Cisti

Cisti: cisti tendinea piede

La cisti tendinea piede è una protuberanza che si forma in prossimità della guaina che contiene i tendini del piede e al suo interno c'è la stessa struttura del liquido presente nel tendine stesso. Il liquido contenuto all’interno del tendine del piede ha come principale compito quello di ridurre al massimo l’attrito durante il movimento. La loro presenza si nota perché si forma una sorta di bozzo a livello della zona volare o dorsale del piede, e può assorbirsi da sola o aumentare di dimensioni. Solitamente non provocano dolore e sono benigne. Nonostante ciò, nel caso si decida di ricorrere a un intervento chirurgico, talvolta si fa un’ecografia e una biopsia per analizzare la natura del liquido contenuto all’interno della guaina.
Esempio di cisti tendinea

Cuscino anti sciatica LILIYO per macchina - massimo sollievo per chi soffre di mal di schiena, cisti pilonidale, dolore al coccige e ai glutei - Supporto per coccige 2 in 1 (2 fodere, blu e grigio)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,47€
(Risparmi 47,23€)


Cisti: colecistectomia dieta

Calcoli biliari La colecistectomia è un intervento chirurgico che porta all’asportazione della colecisti, meglio nota come cistifellea. Nonostante l’intervento non porti un mutamento del funzionamento dell’apparato digestivo (la bile arriva comunque al duodeno), nel post operatorio occorre seguire una dieta per la colecistectomia in modo tale da abituare l’organismo all’assenza della cistifellea. Essa consiste in pasti poveri di grassi e di calorie, caffè, cioccolato, alcolici e spezie. Occorre assumere dosi minori di latticini, frullati e bevande gassate. A tutti questi alimenti è utile preferire cibi ricchi di fibre, cereali secchi e banane, cracker e biscotti, riso, pasta e pane tostato. Dopo il superamento del post-operatorio è possibile reintegrare in modo graduale tutti i cibi che si desiderano, fare piccoli ma frequenti pasti. Nel caso in cui si riscontrano dei problemi, consultando il medico si possono assumere integratori alimentari atti a stimolare e depurare il fegato e regolare la secrezione della bile.

  • Cisti ovarica benigna La cisti ovarica è una patologia abbastanza frequente, in particolare nel periodo fertile della vita della donna. Le ovaie, che secernono ormoni femminili e generano ovuli, sono due organi posizionati...
  • Ovaio normale e policistico La sindrome dell'ovaio policistico è una patologia endocrina e metabolica diffusa nelle donne in età riproduttiva. Il disturbo è spesso caratterizzato dall'aumento di dimensioni delle ovaie con piccol...
  • cisti ovariche La ciste all'ovaia è una formazione benigna generalmente, formata da una sacca contenente del liquido. Nella maggior parte dei casi le cisti ovariche si riassorbono in modo del tutto naturale senza po...
  • dolore intimo maschile Il bruciore intimo maschile ha un'insorgenza spesso improvvisa perché costituisce il sintomo di una problematica a monte. Il fastidio viene frequentemente trascurato perché si pensa a qualcosa di mome...

Anello cuscino gonfiabile + pompa libera, comodi cuscini medico piaghe da decubito, emorroidi dolore, coccige e coccige Pain, Cisti pilonidale, perineale dolore, gravidanza, nascita del bambino, prostatite ecc

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,39€


Cisti: cistite cause e rimedi

Cistite La cistite è un’infiammazione della parete della vescica provocata da batteri intestinali che dall’uretra risalgono nella sacca vescicale. Questa patologia è causata da innumerevoli fattori tra cui: rapporti sessuali non protetti, uso di spermicidi, alimentazione irregolare, cure antibiotiche non specifiche, uso di detergenti intimi poco adatti, uso di tamponi vaginali durante il ciclo mestruale e una cattiva igiene intima. La presenza della cistite si denota da dei sintomi molto fastidiosi che a lungo andare portano a stress e problemi fisici molto importanti. Si tratta di dolori pubici, difficoltà a urinare, una frequente sensazione di avere sempre la vescica piena, bruciori esterni e interni. I rimedi per la cistite oltre a quelli farmacologici che portano all’eliminazione dei batteri causa dell’infezione, sono: una corretta alimentazione, rapporti sessuali protetti, una maggior cura dell’igiene personale mediante l’uso di un sapone acido (lo stesso pH che si trova all’interno della vagina) ed evitare assolutamente l’uso di spermicidi.


Cisti: cisti cutanee

Esempio di cisti cutanea sebacea Le cisti cutanee vengono classificate in cisti sebacee, dermoidi e mixoidi. Le cisti sebacee hanno un contenuto fluido semisolido di colore giallastro e talvolta può avere uno sgradevole odore. Esse si presentano sul viso, sul collo, sul tronco o sui genitali. La causa può essere un’infiammazione del follicolo pilifero o un trauma cutaneo. Esse vengono eliminate in modo chirurgico e talvolta occorre praticare un drenaggio per evitare una recidiva. Le cisti dermoidi possono colpire tutto il corpo e il loro contenuto è caratterizzato da tessuti ectopici. In altre parole all’interno di esse si possono trovare: ghiandole sebacee, unghie e peli. Le cisti cutanee mixoidi si trovano sulle dita o vicino alle unghie, possono derivare da traumi. Nonostante non si tratti di cisti pericolose, occorre comunque fare molta attenzione ed effettuare le cure necessarie.




COMMENTI SULL' ARTICOLO