Carnosina

Cosa si intende per carnosina e dove si trova

La carnosina è una sostanza formata da un legame peptidico tra due amminoacidi, la b-alanina e l'istidina. Venne scoperta oltre 100 anni fa da un biochimico russo, Vladimir Sergeevich Gulevich, in grandi quantità nel cervello umano e nei tessuti muscolari. Per integrarla nel quotidiano, la si può reperire principalmente nelle carni rosse e nel pollame. Una forma sintetica viene oggi commercializzata sotto forma di integratore alimentare ed antiossidante naturale. In campo medico, viene impiegata come cicatrizzante e nello sport come coadiuvante per il miglioramento delle prestazioni fisiche. Infatti, riduce la formazione dell'acido lattico durante lo sforzo, prevenendo così fastidi e dolori ai muscoli ed alle articolazioni. L'obiettivo principale della carnosina è migliorare la salute in genere. Un sovradosaggio non comporta significativi effetti collaterali, ad eccezione di prurito, possibile irritazione cutanea ed insonnia.
Carnosina integratore

L-Carnosina 500mg 100 Capsule Vita World

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,9€


Benefici della carnosina sulla salute

Benefici carnosina La carnosina esercita notevoli proprietà antiossidanti nell'organismo. Combatte efficacemente lo stress ossidativo, riducendo i danni generati dai radicali liberi. In tal senso, collabora attivamente con la Vitamina E, la Vitamina C ed il beta-carotene, migliorando le funzionalità delle membrane cellulari. Ha effetto anti-age sulla pelle e rallenta i processi d'invecchiamento cutaneo, dovuto all'inevitabile trascorrere del tempo. La carnosina ha effetti benefici anche sul cuore. Controlla, infatti, i livelli di calcio presenti nella membrana del miocardio. È utile nel trattamento contro l'Alzheimer, inibendo la formazione delle placche e preservando la salute delle cellule del cervello. È un ottimo neurotrasmettitore, pertanto, l'assunzione regolare stimola la memoria. Combatte la nefropatia diabetica, riduce le infiammazioni e tratta positivamente i disturbi riguardanti gli occhi.

  • diabete Una delle malattie metaboliche più diffuse al mondo, non solo quindi in Italia, è il diabete. Ci ritroviamo di fronte ad una patologia che è causata praticamente dalla cattiva alimentazione. Non è un ...
  • Disfunzione erettile e diabete In almeno la metà dei soggetti colpiti da diabete è presente la disfunzione erettile, nell'arco dei primi dieci anni della malattia per la metà dei casi, mentre per il 12% questo fenomeno rappresenta ...
  • Semi di soia con baccelli La soia è un legume originario dell'Estremo Oriente e dai suoi semi si estraggono delle proteine con una percentuale del 37%. Considerando che carni e pesce contengono il 20-25% di proteine, la percen...
  • Importanza di insulina e di glucagone Il glucosio è uno zucchero essenziale per il corretto funzionamento dell'organismo perché è la fonte di energia principale e rapidamente utilizzabile. La corretta assimilazione di glucosio avviene per...

L-Carnosina 500mg 60 Capsule Vita World Produzione in farmacia in Germania

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,5€


La carnosina in relazione all'attività sportiva

Benefici carnosina sportivo La carnosina è facilmente reperibile nelle carni rosse e nel pollo. Tuttavia, a scopo sportivo (e non solo) viene commercializzata sotto forma di integratore. Gli effetti che produce nello sportivo sono essenzialmente due: "tampona" l'acido lattico e stimola la produzione di ATP. Solitamente, sotto sforzo fisico, l'organismo produce acido lattico, con relativi fastidi e dolore alla muscolatura ed alle articolazioni. Questa condizione inibisce sensibilmente l'attività dello sportivo. Pertanto, la carnosina interviene legandosi alla molecola d'idrogeno dell'acido, stabilizzando così il naturale Ph intracellulare. Inoltre, aumenta la produzione di ATP, quindi di energia, migliorando la funzionalità delle miofibrille. L'effetto tampone della carnosina consente prestazioni più lunghe ed un recupero muscolare molto rapido dopo lo sforzo.


Carnosina: Dosaggio e possibili effetti collaterali

Carnosina carni bianche La carnosina viene assunta normalmente mediante fonti animali. L'integrazione aggiuntiva prevede comunemente l'assunzione di 5 grammi al giorno, in compresse oppure capsule. In alternativa, si può optare per capsule da 200 milligrammi, due volte al dì. La prima va presa subito dopo la colazione o comunque entro due ore dal risveglio. La seconda, invece, dopo il normale esercizio fisico, per stimolare il recupero muscolare. La carnosina si può associare ad erbe e sostanze nutritive come il ginkgo biloba, reperibile facilmente in erboristeria. In genere, non comporta effetti collaterali gravi; tuttavia, un sovradosaggio ne compromette gli effetti, rendendoli inutili e dannosi per il corpo. In particolare, in alcuni soggetti si sono verificate eruzioni cutanee, prurito, difficoltà nel dormire ed eccessivo muco nelle vie respiratorie. I bambini potrebbero registrare iperattività. Pertanto, prima dell'assunzione, è sempre opportuno consultare un bravo medico.



COMMENTI SULL' ARTICOLO