Bilirubina

Il primo campanello d'allarme del fegato malfunzionante

La bilirubina è uno dei maggiori campanelli d'allarme per i malfunzionamenti del fegato. Si tratta, infatti, di una sostanza di scarto naturalmente presente nel nostro organismo entro range adeguati, ma che se presenta variazioni (soprattutto in positivo) deve necessariamente destare attenzione. È una delle componenti principali della bile e viene espulsa tramite l'urina o le feci, la sua formazione avviene come conseguenza della disgregazione dell'emoglobina, la proteina che forma i globuli rossi, alla fine del suo ciclo vitale. La bilirubina è quindi libera nel sangue, ma una volta giunta al fegato dovrebbe essere filtrata da quest'ultimo per permetterne la regolare espulsione, così da mantenere nel range i valori ematici. Quando questo non accade le cause possono essere due, o un turnover dei globuli rossi troppo rapido oppure, cosa molto più semplice, un malfunzionamento del fegato.
Posizione fegato corpo

La Bilirubina

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1,29€


Le cause dei valori ematici troppo alti o troppo bassi

Aspetto fegato malato Si distingue in "diretta" e "indiretta", ma in genere il valore al quale si fa maggior riferimento è il primo. Quando il valore totale è più basso rispetto al range di riferimento (2.5–3 mg/dl) non c'è assolutamente da preoccuparsi. Donne e bambini potrebbero avere infatti valori inferiori rispetto agli uomini, ma anche alcune determinate condizioni temporanee possono abbassarli (allenamenti intensi, utilizzo di farmaci, alimentazione di un certo tipo e non solo). Quando i valori sono più alti della norma c'è invece da allarmarsi: il problema potrebbe stare nella superproduzione della sostanza (e quindi in una morte troppo rapida delle cellule che compongono l'emoglobina) oppure nell'incapacità del fegato di filtrare i materiali di scarto. Quando l'ipotesi è la seconda bisogna arrivare a comprendere il perché di tale difficoltà.

  • organi umani L'organismo umano è come una macchina composta da diversi pezzi ognuno indispensabile per la corretta funzionalità dell'altro. Gli organi del corpo sono praticamente gi ingranaggi che permettono al no...
  • olio di fegato di merluzzo L’olio di fegato di merluzzo, è un olio che viene ottenuto da specifici pesci dei mari del Nord. Suddetto olio, contiene grandi quantità di vitamina A, vitamina D, omega tre ed acidi grassi. Le propr...
  • olio di fegato di merluzzo in capsule L’olio di fegato di merluzzo viene ricavato dal fegato del merluzzo ed è un olio giallognolo dal sapore alquanto disgustoso. Dopo una raffinazione, l’olio direttamente ricavato dal fegato del merluz...
  • Il fegato e le sue funzioni Il fegato è uno degli organi più importanti del corpo umano, questo perché svolge numerosissime azioni senza le quali sarebbe praticamente impossibile vivere. Mantenere un fegato in salute è quindi il...

La Bilirubina

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1,29€


Correlazione tra valori del fegato anomali e alcol

Correlazione alcolici bilirubina I valori sballati possono dipendere da malattie croniche e ereditarie come il morbo di Gilbert, che solitamente non portano ad alcun tipo di complicazione nel lungo termine. Oppure possono dipendere dallo stile di vita adottato in un determinato periodo unito ad una certa predisposizione genetica. Sappiamo tutti che il fegato ha funzione filtrante, ma spesso non trattiamo questo preziosissimo alleato del benessere come dovremmo, sovraccaricandolo con carboidrati complessi raffinati e grassi saturi. Se l'alimentazione della stragrande maggioranza della popolazione è poi sbagliata, a questo si aggiunge l'abuso di alcolici di ogni tipo soprattutto da parte dei giovani. Meglio quindi controllare attentamente l'alimentazione (soprattutto durante la settimana) e cercare di limitare il più possibile gli eccessi di alcol, nel weekend e non solo. I valori sballati vanno infatti a braccetto con l'abuso di alcol!


Bilirubina: I segni fisici che devono destare sospetto

Occhi bilirubina Come fare a capire se i vostri valori ematici sono da controllare, anche se non avete ancora sentito il medico? In realtà è molto semplice. Qualsiasi stato di malessere generalizzato dovrebbe allarmarvi, ma quando c'è di mezzo il fegato di solito si assiste a una inconfondibile stanchezza (collegata soprattutto al momento post-prandiale) a una debolezza muscolare generale, alla sensazione fastidiosissima di "bocca amara" e a secchezza cutanea e irritabilità. Nel caso dei valori sballati, poi, alcune componenti biliari potrebbero "tingere" di giallo pelle e occhi provocando una lieve forma itterica. La sclera dell'occhio non apparirà più bianca ma screziata di giallo, soprattutto agli angoli. In questo caso è quasi inevitabile pensare che ci sia qualcosa che non va, motivo per il quale è caldamente consigliato ricorrere a una visita medica accurata.



COMMENTI SULL' ARTICOLO