Dermatite irritativa da contatto

Sintomi della dermatite irritativa da contatto

I sintomi della dermatite irritativa da contatto sono tanti. Comunemente le prime manifestazioni sono l'arrossamento e il gonfiore dell'area interessata, su cui si proverà una forte sensazione di dolore. In seguito si può anche notare la formazione di piccole vesciche che porteranno del bruciore. Le zone più colpite dalla DIC risultano essere le mani e gli avambracci, poiché sono le parti solitamente più esposte e più usate. E' bene precisare, però, che questo tipo di infiammazione cutanea può interessare qualsiasi parte del corpo. Quando si notano i sintomi sopra esposti è necessario sottoporsi a delle analisi e consultare un esperto, per capire quale sia l'origine dell'infiammazione e quali farmaci devono essere assunti per debellare la DIC. Solitamente ad essere prescritte sono le prove allergiche o analisi affini.
Prurito dermatite

Manuale per allergici. Come riconoscere e curare naturalmente: neurodermatite; orticaria; allergie da contatto, asma, raffreddore da fieno

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,5€
(Risparmi 7€)


Cause

Dermatite faccia Le cause principali delle dermatite irritativa da contatto, sono l'esposizione dell'epidermide a sostanze a rischio, come olii o polveri arbrasive. E' quindi possibile contrarre questa fastidiosa irritazione, sia in luoghi domestici che in ambito lavorativo. C'è però da aggiungere, che l'insorgenza di questa fastidiosa irritazione, ha più probabilità di presentarsi sulle epidermidi già fortemente disidratate o indebolite. Anche l'esposizione prolungata al Sole e alcuni farmaci possono essere annoverati fra le cause principali della DIC, siccome indeboliscono gli strati sperficiali della pelle, sensibilizzandoli. Bisogna prestare anche molta attenzione ai cosmetici, poiché alcuni di essi, essendo troppo aggressivi per il proprio tipo di pelle, potrebbero alterare la barriera idrolipidica superficiale.

  • Orticaria. L'orticaria è una patologia dermatologica che si manifesta con un'eruzione cutanea, caratterizzata dalla comparsa di pomfi, ovvero piccole lesioni cutanee tondeggianti in rilievo, di colore rosato o r...
  • Persona colpita da prurito Il prurito è un'irritazione intensa o fastidiosa, che genera la sensazione che soltanto grattando la pelle si possa ottenere sollievo. Può essere generalizzata oppure locale: nel primo caso è percepit...
  • Esempio di porpora nei bambini Appartenente a un insieme eterogeneo di malattie, la porpora è una lesione simile a un ematoma rossastro o violaceo, derivante dallo scoppio dei capillari sotto lo strato superficiale della pelle. In ...
  • Acido borico in polvere Le micosi pelle sono processi infettivi che colpiscono i tessuti cutanei in varie forme e zone. Infatti non è solo la pelle ad essere colpita dai funghi cutanei ma anche unghie, peli, capelli, mucose ...

Ducray Kelual Ds Shampoo trattante antiforfora antiricomparsa,100ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,95€


Conseguenze

Consultare medici Qualora non si dovesse curare correttamente la DIC questa potrebbe comportare danni alla salute della persona che l'ha contratta, degenerando in un'infiammazione cutanea cronica della propria epidermide. Questo disturbo è molto fastidioso, poiché le complicazioni potrebbero spingersi finanche ad un'alterazione importante della propria barriera cutanea, rendendo l'epidermide molto più esposta alle infezioni causate da batteri, funghi e lieviti, come candidosi e micosi. Questi a lungo andare potrebbero comportare delle vere e proprie lesioni della pelle, come conseguenza diretta del grattamento. Qualora non si curi correttamente la DIC rivolgendosi ad uno specialista, si rischia di far degenerare l'infiammazione cutanea in un eczema, più difficile da trattare, che potrebbe comportare anche problemi di esposizione solare.


Dermatite irritativa da contatto: Rimedi

Rimedi per la dermatite Più che una cura specifica, con la DIC bisogna fare prevenzione. Infatti un buon modo per non contrarre questo fastidioso disturbo, è evitare il contatto diretto con sostanze irritanti, usando guanti e protezioni affini. Inoltre, è bene capire quali sono i prodotti più adatti al nostro tipo di pelle, al fine di evitare di alterarne l'equilibrio. E' importante anche preservare l'integrità della barriera idrolipica cutanea, usando creme e saponi delicati non appena si finisce di esercitare un'attività che potrebbe comportare rischi per la nostra pelle, lavando delicatamente la parte interessata. Per quanto riguarda i trattamenti farmacologici, è molto diffuso l'uso di corticosteroidi in crema per combattere l'infiammazione cutanea. Se però l'infiammazione persiste, il proprio medico potrebbe arrivare a prescrivere l'assunzione di corticosteroidi per via orale.



COMMENTI SULL' ARTICOLO