Curare la dieta in menopausa

Sintomi e conseguenze della menopausa

La menopausa è una fase fisiologica femminile, quando la donna cessa definitivamente di essere fertile. Questo importante momento è solitamente accompagnato da diversi sintomi soggettivi, come palpitazioni, vampate di calore, sbalzi d'umore, sudorazione, mal di testa e ansia. Inoltre, a causa del calo del livello degli estrogeni, la donna è più predisposta al rischio di alcune patologie cardiovascolari e osteoporosi, ma anche ipertensione e sovrappeso. Durante questa fase della vita si verifica anche un rallentamento del metabolismo, conseguentemente si ha un minor fabbisogno energetico da soddisfare. Tuttavia, molte donne tendono a mettere su peso negli anni successivi alla menopausa, ma l'aumento complessivo non dovrebbe superare i 3 kg. Tutte queste ragioni evidenziano chiaramente quanto una dieta in menopausa sana ed equilibrata, sia importante per contrastarne i sintomi e per tutelare la propria salute futura.
Fase menopausa delicata

Zestlife soia Isoflavoni radice di Kudzu & Red Clover - 90 Compresse

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15€
(Risparmi 9,83€)


L'importanza della dieta in menopausa

Vivere bene menopausa In ogni fase della vita l'organismo ha delle esigenze specifiche, che possono essere soddisfatte con un'adeguata alimentazione. La dieta in menopausa deve pertanto rispettare i cambiamenti fisiologici che avvengono nell'organismo della donna, apportando le sostanze nutrizionali di cui ha più bisogno ed eliminando ciò che può essere dannoso. L'alimentazione in questo periodo deve evitare l'aumento di peso, cercare di ridurre il rischio di osteoporosi e delle malattie metaboliche, ma anche apportare nutrienti preziosi come Omega 3, antiossidanti, fibre e fitoestrogeni, per compensare il calo tipico della menopausa. A una dieta sana e ben bilanciata, è bene associare uno stile di vita non troppo sedentario, svolgendo una regolare attività fisica, come ginnastica aerobica, passeggiate, piscina o bicicletta. Come in tutte le altri fasi della vita, sarebbe meglio non fumare, dato che il fumo aumenta il rischio di molte patologie.

  • Semi di soia con baccelli La soia è un legume originario dell'Estremo Oriente e dai suoi semi si estraggono delle proteine con una percentuale del 37%. Considerando che carni e pesce contengono il 20-25% di proteine, la percen...
  • Risultati esame moc dexa La densitometria ossea è un'analisi clinica, utilizzata per la diagnosi di osteoporosi e osteopenia. Questo esame esprime la densità, in sali minerali, dell'osso riportando il contenuto soprattutto di...
  • tessuto vaginale premenopausa/postmenopausa Con il trascorrere del tempo, ciascuna donna andrà incontro a trasformazioni del proprio corpo e anche al sistema urinario; queste si definiscono precisamente: atrofie vaginali. I genitali in premenop...
  • Donna in menopausa con i relativi sintomi Nelle donne la menopausa è una normale risposta fisiologica all'avanzare dell'età. Con il passare del tempo si verificano cambiamenti vistosi, sia all'esterno che all'interno della macchina corporea.L...

Padella Mayo (285ml) nutriful

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,49€


Quali alimenti evitare

Alimentazione menopausa La dieta in menopausa deve prevedere un ridotto apporto di grassi, soprattutto quelli saturi che causano un aumento del colesterolo LDL e dei trigliceridi. Occorre diminuire anche le quantità di proteine animali, soprattutto quelle di latte e derivati. Contrariamente a quello che spesso si crede, infatti, non si deve incrementare il consumo di latticini per assumere più calcio, anzi, questi favoriscono la perdita di calcio nelle urine. Inoltre è dimostrato che chi segue un'alimentazione troppo ricca di proteine animali, è più soggetto a fratture ossee da osteoporosi. Meglio quindi favorire le fonti di calcio di origine vegetale ed eventualmente, in accordo con il medico, utilizzare un integratore di vitamina D. Sempre per prevenire l'osteoporosi, è bene limitare il consumo di bevande alcoliche (che comunque hanno anche tanti altri effetti collaterali) e a base di caffeina. Per scongiurare altre patologie, in primis il diabete, è bene ridurre anche gli zuccheri semplici, favorendo invece i carboidrati complessi. Infine, porre sempre attenzione anche ai metodi di cottura, evitando le fritture e prediligendo quella a vapore, alla piastra e al forno.


Curare la dieta in menopausa: Gli alimenti ideali

La dieta in menopausa deve favorire gli alimenti di origine vegetale, quindi frutta, verdura, cereali e legumi, riducendo il consumo di quelli di origine animale, prediligendo il pesce azzurro e le carni magre. La frutta e la verdura devono essere consumati più volte al giorno, l'importante è che siano fresche e di stagione. I cereali, che sono alla base della dieta mediterranea (particolarmente adatta alla donna in menopausa), è meglio sceglierli integrali. Quindi sì a pasta, riso, farro, orzo, miglio e pseudo cereali come quinoa e grano saraceno. Un ottimo alimento proteico e ricco di fitoestrogeni sono i legumi, che abbinati ai cereali sostituiscono la carne formando un piatto unico completo. Le proteine animali più consigliate sono quelle del pesce, meglio se azzurro. Senza eccedere, sono permessi anche altri cibi di origine animale: carni magre, uova e infine latticini e affettati, non più di due volte a settimana e preferendo quelli più magri. È bene anche includere nella dieta alimenti ricchi di fitoestrogeni, come soia (e gli altri legumi), semi di sesamo e nocciole. Come condimento prediligere l'olio extravergine di oliva, mentre il sale va limitato.



COMMENTI SULL' ARTICOLO