Embolo

Tipi di embolo

Un embolo è un corpo estraneo che attraversando le vene va a raggiungere un vaso troppo stretto che non gli permette di passare, il flusso sanguigno si troverà così ad essere ostruito. Esso può essere costituito da coaguli di sangue, in questo caso si parlerà di trombosi. Può essere anche una massa grassa e prenderà il nome di embolia lipidica derivante dalla rottura di un osso che il più delle volte riguarda il bacino. L'embolia gassosa è provocata da un embolo di gas ed è più frequente in coloro i quali praticano immersioni subacquee, più raramente in altre situazioni. Anche nelle gestazioni esistono dei rischi derivanti dall'embolia da liquido amniotico il quale può entrare nel circolo sanguigno materno provocando allergie. L'embolia da colesterolo deriva da una placca arteriosclerotica.
Embolo

El Sucio Embolo (Nique Mix)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1,29€


Sintomi

Embolo Le embolie più pericolose e comuni sono quelle derivanti da coaguli ematici. Se colpiscono il cervello prendono il nome di embolie cerebrali, cause frequenti di ictus, se un embolo ostruisce un'arteria polmonare prende il nome di embolia polmonare. I sintomi di un'embolia polmonare non sono facilmente riconoscibili perché variano da individuo a individuo. Possono presentarsi forti dolori al petto, respiro corto, tosse con presenza di sangue e muco, sensazione di svenimento. Molte embolie polmonari sono causate da un trombo a una gamba per cui è possibile avvertire dolore e gonfiore in quella sede. Le embolie cerebrali avvengono il più delle volte senza preavviso, eventuali sintomi possono essere intorpidimento, confusione, difficoltà a parlare, perdita della vista, mancanza di equilibrio, stordimento.

  • la forza dell'acqua Avete mai sentito parlare dell'acqua spinning? Con questo articolo cercheremo di spiegare cos'è e quali sono i benefici che procura. Esso rientra nella categoria degli sport acquatici a scopo curativo...
  • cellulite La cellulite, è un inestetismo che colpisce in particolar modo l’universo femminile. Si manifesta come un’alterazione del tessuto sottocutaneo dove si localizzano le cosiddette cellule adipose. Queste...
  • centri benessere Quando si è di solito colpiti da un periodo di forte stress si cerca di ritrovare un po' di ristoro nei centri Relax SPA, in grado insomma di rigenerare l'organismo umano con determinate tecniche. I c...
  • polmoni La fisioterapia respiratoria, è una trattamento medico volto al miglioramento di specifiche disfunzioni respiratorie. Il fine di suddetta terapia è quello di migliorare il funzionamento dell’apparato ...

Panini FIFA 365 Adrenalyn XL 2017 Breel Embolo Impact Signing Trading Card

Prezzo: in offerta su Amazon a: 2,99€


Fattori di rischio

Gravidanza Anche se chiunque può sviluppare un embolo esistono dei fattori che aumentano il rischio. Avere avuto un familiare con una storia di embolia rappresenta una probabilità in più di sviluppare emboli. Alcuni tipi di tumori, quali quelli al pancreas, all'ovaio, e molti altri che sviluppano metastasi, così come le chemioterapie possono aumentare la probabilità di mettere in circolo sostanze che formano emboli. Gli interventi chirurgici in genere espongono ad un maggior rischio di embolie quanto più si è rimasti sotto anestesia generale, così come permanenze prolungate a letto. Le malattie cardiovascolari rappresentano un pericolo sia per embolie polmonari che cerebrali. Il fumo, il sovrappeso, l'uso di estrogeni per evitare gravidanze e la gravidanza in sé, a causa del peso del feto sulle vene del bacino, sono tutti fattori di rischio.


Embolo: Terapia

embolo polmonare L'embolia polmonare o cerebrale è trattata solitamente con terapia farmacologica. Lo scopo principale del trattamento è arrestare la crescita dell'embolo ed evitare che si formino nuovi coaguli. La terapia può includere farmaci anticoagulanti, tra i quali l'eparina, che diluiscono il sangue e rallentano la capacità di formare nuovi grumi, tuttavia questi non agiscono su emboli preesistenti. Se i sintomi sono severi le terapie saranno tanto più urgenti per evitare rischi per la vita. I trombolitici sono farmaci che velocemente dissolvono i coaguli di sangue ma, poiché possono provocare improvvise emorragie, sono utilizzati solo se il paziente è in pericolo di vita. Quando i farmaci non sono somministrabili i medici possono fare uso di un catetere per rimuovere l'embolo, più raramente viene indicato un trattamento chirurgico.



COMMENTI SULL' ARTICOLO