Peritonite

La peritonite

Il peritoneo è il rivestimento della cavità addominale, che contiene al suo interno buona parte degli organi del nostro organismo, come l'intestino, lo stomaco, la colecisti o la vescica. La peritonite è l'infiammazione del peritoneo, che può essere di tipo acuto o cronico. Si tende a distinguere questo disturbo in due diverse tipologie: primitivo, quando l'infezione è dovuta alla diffusione di batteri attraverso la circolazione sanguigna; questo tipo è molto raro e si può presentare in persone che soffrono di tubercolosi o affetti da pneumococco. Nella maggior parte dei casi le peritonite è invece detta secondaria, dovuta alla contaminazione proveniente da organi contenuti nel peritoneo, che si possono perforare, causando il contatto tra i batteri e le sostanze in essi contenuti e il peritoneo. Il peritoneo è costituito da due sottili strati, che scivolano tra loro, e ad una zona cava interna, che contiene un fluido sieroso, in grado di auto difendersi da buona parte delle infezioni. Per questo motivo una leggera infiammazione del peritoneo può guarire autonomamente, senza bisogno di farmaci. I casi in cui la contaminazione è massiccia o continua necessitano di una cura.
Dolore addominale

Péritonites postopératoires: aspects cliniques et thérapeutiques

Prezzo: in offerta su Amazon a: 76,9€


Le cause della peritonite

Dolore da peritonite Le cause della peritonite sono varie, tra cui alcune sono le più classiche e diffuse. Nella maggior parte dei casi il problema insorge a causa della perforazione di un organo contenuto nel peritoneo. I batteri e gli agenti patogeni contenuti nell'organo fuoriescono ed entrano in contatto con la cavità peritoneale, causandone l'infezione. Spesso questi casi sono dovuti ad un'appendicite non curata, o anche a causa di un'ampia ulcera pelvica. In queste situazioni il disturbo ha un esordio rapido e molto doloroso, anche perché oltre ai batteri si riversano nel peritoneo le sostanze contenute negli organi coinvolti, quindi essudato, urine, muco, succhi gastrici o contenuto intestinale. Queste sostanze possono causare una forma di peritonite particolarmente dolorosa o acuta, che necessita di un rapido intervento dei sanitari. Il rischio, nel caso di cure prestate non tempestivamente, può essere anche la morte del soggetto. La peritonite può essere causata anche da traumi o ferite dovuti a motivazioni varie, tra cui incidenti stradali, ma anche interventi invasivi subiti dal soggetto.

  • Localizzazione schematica dell'ascite La presenza eccessiva e patologica di liquido nella cavità peritoneale viene definita ascite. La cavità peritoneale è lo spazio posto tra i due strati di membrana (il peritoneo) che rivestono l'intern...
  • colite ulcerosa La colite ulcerosa è un’infiammazione dell’intestino, più in particolare parte come infiammazione dell’intestino crasso che sarebbe la parte centrale di tutto l’intestino. Colpisce dapprima l’intesti...
  • polmonite La polmonite è una malattia che colpisce l'apparato respiratorio: si tratta più precisamente di un’infezione dei polmoni, quando vengono attaccati da batteri o virus; l'infiammazione costituisce una n...
  • Zona interessata dalla colite da stress La colite da stress, anche detta sindrome del colon irritabile, è un disturbo intestinale che si presenta con sintomi molto variabili in base ai soggetti. Essa parte da una forte componente psicosoma...

De la Peritonite Aigue Generalisee Primitive, Envisagee Specialement Chez l'Adulte

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9€


I sintomi della peritonite

Forte dolore addominale La severità dei sintomi della peritonite dipende dalla gravità del problema. Chi soffre dell'infiammazione di tipo secondario avverte un dolore acuto alla cavità addominale. Tale dolore può essere circoscritto alla zona in cui è avvenuta una diretta contaminazione batterica dovuta alla perforazione di un altro organo, oppure diffuso in tutta l'area dell'addome. Oltre a questo si ha febbre alta, gonfiore addominale, nausea, vomito, difficoltà elevata a defecare, disidratazione, sete intensa. Durante le varie fasi dell'infiammazione si ha un'elevata produzione di essudato in zona addominale, cosa che porta ad avere la zona fortemente ingrossata e irrigidita. La perdita di liquidi, causata dalla produzione di essudato, può portare a capogiri e a problemi elettrolitici anche gravi. La peritonite primitiva, dovuta alla presenza di specifici batteri in zona addominale comprende un leggero dolore addominale, febbre e gonfiore.


Peritonite: La cura

Dolore addominale La cura della peritonite dipende dalla forma della malattia. Nei rari casi in cui tale infiammazione si presenta di tipo primario i sanitari procederanno ad un'approfondita analisi per valutare quale sia il batterio che l'ha causata, per poi approntare una cura di tipo antibiotico. Nel caso di infiammazione secondaria con sintomi non eccessivamente severi si procede con una massiccia cura antibiotica, per via endovenosa o anche direttamente in sede peritoneale. In concomitanza si reidrata il paziente e si può anche avere la necessità di intubarlo, per permettere una corretta respirazione. I casi acuti più gravi di peritonite, nei quali si ha perforazione di un organo addominale, costringono ad un rapido intervento chirurgico, atto a rimuovere la contaminazione e a chiudere le perforazioni in atto. In alcuni casi si arriva fino all'asportazione dell'organo che ha causato l'infiammazione della cavità peritoneale, come nel caso di peritoniti dovuti a colecistite. Il soggetto comunque deve ricevere idoneo trattamento antibiotico, volto a debellare la contaminazione batterica.



COMMENTI SULL' ARTICOLO