Esami sangue ves

Che cos'è la ves?

Ves è l'acronimo di velocità di eritrosedimentazione: con questa formula ci si riferisce alla velocità di sedimentazione degli eritrociti, comunemente noti come globuli rossi, cellule fondamentali per il corretto funzionamento dell'organismo umano. Il compito degli eritrociti è quello di trasportare l'ossigeno dai polmoni ai tessuti e di condurre l'anidride carbonica dai tessuti ai polmoni. Attraverso le analisi del sangue della ves si determina a che velocità i globuli rossi viaggiano e si separano dal plasma. Per misurare la ves si effettua un prelievo di sangue con emocromo e formula leucocitaria. Il test Wintrobe prevede il prelievo di sangue intero non coagulato che viene inserito in una pipetta graduata e lasciato in verticale per sessanta minuti. L'esame Westergreen, il più comune, analizza invece un campione di sangue misto a citrato di sodio in una pipetta graduata: dopo un'attesa di un'ora, si ottiene come risultato la velocità di eritrosedimentazione.
La ves misura i globuli rossi

Heavy Duty lampadina di ricambio fari Xenon HID 35 W 3000 K oro giallo 12 V 24 V H4 HB2 9003 Bi-Xenon hilo 2016 Dual Beam alto basso (confezione da 1)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,2€


Esami sangue ves: valori normali

ves emocromo I valori normali degli esami del sangue della ves vanno da 0 a 20 millimetri all'ora calcolati in base all'indice di Katz, lo scienziato che per primo misurò la velocità di sedimentazione dei globuli rossi. L'indice di Katz si ottiene sommando il valore mostrato dal prelievo durante la prima ora di analisi del sangue alla metà del valore della seconda ora e dividendo il risultato finale per quattro. Stando all'equazione, sono normali i valori che oscillano tra 4 e 10 sull'indice di Katz per l'uomo e tra 4 e 15 per la donna, con riferimento all'ora. L'optimum è il 7 sulla scala di Katz e corrisponde al valore consigliabile. Nei neonati la ves non deve mai superare i 2 millimetri mentre per gli adulti può arrivare anche ai 15 millimetri. Valori più alti sono tollerati dai medici negli anziani, la cui ves può raggiungere anche i 25 millimetri e nelle donne, che spesso mostrano valori normali intorno ai 15 millimetri. Oltre i 25 millimetri di ves all'ora, si entra nella soglia di allarme.

  • cerotto per vescica al tallone Le vesciche sono dei rigonfiamenti e infiammazioni fastidiosi che interessano le parti maggiormente sollecitate quando si esegue uno sforzo fisico e cioè le mani e i piedi. Le mani sono soggette alla ...
  • vestiti L’abbigliamento è composto dagli abiti e dai vestiti che indossiamo ogni giorno. La funzione dei vestiti è quella di coprire il corpo e di nascondere agli altri la visione delle parti intime. Nell’inv...
  • Moda e vestiti Quando si parla di moda ci si concentra principalmente sui capi d'abbigliamento da indossare, i vestiti più in voga del momento. Molte persone badano esclusivamente ad essere impeccabili sia dentro ch...
  • Moda e varietà Negli anni la moda ha subìto notevoli cambiamenti, c'è la costante voglia di rinnovarsi, di stare al passo con i tempi, creando qualcosa di diverso che possa attirare sempre più l'attenzione dei fashi...

Cuscino in lattice naturale ad alta e bassa particella massaggio cuscino in lattice-A

Prezzo: in offerta su Amazon a: 66€


Ves alta o bassa: cause e sintomi

La ves alta indica infezioni Un valore alto o viceversa un valore basso negli esami del sangue della ves può essere spia di un processo infiammatorio in atto. Valori elevati che superano quelli normali possono indicare, tra l'altro, la presenza di infezioni, anemie, malattie del fegato; nei casi più gravi, sono indice di infarti e neoplasie. Le cause di un cambiamento dei valori della ves possono essere croniche o temporanee: tra le cause croniche ci sono patologie reumatiche e infezioni virali mentre uno scompenso momentaneo può essere legato a un'infezione batterica. Chiari i sintomi che segnalano l'aumento o l'abbassamento della ves: nei soggetti interessati dal disturbo compaiono dolori ad arti e muscoli, sudore e febbre. In questi casi è necessario fare un'analisi del sangue. Ma fate attenzione a non cadere in facili allarmismi: l'aumento della ves non è automaticamente associato ad una patologia. I valori salgono anche quando si è in gravidanza, con l'età, durante il ciclo mestruale o con l'influenza.


Quando misurare la ves

Fate le analisi ogni sei mesi Occuparsi della salute del proprio corpo vuol dire tenere sotto controllo costante i valori del sangue. Con un esami del sangue della ves e un'analisi di emocromo e formula leucocitaria si monitora l'andamento di globuli rossi, globuli bianchi e piastrine: i risultati indicano quante cellule abbiamo, quanto sono grandi, a che velocità viaggiano e se svolgono correttamente la loro funzione. Grazie alle analisi del sangue il medico può individuare patologie occulte come infezioni, infiammazioni e tumori. Vengono eseguite dietro prescrizione del medico di base e dietro pagamento di un ticket: normalmente i tempi di elaborazione sono di 48 ore. Il prelievo va fatto al mattino, tra le 7 e le 10, rigorosamente a digiuno. Negli adulti sani si consiglia di ripetere le analisi del sangue ogni sei mesi mentre nei soggetti affetti da patologie è bene sottoporsi ai prelievi ogni tre mesi. Per i bambini si prescrive un'analisi del sangue una volta all'anno con emocromo e formula completa.




COMMENTI SULL' ARTICOLO