Fuoco di sant'antonio senza eruzione cutanea

Cos'è l'Herpes Zoster?

L’herpes zoster è un’infezione che colpisce i nervi e la cute, causata dal virus varicella-zoster, lo stesso che genera la varicella infantile e che rimane presente nell’organismo per tutta la vita. Esso può nascondersi nei gangli nervosi spinali e essere inattivo per anni o risvegliarsi improvvisamente, provocando il fuoco di Sant’Antonio. Quest'ultimo è il termine popolare usato per indicare l'herpes zoster, in onore del santo che veniva invocato in Francia, per la sua guarigione. La caratteristica principale dell’herpes zoster è la presenza sulla cute di bolle e vesciche molto dolorose, che possono verificarsi in qualsiasi parte del corpo. Una variante è il fuoco di Sant’Antonio senza eruzione cutanea, che prende il nome di "Zoster sine herpete", più difficile da diagnosticare ma che se individuato in tempo, può guarire in pochi giorni.
zoster sine herpete

auspilybiber Egg Yoni nefrite giada ossidiana medium Egg Massage Stone 3PCS Chakra naturale Pietra curativa Yoga Esercizio Uova per allenare i muscoli pelvici Esercizio constructive

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,99€


Cause dell'infezione

herpes zoster La caratteristica principale del virus zoster è rappresentata dalla capacità di riattivarsi nel corso degli anni, senza alcun sintomo, ciò grazie all’attività degli anticorpi, che ne bloccano subito la sua diffusione. Se il sistema immunitario non funziona correttamente invece si innesca un processo infiammatorio del nervo infetto, in cui il virus si annida, generando un dolore acuto, che se non curato può diventare cronico delineando una nevralgia posterpetica. Le cause principali che possono far insorgere il fuoco di Sant’Antonio senza eruzione cutanea sono lo stress, l’invecchiamento, la presenza di malattie come il diabete, e in alcuni casi può anche essere sintomo di un tumore. Questo tipo di infezione se non curata tempestivamente può portare a conseguenze molto gravi e invalidanti.

  • Zovirax in crema Zovirax è un farmaco a base di aciclovir indicato nella terapia contro l'Herpes simplex di cute e mucose, incluso l'Herpes genitalis. È utile anche per ridurre le recidive da Herpes simplex in pazient...
  • denti La carie dentaria è una vera e propria malattia che colpisce qualsiasi tipo di dente, anche se in particolare essa si sviluppa di più in molari e premolari. Qualsiasi dente ne può restare infetto poic...
  • cerotto per vescica al tallone Le vesciche sono dei rigonfiamenti e infiammazioni fastidiosi che interessano le parti maggiormente sollecitate quando si esegue uno sforzo fisico e cioè le mani e i piedi. Le mani sono soggette alla ...
  • Raffigurazione dei polmoni umani La polmonite è un'infiammazione che può riguardare uno o tutti e due i polmoni, di solito per infezioni di tipo batterico o virale; talvolta la malattia può anche essere scatenata dall'inalazione di s...

Neurolip 24 compresse - In caso di neuropatie meccaniche da compressione e metaboliche

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,75€


Sintomi fuoco di Sant'Antonio senza eruzione cutanea

Donna con mal di testa L’herpes zoster in genere si manifesta in coloro che hanno già contratto la varicella, anche più volte nel corso della vita. L’infezione che si verifica spesso dopo i 50 anni, può riguardare il torace, la schiena, gli arti e il viso ed è monolaterale, ovvero si presenta solo in una parte del corpo. Il zoster sine herpete ha gli stessi sintomi di quello normale: mal di testa, malessere generale, sensibilità alla luce, formicolio, bruciore e un dolore costante soprattutto nella zona interessata. In particolare, il fuoco di Sant’Antonio senza eruzione cutanea può determinare una paralisi acuta periferica facciale e coinvolgere altri nervi cranici. Inoltre, la mancanza delle pustole porta a confondere i sintomi dell’infezione con quelli dell’ infarto del miocardio, dell’embolia polmonare, della colecistite o della colica renale, a seconda di dove è localizzato.


Fuoco di sant'antonio senza eruzione cutanea: Test e cure per lo zoster sine herpete

Farmaci Il fuoco di Sant’Antonio senza eruzione cutanea può essere diagnosticato attraverso il dosaggio delle immunoglobuline, con test eseguiti a distanza di 10 giorni l’uno dall’altro. Se questi evidenziano un aumento della concentrazione degli anticorpi IgM-IgG, l’infezione è in atto. In alternativa, se si è in fase iniziale della malattia può essere utile la misurazione dei virioni o particelle virali, esame di laboratorio che permette di verificare la presenza del virus nella saliva. Una volta accertata l’infezione può essere curata con appositi farmaci antivirali e con analgesici per contrastare il dolore, se questo è molto forte si può ricorrere anche al benzodiazepine. Per prevenire e ridurre la gravità in caso di contrazione della malattia si possono effettuare gli appositi vaccini contro la varicella e l’herpes zoster.



COMMENTI SULL' ARTICOLO