Tonsillite cura

Funzione delle tonsille

Le tonsille sono un ammasso di tessuto linfatico a struttura follicolare, di forma e dimensione varia. Sono situate nella bocca (tonsille palatine) e nella faringe (adenoidi). Le tonsille sono spesso sede di processi infiammatori (dovuti solitamente a virus) e di infezioni batteriche, specialmente nella stagione invernale e nei bambini. In caso di infezione, le tonsille si ricoprono di una raccolta di pus che richiede una tempestiva terapia. In caso di infiammazioni virali delle tonsille si ci potrà recare in farmacia per ottenere rapidamente una tonsillite cura con farmaci da banco. Qualora, invece, si noti una patina biancastra sulle tonsille, indice del processo patologico in corso, occorre subito recarsi dal medico che prescriverà una tonsillite cura onde evitare temibili complicazioni.
Tonsille adenoidi

LE Specchio luminoso LED, 4W Luce Cornice LED 2835 Dimmerabile, tasto Touch, Funzione memoria, 100 lumen, Bianco freddo opaco 5500K, per Trucco Lenti a contatto Cura pelle

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,49€
(Risparmi 24,5€)


Causa della tonsillite

Tonsillite pus Per tonsillite si intende l'infiammazione acuta o cronica delle tonsille palatine. Quando il processo acuto interessa anche la faringe e le strutture circostanti si parla di angina. La causa può essere virale o dovuta ad un'infezione batterica. In genere la fase acuta dura pochi giorni, ma si presenta con un peggioramento delle condizioni generali e febbre elevata. Caratteristico è l'arrossamento delle tonsille e della zona circostante con presenza di gonfiore anche alle ghiandole linfatiche. Come complicanza, le tonsille si ricoprono di una patina biancastra (che altro non è se non una raccolta di pus) che richiede una tempestiva terapia antibiotica. Gli antibiotici costituiscono, infatti, la tonsillite cura d'elezione. Nei casi più gravi la tonsillite cura è costituita, invece, dall'operazione chirurgica.

  • male da tonsillITE Con il termine tonsille solitamente si indicano le ghiandole linfatiche poste all'interno della bocca, in corrispondenza dell'istmo delle fauci. Più precisamente, queste sono le tonsille palatine; esi...
  • Sintomi tonsillite La tonsillite è un'infiammazione delle tonsille che può essere virale o batterica. Comprenderne l'origine è fondamentale per capire come curarla e come prevenirla, ad esempio nel caso di tonsillite cr...
  • Bambino dal medico Le tonsille sono degli ammassi di tessuto linfatico situate dietro la lingua, sono molto utili per rendere l'aria più calda prima di raggiungere i polmoni e inoltre fungono da filtro contro i microrga...

La bronchite cronica e le sue complicanze

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5€
(Risparmi 5€)


Gli antibiotici per la cusa della tonsillite

Antibiotici La tonsillite cura utilizza farmaci da banco antifebbrili, antinfiammatori ed eventualmente analgesici. Tali farmaci vengono impiegati in caso di tonsillite virale, mentre l'impiego degli antibiotici è riservato esclusivamente alle tonsilliti batteriche. Sono efficacemente utilizzati per abbassare la febbre e per il dolore il Paracetamolo, l'Ibuprofene e l' Acido acetilsalicilico (la classica aspirina). Tra gli antibiotici che vengono utilizzati per la tonsillite cura figurano la Penicillina, da assumersi per 10 giorni, in caso di infezione da streptococco beta emolitico, l'Amoxicillina per 7-10 giorni, utile in caso di sovrainfezioni da Streptococco piogene e la Claritromicina, per 10 giorni, in caso di tonsillite da Haemophilus influenzae. Il medico sceglierà il tipo di antibiotico e la posologia più adatta al singolo paziente, al fine di una più veloce guarigione.


Tonsillite cura: L'asportazione chirurgica delle tonsille

Tonsillectomia Se la tonsillite cura non ha sortito gli effetti sperati, come nel caso di infezioni resistenti agli antibiotici, o nei casi di tonsilliti gravi e frequenti, si prende in considerazione l'asportazione chirurgica delle tonsille (tonsillectomia). La tonsillectomia è la tonsillite cura di elezione in caso di ascessi locali recidivanti, di tonsilliti croniche con frequenti riacutizzazioni, con ostacolo alla respirazione ed alla deglutizione, con reumatismo articolare acuto, glomerulo-nefriti, otiti medie e sinusiti. L'asportazione chirurgica avviene, di norma, in anestesia generale e prevede una adeguata convalescenza fino al controllo post operatorio. Durante la convalescenza dovranno essere rispettati il riposo ed una alimentazione attenta, evitando cibi bollenti (che potrebbero favorire le emorragie), cibi piccanti, troppo salati o aspri.



COMMENTI SULL' ARTICOLO