Pubalgia inguinale

Pubalgia inguinale, sintomi

I sintomi che si manifestano all'insorgere di una pubalgia inguinale si caratterizzano principalmente per un dolore leggero che non influisce sul movimento delle gambe, rilevabile solo alla palpazione dell'arto. Con il passare dei giorni questo fastidio tende ad aumentare durante la pratica dello sport, per poi prolungarsi dopo il termine degli allenamenti con dolori sordi e lancinanti, che prendono la zona pubica e l'addome, prolungandosi fino all'interno delle cosce. In alcuni casi viene interessata anche la zona scrotale con sensazione di carico intestinale da svuotare. Se non vengono presi opportuni provvedimenti, rivolgendosi ad un medico fisiatra, per iniziare cure appropriate atte a debellare l'infiammazione, si rischia un lungo periodo di allontanamento dall'attività sportiva, che può durare dai due ai sei mesi.
Pubalgia inguinale nello sport

Intimate Portal Gradire Culla Intimo da Gravidanza a Vita Bassa Premaman Slip in Cotone Set di 5 Multicolore XL

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,9€
(Risparmi 25,1€)


Pubalgia inguinale, predisposizione

Ginnastica riabilitativa La pubalgia inguinale è un'infiammazione che interessa i muscoli della zona pelvica, (adduttori, addominali, piramidale e pettineo), viene normalmente classificata nelle "patologie da sovraccarico", si manifesta con fastidiosi dolori nella zona dell'inguine prolungandosi fino all'interno della coscia. Le persone predisposte a pubalgia inguinale rientrano nella categoria degli sportivi, particolarmente colpiti da questa pubalgia inguinale sono: calciatori, tennisti, ciclisti e tutti i praticanti di sport dove vengono sollecitati muscoli e tendini degli arti inferiori con repentini scatti e improvvisi cambi di direzione. I primi dolori si accusano principalmente ad inizio giornata, al momento di alzarsi dal letto, oppure in pieno allenamento, bloccando qualsiasi movimento fisico, compreso il semplice camminare.

  • Un errato appoggio crea pubalgia La pubalgia è definita come un’infiammazione prevalentemente di natura tendinea che interessa la zona pubica (da qui la radice del nome). Ad essere interessati sono anche i muscoli che trovano inserzi...
  • Infiammazione all'inguine maschile L'infiammazione inguine o pubalgia interessa tutta la zona del basso ventre, dell'inguine e della parte superiore delle cosce, esistono diverse cause che la provocano, ne sarebbero state individuate c...
  • Anatomia localizzazione dolore La pubalgia è una sindrome dolorosa che si localizza all’inguine, da uno o ambo i lati. E’ una patologia di tipo infiammatorio e di interesse muscolare. I sintomi possono presentarsi in maniera acuta,...
  • Attacco di dolore inguinale L'inguine è la regione anatomica di forma triangolare che si trova fra la piega di flessione fra addome e coscia, viene contraddistinta col nome di inguine destro e inguine sinistro, comunque sono ent...

Incite Nutrition Glucosamina Solfato 1500 2KCL Compresse, per 1 Anno

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,99€


Pubalgia inguinale, trattamenti

Yoga, esercizi riabilitativi pubalgia I trattamenti più accreditati per la guarigione di una pubalgia inguinale sono: riposo assoluto, onde d'urto, tecarterapia, laser terapia e trattamento riabilitativo completo posturale praticato da un fisioterapista alla scomparsa dei dolori. Il riposo assoluto è fondamentale per la guarigione una pubalgia inguinale. É necessario rinunciare per alcuni mesi a qualsiasi attività sportiva e praticare esercizi di postura per la rieducazione della colonna vertebrale. Al superamento della fase acuta è possibile procedere al riequilibrio e al rinforzo dei muscoli adduttori e addominali. Il riposo deve essere accompagnato da un trattamento da farmaci antinfiammatori. Una terapia a base di onde d'urto crea un effetto stimolante e rimodellante dei tendini. La riabilitazione in piscina viene consigliata da molti specialisti, il corpo a contatto dell'acqua diventa leggero agevolando il movimenti delle gambe.


Esercizi riabilitativi

Esercizi riabilitativi La fase riabilitativa di una pubalgia inguinale comprende esercizi utili ad anticipare la guarigione. La "posizione Yoga della farfalla" è uno di essi. Da seduti, mantenendo la schiena dritta con le gambe piegate e con i piedi a contatto tra di loro, si afferrano le caviglie con le mani con i talloni che toccano a terra. Rilassando gli arti, le ginocchia vengono fatte oscillare, simulando il battito d'ali delle farfalle. Questo movimento va ripetuto una decina di volte, mentre la posizione deve essere mantenuta per due minuti. Altro esercizio da poter effettuare è il seguente: sdraiarsi su un asciugamano oppure su un tappeto, prendere il piede con le mani e portare il ginocchio della gamba verso il petto con successiva distensione. Questo movimento è da ripetere 10 volte con respiro rilassato e movimenti dolci, effettuandoli lentamente.




COMMENTI SULL' ARTICOLO