Varicocele maschile

I sintomi della varicocele maschile

Il varicocele maschile è una patologia difficile da riconoscere ed individuare. Nello specifico il varicocele maschile può presentare alcuni sintomi, oppure al contrario non presentarne affatto. L'assenza di sintomi è la situazione più comune per quanto concerne questa patologia. Spesso la scoperta avviene per puro caso, a seguito di una visita medica eseguita per altri motivi. Tra i sintomi invece che possono presentarsi vi sono: dolore al testicolo, dolore persistente ed intenso soprattutto quando si è in piedi per molte ore durante la giornata o dolore al testicolo a seguito di uno sforzo fisico. Un altro sintomo che segnala un inizio di varicocele è l'infertilità. Molto spesso le coppie alla ricerca di una risposta circa l'infertilità scoprono che ad essere affetto da varicocele può essere l'uomo.
problemi varicocele

Varicocele ed infertilità maschile

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,5€
(Risparmi 4,5€)


Passi da seguire perdiagnosticarla

Vene dilatate Essendo il varicocele maschile una patologia difficile da riconoscere vi sono alcuni passi da compiere al fine di accertarsi se sussiste o meno la presenza di un varicocele maschile. Una visita medica specifica può essere la prima soluzione, questa visita specializzata ha come obiettivo principale quello di compiere un'analisi sulla dilatazione delle vene nel testicolo. Non a caso la visita è condotta in piedi e sotto sforzo al fine di verificare l'effettiva dilatazione venosa. Altra opzione a disposizione è un'ecografia testicolare con ecodoppler quando non si è certi di aver riconosciuto o meno i sintomi. Una volta effettuata la visita medica e l'ecografia, vi è un altro esame da fare. Questo esame è quello del liquido seminale, infatti una volta scoperta la presenza di un varicocele è strettamente necessario questo esame per comprendere se c'è un'alterazione del liquido seminale e di che grado è questa alterazione.

  • Varicocele uomini Il varicocele 2 grado è una patologia che colpisce gli organi genitali maschili: si tratta di una varicosi che interessa i testicoli, provocando una dilatazione e una conseguente incontinenza delle ve...
  • Formazione nodulo testicolare La medicina moderna definisce il nodulo testicolare come una porzione di tessuto che si sviluppa direttamente all'interno della sacca che contiene i testicoli. A volte, lo sviluppo di tale tessuto può...
  • Ipertrofia prostatica I primi ipertrofia prostatica sintomi comprendono un ingrossamento della prostata, non legato alla presenza di un tumore maligno, che provoca uno schiacciamento dell'uretra. Inizialmente questa condiz...

Vital Tones PCOS Pro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


Il varicocele maschile ed i suoi danni

Inversione flusso sanguigno Il varicocele maschile oltre a danneggiare la circolazione del sangue all'interno del testicolo provoca anche altri problemi. Il varicocele maschile intaccando il principale circolo venoso all'interno del testicolo provoca un'inversione del flusso sanguigno a livello testicolare. Questa inversione di flusso a sua volta a livello testicolare provoca un aumento di temperatura, un ristagno venoso e una riduzione dell'ossigeno. Tra gli altri danni vi è l'espulsione di sostanze tossiche per il testicolo tramite il rene e il surrene. Il varicocele oltre a danneggiare il testicolo, compromette la fertilità e la produzione di ormoni sessuali. Molti sono stati gli studi condotti riguardo la relazione tra fertilità e varicocele e la maggior parte di questi studi ha confermato che il varicocele provoca infertilità. Per quanto riguarda la produzione di ormoni sessuali, il varicocele provoca un danno alla parte del testicolo responsabile della produzione degli ormoni sessuali.


Varicocele maschile: Operarsi oppure no

Varicocele interno esterno Il varicocele maschile non deve essere operato in tutti i casi.Infatti vi sono situazioni nelle quali, è possibile evitare un intervento chirurgico ed incidere il varicocele. Esaminare periodicamente il livello del liquido seminale è un'ottima opzione per evitare l'operazione.Il varicocele maschile non va operato quando, a seguito di una radiografia testicolare si riscontra che quest'ultimo è di piccolo grado. Al contrario l'operazione è strettamente necessaria in una serie di casi. Primo fra tutti, quando il varicocele procura dolore incessante. Altro caso riguarda la presenza di un'alterazione del liquido seminale, specie nel giovane adulto. Infine l'operazione risulta necessaria in età adolescenziale, quando uno dei testicoli presenta uno sviluppo anomalo rispetto al testicolo danneggiato.



COMMENTI SULL' ARTICOLO