Colposcopia

Di cosa si tratta e a cosa serve

La colposcopia è un esame clinico che viene fatto attraverso un'ispezione visiva della cervice e della vagina; gli strumenti utilizzati consentono di illuminare e ingrandire questa parte del corpo umano. Infatti si impiegano diverse lenti che forniscono un ingrandimento da 5 a 25 volte. La colposcopia è un esame estremamente importante per le donne perché serve a individuare nei tessuti del collo dell'utero zone precancerose oppure cancerose allo stadio iniziale o di escluderne la presenza. In questo modo riveste un ruolo molto importante nella prevenzione del tumore all'utero. Di solito il ginecologo decide di far eseguire questo test dopo essere stato messo in allarme dal risultato anomalo del pap test: ad esempio la striscia verticale può mostrare ripetutamente infezioni o infiammazione. In alternativa possono essere rilevate durante l'esame fisico aspetti anomali della cervice.
Esempio biopsia colposcopica

Colposcopia e patologia del tratto genitale inferiore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 93,5€
(Risparmi 16,5€)


Come viene effettuato

Cervice infiammata La colposcopia si caratterizza per il fatto di essere un esame assolutamente indolore: per questo motivo non richiede una procedura di anestesia. La donna deve assumere una posizione litotomica, in modo che vagina e cervice possano essere messe perfettamente in evidenza con uno speculo: si tratta di uno strumento che consente di allargare la vagina e di separarne le pareti collabite. A questo punto si asciugano con un tampone i tessuti così evidenziati, per poi lavare la zona con una soluzione fisiologica oppure utilizzando una miscela di acido acetico diluito in acqua. Questa soluzione consente di evidenziare zone precancerose, perché invece della normale tonalità rosa assumono un colore bianco. Per identificare le aree sospette, si utilizzano specchi per ingrandire la cervice e facilitare l'ispezione visiva dei tessuti. Un altro segnale di allarme è rappresentato dall'aspetto superficiale anomalo dei tessuti, con vasi sanguigni ingrossati.

  • Prima del tempone vulvare Prima di presentarsi in ambulatorio per fare un tampone vulvare, ci sono alcune condizioni che vanno rispettate. Innanzitutto, bisogna comunicare all’accettazione se si stanno seguendo delle terapie f...
  • Esempio di esame colposcopico Ogni anno sono molte le donne che si sottopongono a un esame colposcopico; questo esame viene effettuato in maniera rapida, in quanto non è prevista l'anestesia. Il suo scopo è prevenire e diagnostica...
  • Candida e infezioni vaginali Le vaginiti sono essenzialmente un'infiammazione della vagina, cioè dei tessuti genitali della donna. Le vaginiti possono essere causate da vari fattori, ad esempio da un'infezione, da una reazione al...
  • fimosi serrata sintomi La fimosi serrata è una patologia che interessa gli uomini e consiste nell'impossibilità di retrarre il prepuzio e quindi di scoprire il glande, anche quando non è in erezione. L'organo sessuale masc...

Manuale per l'accreditamento di eccellenza per operatori in colposcopia e fisiopatologia del tratto genitale inferiore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13€


Approfondimenti

Colposcopia cervice uterina Nel caso che si rilevino zone dall'aspetto insolito oppure dalla strana colorazione, è possibile integrare la colposcopia con il prelievo di frammenti di tessuto: a questo punto si può procedere a una vera e propria biopsia. Se il campione sottoposto all'esame istologico evidenzia la presenza di cellule tipiche della manifestazione di un cancro ai primi stadi oppure di una displasia grave (cioè se si verifica una loro proliferazione anomala), si può procedere a un intervento specifico. Questo trattamento locale può essere effettuato attraverso criochirurgia, diatermia oppure laserterapia e consente di distruggere le cellule anomale; tuttavia può essere messo in atto soltanto se la zona interessata è visibile. Se durante la colposcopia parte della zona anomala viene rilevata all'interno del canale cervicale, bisogna realizzare una conizzazione.


Colposcopia: Altri possibili utilizzi

Preparazione esame colposcopia La colposcopia può essere messa in atto anche in altre situazioni: ad esempio può consentire di avere una valutazione delle lesioni della vagina o della vulva. Se si osservano percorsi vascolari e cambiamenti acetobianchi sulla vagina simili a quelli che interessano la portio cervicale, si può effettuare una diagnosi abbastanza precisa. In questo caso è necessario mettere a punto una biopsia. Bisogna tenere a mente che nel caso che la colposcopia interessi la vagina, è necessario effettuare un'iniezione di anestetico: infatti la sensibilità al dolore è maggiore rispetto alla cervice. Di conseguenza la biopsia avviene in situazione di anestesia locale. La colposcopia viene eseguita anche per esaminare una vittima di assalto sessuale: infatti, se si sottopone la cervice a grande ingrandimento, si rileva in maniera migliore un trauma del tessuto. Questo esame si caratterizza per essere completo, attento, delicato e non provoca disagio alla donna.



COMMENTI SULL' ARTICOLO