Esame urine e urinocoltura

Esame delle urine: cosa sono e perché si analizzano

L'urina è il prodotto di scarto dei reni ed è in grado di rivelare numerosi aspetti della nostra salute. I reni sono gli organi deputati alla filtrazione del plasma, mantenendone costante il volume, il pH e la concentrazione di soluti. Questa loro attività è riscontrabile nei cambiamenti di volume urinario: gli eccessi vengono compensati con un incremento dell'urina, le carenze con una sua diminuzione. In condizioni fisiologiche, l'urina è composta dal 95% di acqua, seguita da urea, azoto e sali, ma anche sali biliari e ammoniaca. In condizioni patologiche possono essere presenti anche batteri e pus, zuccheri, proteine e sangue. Tutti indici di infiammazioni o patologie, vengono spesso ricercati con l'urinocoltura. Questo esame viene però anche richiesto per controlli preventivi, per la preparazione ad un intervento, per l'esame anti-doping e per controlli periodici dello stato di salute di alcuni lavoratori.
esame urine

Fitness Tracker, AUPALLA 21BP è uno smart band e un Activity Tracker che può tenere traccia della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna, funziona da pedometro e monitorizza il nostro sonno e le calorie Supporta sia gli smartphone IOS (iPhone) che Android

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30,99€
(Risparmi 4,89€)


Approfondimenti sull'urina e sui suoi aspetti caratteristici

esame urine Alcuni aspetti che vengono analizzati con l'esame delle urine sono il colore (giallo paglierino, limpido) e l'odore (che però non sempre è indice di patologie: può anche essere la conseguenza di particolari alimenti). Quando il colore tende al rosato potrebbero essere alcuni farmaci che, una volta metabolizzati, conferiscono alle urine questa colorazione. Se invece non state seguendo una cura particolare, potrebbe essere il segnale della presenza di sangue causato probabilmente da calcoli o infiammazioni delle vie urinarie. Con l'analisi del sedimento si ricercano infine leucociti (spie di un'infezione in atto), globuli rossi e pus (che dà all'urina un aspetto torbido). Questi sono solo alcuni degli esami che vengono effettuati sul campione, dato il loro elevato numero, e variano di volta in volta a seconda di cosa il medico voglia approfondire.

  • Esami clinici Gli esami clinici sono uno strumento diagnostico fondamentale per capire cosa accade nel nostro organismo. E' bene tenere sempre sotto controllo la propria salute effettuando annualmente un esame del ...
  • Bilirubina nelle urine La bilirubina, il principale pigmento della bile, è una sostanza derivante dalla normale degradazione dell'emoglobina, la proteina dei globuli rossi che trasporta l'ossigeno. È di colore giallo-rosso,...
  • esami delle urine L'ematuria è la presenza di sangue nelle urine che può essere visto a occhio nudo oppure solo a livello microscopico in forma di globuli rossi. L'ematuria macroscopica si manifesta con urine rosa, ros...
  • esame urine per ematuria L'ematuria, o sangue nelle urine, è il sintomo più frequente in urologia e può derivare da numerose condizioni cliniche. Ci sono varie distinzioni dell'ematuria: questa deve essere intanto divisa in m...

Emofilia – medi-tag Bracciale medico identificativo in acciaio inox

Prezzo: in offerta su Amazon a: 35,77€


Esame delle urine con strisce reattive e sedimento

Strisce per l'analisi delle urine L'esame delle urine si divide in due processi: il primo analizza tutta l'urina con le strisce reattive, il secondo solo poche gocce dopo centrifugazione. Le strisce reattive vanno a controllare il pH, con valori molto variabili anche in base alla dieta, peso specifico e proteine: valori bassi di peso e presenza di proteine indicano alterate funzioni renali; ma anche glucosio e chetoni, indici di digiuno prolungato o di diabete mellito, nitriti, leucociti e sangue: tutti e tre possibili indici di un'infezione in atto, di calcoli o di neoplasie; necessitano pertanto di ulteriori accertamenti. L'esame del sedimento invece mette in evidenza la presenza di cristalli dovuti a calcoli renali, aggregati di globuli bianchi/rossi, batteri (analizzati in seguito con l'urinocoltura) e cellule epiteliali che, normalmente presenti, se in eccesso possono essere segnale di un'infezione.


Esame urine e urinocoltura: Esame delle urine come si fa

Urinocoltura La raccolta dell'urina è molto semplice ed è da effettuare il giorno stesso della consegna in laboratorio. In genere si raccoglie l'urina mattutina, tralasciando il primo e l'ultimo getto. Le donne non possono effettuare tale analisi durante le mestruazioni per le ovvie contaminazioni ematiche. Prima della raccolta, in un contenitore apposito e sterile, è necessario lavare accuratamente mani e genitali risciacquando abbondantemente. Il campione può essere conservato per un massimo di 12 ore al fresco (4°C). È bene ricordare di sospendere terapie antibiotiche o antifungine nei due giorni precedenti l'esame per evitare contaminazioni. Per quanto riguarda la dieta, non sono previste particolari norme da seguire: è possibile mantenere invariate le proprie abitudini. Se oltre all'esame delle urine ci si deve sottoporre anche all'urinocoltura, utilizzare due diversi contenitori etichettati in cui si specifica quale dei due contiene il primo getto.



COMMENTI SULL' ARTICOLO