Cirrosi epatica dieta

Dieta e metabolismo con la Cirrosi epatica

Nei malati di Cirrosi epatica si verifica un'alterazione del metabolismo che impedisce l'assorbimento dei nutrienti da parte dell'intestino e la trasformazione degli alimenti in energia da parte del fegato. Questo porta ad uno stato di denutrizione, spossatezza aggravati dalla frequente nausea e vomito. Per evitare o alleviare questi sintomi è utile fare dei pasti frequenti ma in piccole porzioni. Questo facilita il lavoro degli organi interessati, compreso il fegato che si ritrova a dover lavorare su piccole quantità di elementi nutritivi. Fare 5/6 piccoli pasti più uno spuntino due ora prima di coricarsi è l'ideale. Evitare però, gli zuccheri semplici dei dolci, meglio preferire gli zuccheri a lento rilascio di pasta, pane e legumi per non avere squilibri di glicemia nel sangue. Sintomo tipico della Cirrosi epatica.
Fegato sano e con Cirrosi

Vegavero Vitamina K2 – MK7 | 90 capsule -50 mcg | calcio – ossa – coagulazione | facilita l’assorbimento della vitamina D3 Vegan

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,9€
(Risparmi 3€)


Cosa evitare nella dieta con la Cirrosi epatica

verdure fresche per dieta In presenza di Cirrosi epatica si presenta la difficoltà a digerire i grassi, questo comporta un accumulo degli stessi nel tratto intestinale con l'insorgenza di steatorrea. Si ritiene necessario, quindi, ridurre la quantità di cibi grassi nella dieta. Per quanto riguarda le proteine sarà il medico a stabilire la giusta quantità da introdurre nella dieta a seconda del caso specifico. In generale è consigliabile introduzione di proteine vegetali piuttosto che animali più digeribili nei casi di Cirrosi epatica. Il giusto equilibrio tra le due permetterà il mantenimento della massa muscolare e la riduzione di edemi. Il sodio (sale) va limitato nella dieta dei malati di Cirrosi epatica, in quanto provoca ritenzione dei liquidi e conseguente ascite o edema. Via libera invece alla frutta e verdura che forniscono molti elementi nutritivi e facilitano il transito intestinale.

  • Fegato affetto da cirrosi epatica La cirrosi epatica è una malattia cronica del fegato, ha carattere degenerativo, e si caratterizza per la presenza di tessuto cicatriziale, che pregiudica la corretta funzionalità del fegato. Le caus...
  • malattie fegato La cirrosi è una malattia del fegato causata da un danno cronico alle cellule dell'organo. In pratica strati di tessuto fibrotico cicatriziale interrompono la struttura interna del fegato. Le cellule ...
  • Prelievo del sangue Le transaminasi sono enzimi che svolgono un ruolo importante nella produzione di aminoacidi. Sono presenti in tutto l'organismo e in maggiore quantità nel fegato. È fondamentale conoscere i valori tra...

Vegavero Vitamina K2 – MK7 | 120 capsule – 100 mcg | calcio – ossa – coagulazione | facilita l’assorbimento della vitamina D3 | scorta di due mesi | Vegan

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,9€
(Risparmi 8€)


Integratori nella dieta dei malati di Cirrosi epatica

L'utilizzo di integratori dietetici in caso di Cirrosi deve essere decisa dal proprio medico curante che, dove necessario, indicherà il tipo di integratore più idoneo e la posologia da assumere. Solitamente viene prescritta una integrazione di vitamine a causa dello scarso assorbimento di alcuni elementi essenziali, soprattutto delle vitamine A, D, E, K. Essendo liposolubili, la difficile digestione dei grassi nei malati di Cirrosi epatica, ne impedisce l'utilizzo da parte dell'organismo. Perciò il medico provvederà a prescrivere vitamine idrosolubili che verranno così digerite ed elaborate senza difficoltà. Lo stesso discorso vale anche per i minerali, la cui carenza può provocare stanchezza, nausea, vomito. Infine i probiotici sono ottimi per integrare la dieta dei malati in quanto mantengono il giusto equilibrio della flora batterica nel tratto intestinale.


Cirrosi epatica dieta: Consigli dietetici per il trattamento della Cirrosi epatica

Riassumendo, i malati di Cirrosi epatica devono evitare nella loro dieta zuccheri semplici che apportano uno squilibrio glicemico, favorire piuttosto gli zuccheri complessi come i carboidrati. Tenere sotto controllo l'introduzione di proteine animali preferendo le proteine vegetali con minor apporto di grassi e ammonio. Aumentare l'apporto di fibre consumando frutta e verdura fresca senza condimenti o facendone un uso molto limitato. Evitare il consumo smodato di sale per evitare ritenzione idrica ed edemi, meglio seguire una dieta iposodica ed insaporire i cibi con limone, erbe aromatiche e spezie. Ridurre al minimo l'apporto di grassi di difficile digestione per i malati di Cirrosi epatica. Evitare il consumo di alcol che aggrava la condizione già precaria, del fegato cirrotico. Introdurre nella dieta le vitamine A, E, K, D in forma idrosolubile su indicazione medica.



COMMENTI SULL' ARTICOLO