia. Altro segnale potrebbe essere una variazione nel ciclo mestruale da sottoporre all'attenzione del proprio ginecologo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO