Laringite catarrale

La laringite catarrale, che cos'è e come si diagnostica

La laringite catarrale è un'infiammazione della laringe, il primo tratto della trachea che compromette temporaneamente le vie respiratorie. Nei casi più gravi può interessare anche la faringe, degenerando in faringolaringite o estendersi all'intera trachea, diventando laringotracheite catarrale. È un processo infiammatorio temporaneo, solo in rarissimi casi diventa cronico e interessa il 40% della popolazione mondiale, in particolare nei cambi di stagione. Per diagnosticare la laringite catarrale è sufficiente recarsi dal proprio medico di fiducia e sottoporsi ad una visita: il risultato vi verrà consegnato in pochi minuti insieme alla cura, un mix tra riposo e farmaci. La laringite acuta comporta difficoltà a respirare, i sintomi sono quelli tipici del catarro: mucose arrossite, naso chiuso, difficoltà a deglutire, tosse e espettorazioni con muchi. Alla comparsa di uno di questi sintomi, rivolgetevi al medico di base.
La <em>laringite catarrale</em> compromette le vie respiratorie

Dermastir Tsunami - Deep Cleanser 100 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 58€


Le varie forme delle laringite catarrale

Un bimbo con la laringite catarrale La scienza medica ha isolato varie forme di laringite catarrale a seconda dei fattori scatenanti e della gravità della patologia. Si distinguono la laringite catarrale acuta, subacuta e cronica. La laringite catarrale acuta ha un decorso di tre giorno ed è molto violenta, con comparsa di tosse, febbre e vomito mentre in quella subacuta i sintomi sono diluiti nel tempo, infine nelle laringiti catarrali croniche il malessere diventa costante nel tempo. Tra le cause della laringite catarrale troviamo le infezioni virali virali come i virus dell'influenza e della parainfluenza, il raffreddore o catarro, un'infezione batterico da streptococchi o stafilococchi, i funghi. Quel che è certo è che la laringite catarrale è legata ad una patologia pregressa. In particolare, la laringite catarrale acuta è provocata da bronchite, rinite, faringite, tracheite e raffreddori. A soffrirne sono gli adulti come i bambini, negli anziani può diventare pericolosa: fate attenzione.

  • colite ulcerosa La colite ulcerosa è un’infiammazione dell’intestino, più in particolare parte come infiammazione dell’intestino crasso che sarebbe la parte centrale di tutto l’intestino. Colpisce dapprima l’intesti...
  • polmonite La polmonite è una malattia che colpisce l'apparato respiratorio: si tratta più precisamente di un’infezione dei polmoni, quando vengono attaccati da batteri o virus; l'infiammazione costituisce una n...
  • Zona interessata dalla colite da stress La colite da stress, anche detta sindrome del colon irritabile, è un disturbo intestinale che si presenta con sintomi molto variabili in base ai soggetti. Essa parte da una forte componente psicosoma...
  • Cavità auricolare infiammata Quella esterna è una forma di otite particolarmente fastidiosa, poiché oltre al classico orecchio gonfio si manifesta con sintomi piuttosto forti come dolore e febbre alta. Questa infezione deriva da ...

Moderno semplice parotite volante Pig orologio da parete al coperto non ticchettio silenzioso quarzo movimento silenzioso movimento parete Clcok per ufficio, bagno, soggiorno decorativo 9.65 pollici

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23€


La cura della laringite catarrale

La laringite catarrale si combatte con i farmaci La laringite catarrale è un'infiammazione della laringe che coinvolge le vie respiratorie interessando, molto spesso, anche faringe e trachea. La terapia principale è quella farmacologica: dopo aver ottenuto la diagnosi, quasi certamente il vostro medico di fiducia vi somministrerà farmaci da assumere per via orale come antibiotici, antipiretici e antinfiammatori. Questi medicinali servono per contenere i sintomi, alleviare i dolori e far scomparire gli effetti della laringite catarrale come la tosse, le mucose arrossate e le espettorazioni. Un altro trattamento palliativo per la laringite catarrale, in particolare quando acuta o cronica, è l'aerosol: serve per liberare i canali respiratori intasati dai muschi. Se la laringite catarrale ha interessato anche i bronchi, allora è necessario del cortisone: ma soltanto un professionista può stabilire se è il caso di ricorrere a questi farmaci. Associate riposo, acqua e una buona idratazione al trattamento della laringite catarrale: una settimana e tornerete come prima.


Laringite catarrale: La prevenzione e i rimedi

Bevande calde Per combattere la laringite catarrale potete fare prevenzione nei mesi invernali e utilizzare alcuni rimedi della nonna. Innanzitutto prima che si scatenino i malanni di stagione come l'influenza e le allergie potete utilizzare integratori alimentari, sali minerali e vitamine per potenziare le difese immunitarie del vostro corpo. Se siete anziani o bambini, valutate anche di fare il vaccino antinfluenzale. Una volta invece iniziato il decorso della laringite catarrale, potete ricorrere a tisane e decotti fatti in casa per alleviare i sintomi: vi suggeriamo un brodo caldo, un estratto di tè verde, una tisana calda con un aggiunta di miele per far rilassare la laringe, la faringe e la trachea sottoposta alla stress della laringite. In generale, tutti i cibi caldi sono consigliati. Molto bene anche il trattamento con l'aerosol, inserendo all'interno i farmaci prescritti dal medico e i fumenti di acqua calda.



COMMENTI SULL' ARTICOLO