Dieta colite ulcerosa

Quali sono i sintomi e le cause della colite ulcerosa

La colite ulcerosa è una malattia infiammatoria cronica che riguarda la mucosa del colon e del retto. I sintomi consistono in una diarrea contenente sia muco che sangue, con scariche più frequenti dopo i pasti e di notte. A ciò si accompagnano dolori crampiformi all'addome ed una sensazione di bisogno di defecazione nonostante l'intestino retto sia già svuotato. A questi sintomi è spesso associata la febbre elevata. Le cause della patologia non sono ancora conosciute ma alcuni ritengono che sia coinvolto il sistema immunitario e che ci sia una predisposizione genetica. Spesso i pazienti affetti da questa malattia evidenziano una forte componente ansiogena, come accade nel colon irritabile. Altri sono dell'avviso che questa grave tipologia di colite dipenda da fattori alimentari. Ciò che è certo è che una dieta corretta riduce efficacemente i sintomi.
dolori per colite ulcerosa

La dieta antinfiammatoria per l'intestino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,66€
(Risparmi 2,24€)


Il ruolo fondamentale della dieta nella colite ulcerosa

Intestino infiammato al microscopio Occorre distinguere due fasi della patologia cronica: quella remissiva, nella quale non si manifestano sintomi, e quella acuta, in cui sono presenti i disturbi. La dieta della colite ulcerosa nei periodi asintomatici serve a mantenere l'integrità della mucosa intestinale e prevenire gli episodi acuti mentre nel corso di questi ultimi lo scopo è ridurre la sintomatologia. Una specifica alimentazione è importante anche per assicurare al paziente un adeguato apporto di nutrienti dal momento che la malattia è associata a malassorbimento e perdita di varie sostanze, a causa dello stato infiammatorio e della diarrea. Alcune persone sono comunque in grado di assumere quasi tutti gli alimenti senza gravi problemi e necessitano quindi di minori attenzioni dietetiche. In ogni caso i pasti devono essere moderati e frequenti e le pietanze cotte in maniera semplice.

  • Zona interessata dalla colite da stress La colite da stress, anche detta sindrome del colon irritabile, è un disturbo intestinale che si presenta con sintomi molto variabili in base ai soggetti. Essa parte da una forte componente psicosoma...
  • Cause colon irritabile Il colon irritabile è un disturbo a carico dell'intestino ed è causato da molteplici fattori. La causa principale va ricondotta al proprio stile di vita: è probabile che a soffrire di colon irritabile...
  • sindrome colon irritabile La sindrome del colon irritabile è un disordine cronico di natura gastrointestinale che colpisce il colon, in particolar modo quello discendente, e l'intestino tenue alterando la regolare funzione di ...
  • Localizzazione dolore Per colite, si intende un'infiammazione del colon (secondo tratto dell'intestino crasso) che si manifesta con dolore dolore nella parte bassa della pancia. Il colon è un organo che copre la seconda pa...

Valfrutta - Borlotti, Cotti A Vapore - pacco da 3x150g (450g)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,1€


Differenze dietetiche tra fase remissiva ed acuta

Cibi contenenti fibre Nei periodi di remissione della malattia il paziente deve consumare una buona quantità di fibre vegetali anche se non eccessiva. In base alla frequenza delle evacuazioni ed alla consistenza delle feci, si assumeranno in media da 25 a 35 g di fibre al giorno, tra quelle solubili di frutta e verdura e quelle insolubili dei cereali integrali. Oltre a mantenere la naturale motilità dell'intestino, la fibra migliora il profilo della flora batterica. Sempre a tale scopo è importante consumare yogurt o altri latticini fermentati oppure assumere fermenti lattici. Durante le fasi acute occorre bere molta acqua per reintegrare le perdite causate dalla diarrea. Il consumo di fibre deve essere ridotto il più possibile per non peggiorare la sintomatologia. Bisogna anche eliminare latte e gli altri alimenti contenenti lattosio.


Dieta colite ulcerosa: Gli alimenti da evitare e quelli da preferire

Il caffè è dannoso per la colite Devono essere evitati i cibi irritanti come caffè, tè, bevande gassate, cioccolato, alcolici, spezie forti e piccanti e quelli grassi come i formaggi, le fritture, i salumi e i dolci elaborati. Nella dieta della colite ulcerosa bisogna limitare il consumo di cavoli, pomodori, melanzane, legumi, agrumi, cipolla, uova e pesci grassi. I metodi di cottura degli alimenti da preferire sono: la lessatura, la cottura al vapore e al forno, evitando quella alla griglia e le fritture. Sono invece consigliati: carni bianche o rosse magre, pesce magro, prosciutto privato del grasso, fette biscottate, cracker, pane tostato e grissini. Il paziente deve masticare con cura e lentamente e mangiare in uno stato d'animo tranquillo. È anche importante che i liquidi ingeriti non siano né troppo freddi né troppo caldi.



COMMENTI SULL' ARTICOLO