Ricette per dimagrire

Dimagrire in modo sano

L’arrivo dell’estate comporta una serie di cambiamenti che riguardano le abitudini alimentari e non solo. La bella stagione, porta con sé temperature parecchio calde, che portano chiunque a scoprirsi e a mostrarsi di più. Ci si prepara ad indossare abiti freschi e attillati, costumi mini, shorts, gonne e t-shirt a corpo. Tutto il vestiario estivo mette in evidenza il corpo, risaltandolo, esaltandolo. Per molti però, questo cambiamento radicale, questo svestirsi e mostrarsi rappresenta un vero e proprio problema. I chili di troppo che possono in un certo qual modo essere camuffati da un abbigliamento invernale, diventano oltremodo visibili nel periodo estivo. Per queste ragioni ci si impegna nel cercare di perdere i fastidiosi chili di troppo che si localizzano sempre nei punti maggiormente visibili: pancia, fianchi, gambe e glutei. Qualsiasi dieta, anche la più efficace diventerebbe fallimentare in relazione ad una condizione fisica non particolarmente felice. Anche dopo un periodo festivo, durante il quale l’alimentazione è stata più abbondante rispetto al solito, ci si sente gonfi, pesanti e con qualche chilo in più. E’ proprio in condizioni del genere, che si decide di optare per una dieta ferrea e spesso sregolata. Il desiderio di perdere peso, innesca un meccanismo erroneo che porta a digiunare o a mangiare male e poco, senza assimilare il giusto quantitativo di carboidrati, proteine e vitamine di cui l’organismo necessita per restare in forma. La soluzione ideale in situazioni di questo genere, è scegliere la dieta maggiormente idonea per poter dimagrire in maniera rapida e veloce, senza danneggiare l’organismo. Mangiare in maniera errata, comporta non pochi problemi, alla pelle, che perde di tono e di elasticità, ai muscoli, che non nutriti perdono energia. Da qui derivano tutta una serie di malesseri, quali mal di testa, nervosismo, nausee, cattivo umore, agitazione, ansia, dolori allo stomaco, spossatezza, che dipendono direttamente dal mancato apporto calorico che proviene direttamente dal cibo. Le diete in linea di massima, andrebbero prescritte da un dietologo o da un nutrizionista. Queste figure professionali, basandosi sulla specifica situazione, che ovviamente risulta essere variabile da soggetto a soggetto, possono indicare al paziente in questione quale regime alimentare seguire per perdere peso. Ad ogni modo, ci sono delle regole basiche da rispettare, che sono decisamente valide per tutti. Le ricette o diete, sono varie. Esistono diversi modi per dimagrire velocemente e regolarmente, e diversi tipi di diete. Alcune di esse sono a base di frutta, altre a base di carne, altre varie, altre ancora si basano sulle intolleranze personali. In linea di massima, le diete volte al dimagrimento sono povere di grassi e zuccheri, e nella maggior parte dei casi fanno capo alla piramide alimentare, che è la base di un’alimentazione corretta ed equilibrata. Le diete inoltre variano anche in base allo stile di vita. Se si è costretti a mangiare fuori per lavoro o per altre svariate ragioni, bisognerà seguire un determinato regime alimentare. Se invece, si può rientrare a casa per il pranzo, la dieta si baserà su altri canoni, avendo in questo modo la possibilità di preparare al momento un piatto fresco ed idoneo al proprio discorso dietetico. La dieta inoltre di baserà sempre su tre pasti al giorno, nei quali a seconda della dieta stessa si potrà introdurre anche uno spuntino sia mattutino che pomeridiano.
alimenti per la dieta

RICETTE LIGHT: Facili ed economiche per dimagrire senza dieta

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,07€
(Risparmi 6,49€)


