Premenopausa

Di cosa si tratta e come affrontare la premenopausa

Con il trascorrere del tempo, ciascuna donna andrà incontro a trasformazioni del proprio corpo e anche al sistema urinario; queste si definiscono precisamente: atrofie vaginali. I genitali in premenopausa possono avere secchezza, bruciore, dolore durante il rapporto sessuale e irritazione. Differentemente da altri presagi, come le vampate di calore, che possono essere di entità inferiore, con il passare del tempo, l’atrofia vaginale frequentemente prosegue aggravandosi con il trascorrere dell'età. Alcuni accorgimenti possibili e disponibili sono: lavaggi freddi o gli impacchi possono migliorare il bruciore; i lubrificanti vaginali possono ridurre lo strofinamento, trasformando il rapporto meno problematico, alcuni olii naturali, come quello alle mandorle dolci o all’avocado possono essere di aiuto.
tessuto vaginale premenopausa/postmenopausa

MENOPAUSA Vegavero® | Senza Soia | 120 capsule | con Salvia, Camomilla, Melissa, Semi di Lino, Enotera e Luppolo | Vegan

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,97€
(Risparmi 4,93€)


Principali sintomi

Malessere fisico premenopausa La durata della premenopausa è modificabile anche se dura da uno a sei anni nella fascia d'età dai 35-45 anni. I sintomi della sindrome della premenopausa possono essere soggettivi; i più comuni sono quelli collegati all’umore come ad esempio la rabbia, la depressione, ansia, pianto, tensione, sbalzi d'umore ecc. Quelli fisici sono gonfiore, ritenzione idrica, aumento del peso, tensione mammaria, acne, dolori articolari, affaticamento, perdita dei capelli, costipazione, sonnolenza. Le mestruazioni avranno una frequenza piuttosto anomala: scarse e brevi, abbondanti e durature o dolorose. Durante la fase di premenopausa l'organismo si adatta gradualmente al cambiamento ormonale. Quando termina in maniera definitiva il ciclo mestruale si entra nella cosiddetta fase di menopausa.

  • Semi di soia con baccelli La soia è un legume originario dell'Estremo Oriente e dai suoi semi si estraggono delle proteine con una percentuale del 37%. Considerando che carni e pesce contengono il 20-25% di proteine, la percen...
  • Fase menopausa delicata La menopausa è una fase fisiologica femminile, quando la donna cessa definitivamente di essere fertile. Questo importante momento è solitamente accompagnato da diversi sintomi soggettivi, come palpita...
  • Risultati esame moc dexa La densitometria ossea è un'analisi clinica, utilizzata per la diagnosi di osteoporosi e osteopenia. Questo esame esprime la densità, in sali minerali, dell'osso riportando il contenuto soprattutto di...
  • Donna in menopausa con i relativi sintomi Nelle donne la menopausa è una normale risposta fisiologica all'avanzare dell'età. Con il passare del tempo si verificano cambiamenti vistosi, sia all'esterno che all'interno della macchina corporea.L...

Isoflavoni di soia, 90 capsule - integratori menopausa - vampate di calore - oscillazioni dell'umore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,56€
(Risparmi 0,09€)


Gli integratori

mix di integratori Tra gli integratori più importanti per la menopausa ci sono gli isoflavoni di soia ed il trifoglio rosso, il calcio, magnesio, potassio,vitamina B12, C, D3, E, ferro, fibre, olio di borragine. È utile utilizzare anche dei preparati fitoterapici, che si basano sui principi attivi di alcune piante che contribuiscono a ridurre la vampate di calore perché contengono fitoestrogeni che svolgono un’azione simile a quella degli ormoni della donna. Anche i fiori di bach contribuiscono a migliorare il campo emozionale ed alleviare gli stati d’animo negativi. È importante anche dare un’attenzione alla dieta ed alimentazione generale, che dev'essere equilibrata e sana ed è consigliato fare un po’ di attività fisica; il movimento aiuta a combattere lo stress e sentirsi in forma può aiutare a combattere la depressione.


Premenopausa: Cause del calo del desiderio sessuale

Rapporto coppia Dopo la menopausa la perdita di estrogeni può generare degli sconvolgimenti anche nell'entourage sessuale femminile. Svariate donne osservano un notevole calo del desiderio, hanno meno sensibilità agli stimoli e alle carezze. Sotto la sfera emotiva perdono proprio l'interesse e la capacità dell'eccitamento. Il livello di estrogeni più basso, però, non è l'unico responsabile del calo del desiderio, ci sono molteplici altri fattori che condizionano il coinvolgimento sessuale durante la menopausa:

• Problemi di controllo della vescica

• Disturbi del sonno

• Depressione

• Stress

Per far fronte a questi disagi si può prendere in considerazione alcune soluzioni come per esempio la terapia ormonale o altrimenti affidarsi al proprio ginecologo che saprà consigliarvi la strada giusta da adottare.



COMMENTI SULL' ARTICOLO