Soffio al cuore

Cos'è il soffio al cuore e in che modo si manifesta

Con l'espressione soffio al cuore si intende un particolare tipo di rumore aggiunto emesso dal flusso sanguigno durante il suo passaggio all'interno del muscolo cardiaco. In condizioni normali il sangue viene pompato all'interno delle cavità cardiache mediante quello che viene definito flusso laminare, cioè un moto lineare e privo di qualsiasi turbolenza. In tali condizioni il flusso del sangue non produce alcun rumore aggiunto, e all'auscultazione è possibile avvertire solo un lieve suono simile ad un sibilo. In particolari condizioni, non necessariamente patologiche, il moto del sangue può divenire vorticoso, e questo si traduce nella produzione di una rumorosità che prende il nome di soffio cardiaco e che è facilmente individuabile mediante auscultazione con uno stetofonendoscopio.
Schema della circolazione del sangue

Soffio al cuore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,8€
(Risparmi 0,19€)


Cause fisiologiche e patologiche del soffio al cuore

Flusso sanguigno nel cuore Il soffio al cuore si presenta quando è presente un'alterazione che ostacola il flusso del sangue. In una parte dei casi in cui viene riscontrato, le cause sono fisiologiche e di scarso significato patologico. In tal caso si parla di soffio cardiaco benigno ed è molto comune nei neonati in quanto il loro sangue, scorrendo ad una velocità superiore al normale, genera turbolenze che danno luogo alla produzione di soffi che si risolvono spontaneamente. Il soffio al cuore viene definito patologico quando è causato da anomalie funzionali o strutturali delle valvole cardiache. Ne sono un esempio la stenosi aortica e l'insufficienza della valvola mitralica. In altri casi, patologie come l'endocardite batterica o le malattie reumatiche, possono danneggiare le strutture cardiache, dando origine a soffi patologici.

  • Cuore sotto controllo Il soffio sistolico viene così definito a causa del particolare suono che si sente tramite l'utilizzo dello fonendoscopio con il quale il medico ausculta il battito cardiaco e lo scorrimento del sangu...
  • fibrillazione atriale sintomi La fibrillazione atriale è il termine con cui si indica un tipo di battito cardiaco irregolare in cui gli atri (le cavità superiori del cuore battono) in modo irregolare e molto rapido. In genere la f...
  • Esempio di tachicardia parossistica Più diffusa di quanto si ritenga realmente, di tachicardia parossistica sopraventricolare soffre un numero sempre più crescente di persone. La tachicardia parossistica si caratterizza per un'aritmia c...
  • Medici infartuato L'infarto miocardico acuto è la tipologia di infarto che si registra più spesso, popolarmente definito "attacco di cuore", è una delle patologie cardiache più frequenti. L'evento viene preceduto da un...

Un Soffio Al Cuore Di Natura Elettrica By Franco Battiato (2006-01-10)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 146,02€


Sintomi e manifestazioni cliniche del soffio al cuore

Dolore al petto causato da soffio al cuore La sintomatologia del soffio al cuore varia in base alla causa che l'ha generato e dalla sua gravità. Generalmente, i soffi cardiaci benigni sono del tutto asintomatici e vengono individuati solo mediante auscultazione durante le visite di routine. I soffi cardiaci patologici hanno un quadro sintomatico complesso che dipende dalla patologia cardiaca che li ha scatenati. Tra i sintomi più frequenti e comuni alla gran parte delle malattie del cuore possiamo includere: dolore al torace, sudorazione eccessiva senza causa apparente, difficoltà respiratoria, fiato corto che si accentua soprattutto durante sforzi fisici, vertigini, capogiri e svenimenti. Nei casi più gravi è possibile riscontrare nel paziente colore cianotico delle labbra e delle dita di mani e piedi.


Soffio al cuore: Esami ed analisi per la diagnosi

Cardiologo cuore La diagnosi di soffio al cuore viene effettuata durante una normale visita cardiologica. Lo specialista, in base al tipo di soffio percepito durante l'auscultazione del cuore, può già determinare la presunta natura del problema e porre una diagnosi preliminare. La conferma della diagnosi si può avere solo grazie ad ulteriori indagini strumentali. Gli strumenti diagnostici più utilizzati sono il fonocardiogramma e l'ecocardiodoppler. Il primo consente di avere un tracciato dei suoni cardiaci. Il secondo, invece, consiste nell'effettuare una serie di ecografie del cuore per cercare anomalie del movimento del flusso sanguigno all'interno delle cavità cardiache. Quando la diagnosi sarà confermata, la terapia del soffio cardiaco consisterà nella cura della patologia che l'ha determinato.



COMMENTI SULL' ARTICOLO