Ricette per dimagrire

la frutta dieteticaUn tipo di dieta abbastanza comune e seguito per chi pranza a casa è il seguente: il lunedi al mattino una tazza di thè, con zucchero di canna che è decisamente più dietetico dello zucchero classico raffinato, con quattro fette biscottate. A pranzo una minestra di verdure, un passato di verdure o una zuppa sempre a base di queste. A cena si potrebbe optare per un’insalata di pomodori, un carciofo bollito, o un’insalata di patate. Gli spuntini devono necessariamente essere a base di frutta. Quindi è perfetta una frutta di stagione, o un bicchiere di frullato. Il martedi per variare, in sostituzione al thè, si potrà scegliere di mangiare due mele o due pere, o comunque un frullato di frutta. A pranzo, un piatto di spaghetti al sugo fresco, (circa ottanta grammi), e ancora frutta, (uno al massimo due). A cena, si potrà mangiare un piatto a base di carne bianca, quindi del pollo o del tacchino, cucinati con un cucchiaio di olio, e poco sale. Nelle diete infatti quest’ultimo risulta essere insieme ai dolci un elemento decisamente deleterio per il peso forma. Il sale inoltre favorisce la ritenzione idrica, quindi, accelera il processo di insorgenza della cellulite. La verdura, contenendo acqua, va sempre bene ad accompagnare un secondo piatto. Accanto al petto di pollo magro, starà benissimo dell’insalata, o un piatto di pomodori freschi. Il mercoledi, a colazione sarà indicata una tazza di thè, oppure un succo d’arancia con qualche biscotto non troppo grasso; a pranzo, la pasta, può essere condita con le verdure. La pasta con le zucchine andrà benissimo. A sera, un trancio di pesce spada alla griglia, con un piatto di scarole, insalata, o qualsiasi altra verdura, sempre fresca, preferibilmente e non cotta. L’olio, giorno per giorno può aumentare per quanto concerne le quantità, ma senza mai eccedere, cosi come il sale. Il giovedi, si potrà aggiungere al thè e alle fette biscottate della marmellata da spalmare su queste, preferibilmente senza burro. Nella prima settimana di dieta, è bene evitare tutto ciò che è particolarmente grasso e che favorisce l’aumento del peso. A pranzo, andrà benissimo anche solo un piatto di patate bollite e lessate, condite con poco olio, e del pane, (circa due o tre fette). Il pane va a sostituire la pasta per quanto riguarda i carboidrati e lo stesso vale per le patate che sono abbastanza sostanziose e tendono ad eliminare il senso della fame; per questa ragione infatti, questo tipo di piatto, va consumato a pranzo e non a cena. A cena invece, si potrà mangiare del prosciutto crudo senza grasso aggiunto e un piatto di broccoli o spinaci lessi freschi. La frutta va bene sempre nel pomeriggio. In linea di massima, è meglio mangiarla dissociata rispetto ai pasti principali, essendo questa ricca di zuccheri. E’ infatti particolarmente indicata al mattino, quando per una buona colazione che dia la carica energetica giusta per tutta la giornata, risulta essere particolarmente indicata, o comunque tra un pasto e l’altro, dove si colma in maniera giusta, il senso di fame. Il venerdi, andrà benissimo un frullato di mele al mattino. A pranzo sarà indicato un piatto di pasta con la verdura o con ortaggi, come la pasta con i cavolfiori e un frutto. A cena, carne magra, come la fesa di tacchino o il petto di pollo ai ferri, che è decisamente dietetico, accompagnato da qualche fettina di formaggio magro. Il sabato, si può inserire il latte, per chi lo beve al mattino, preferibilmente parzialmente scremato (è molto più magro di quello intero), con pochi biscotti secchi o anche con fette biscottate integrali con un velo di marmellata. A pranzo il minestrone e una fettina di carne rossa alla griglia. A cena, una frittata e un’ insalata. La domenica, si potrà mangiare a colazione un bicchiere di latte parzialmente scremato con biscotti secchi senza burro o un frullato con latte e frutta (un solo frutto da scegliere senza aggiunta di zucchero). A pranzo pasta con il sugo fresco, e per la cena, un filetto di sogliola in bianco.

Questa è una dieta semplice e poco impegnativa. I piatti variano, quindi abbracciano anche gusti diversi.

    Ricette e menù del metodo Montignac per dimagrire per sempre mangiando normalmente. Ediz. illustrata

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,5€
    (Risparmi 9,5€)


    Per chi mangia fuori casa

    insalata Inoltre tutte le pietanze elencate sono semplici da preparare e decisamente veloci, quindi si sposano bene anche con chi a causa degli impegni e del lavoro rientra in casa per poco tempo. Per chi invece ha necessità di pranzare fuori casa, una buona soluzione potrebbe essere il seguente tipo di dieta: Il lunedi, a colazione, una tazza di latte scremato con qualche biscotto secco. A pranzo un panino con prosciutto crudo e qualche foglia di insalata fresca. A cena un risotto semplice con gamberetti. Lo spuntino ideale è sempre una mela, o uno yogurt se piace (magro e con cereali). Il martedi, andrà benissimo del latte macchiato con biscotti secchi (tra i sei e gli otto al massimo). A pranzo invece sempre un panino con rucola e bresaola, o anche con insalata e bresaola e una spremuta d’arancia o mandarino. Lo spuntino è sempre un frutto e può essere una banana, una mela o due pere. La sera riso con pomodoro, o anche riso con cavolfiori. Il mercoledi resta invariata la colazione, mentre a pranzo si potrà optare per un panino con una fetta di formaggio magro in aggiunta a verdure anche alla griglia. In più si potrà mangiare un frutto. La sera invece, andrà benissimo una fetta di carne alla griglia, del pesce lesso, o anche un piatto di pasta con poco olio fresco e parmigiano.


    Dal lunedi alla domenica

    dimagrire facilmenteIl giovedi, si potrà ritornare al thè, se si tratta di un periodo invernale, o al frullato in sostituzione al latte, se invece la dieta viene intrapresa in un periodo caldo. A pranzo, trovandosi fuori casa, andranno bene due fette di pizza, con broccoletti di bruxelles, lessati freschi con poco olio circa un cucchiaio abbondante, e poco sale. A sera, un piatto di pasta con i broccoli, se non sono stati mangiati a pranzo e un frutto, ad esempio un kiwi. Il venerdi, andrà benissimo la solita colazione, mentre a pranzo di potranno introdurre i latticini. Un piatto con due o tre bocconcini di media grandezza, e pomodori freschi conditi con sale olio e origano. Un frutto come spuntino e a sera pasta con un condimento semplice (anche un sugo di pesce come il salmone va bene) e fagiolini freschi. Il sabato, a colazione uno yogurt magro con pochi biscotti secchi solo per accompagnare, a pranzo un panino con cotto e lattuga fresca, e un caffè, senza zucchero, e a sera un piatto di minestrone, carote fresche e una pera o una mela, o comunque frutta di stagione. La domenica a colazione del latte con quattro fette biscottate e marmellata, a pranzo un piatto di pasta con funghi o anche un risotto, un caffè e una banana; a sera spinaci, broccoli, un uovo al tegame. Ogni giorno della dieta si potranno aggiungere pochi grammi di olio in più. E’ bene sempre pesare i propri piatti onde evitare di mangiare le cose giuste ma in modo sproporzionato.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO