Transaminasi alte

Cosa sono le transaminasi e come interpretarne i valori

Le transaminasi, o aminotransferasi, sono enzimi indispensabili per la sintesi degli amminoacidi. Si trovano principalmente nel fegato, in parte anche nei muscoli scheletrici striati e nel cuore. Vengono coinvolte nella trasformazione degli amminoacidi in energia. Tuttavia, a seguito di danni alle cellule del fegato o dei muscoli, le transaminasi finiscono inevitabilmente nel sangue aumentandone la concentrazione. L'emocromo ne controlla i livelli ed evidenzia potenziali problemi nel tessuto epatico o in altre parti del corpo. Le sigle ALT ed AST indicano i valori delle transaminasi nel sangue. Il termine minimo ordinario per l'ALT è compreso tra i 10 ed i 40 U/I per gli uomini; mentre tra i 5 ed i 35 U/I per le donne. I valori dell'AST variano dai 40 ai 45 U/I per gli adulti; arrivano ad 80 U/I nei bambini. Qualora siano di molto superiori alla norma, il paziente deve immediatamente consultare il medico di fiducia, per stabilire insieme le cause e le terapie adatte.
Esami del sangue per controllare le transaminasi

INTEGRATORE ALIMENTARE INULINA + ESTRATTO DI ZENZERO E ACEROLA BIO + Vitamina C + Zinco – Pillole 100% vegan - Rinforza il Sistema Immunitario - Cura Raffreddore - Confezione da 60 Capsule - Orange Immune by B!Tonic

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,95€


Le principali cause delle transaminasi alte

Controllo diabete Le transaminasi alte non sono rare, ma non vanno assolutamente trascurate. Possono rivelare diverse problematiche e vari livelli di gravità. Le cause scatenanti sono eterogenee, spesso indice di un danno al fegato, di malattie cardiache, di problemi alla tiroide o di diabete. In genere, le transaminasi alte si attribuiscono ad un'infiammazione del tessuto epatico o ad un sovraccarico del metabolismo del fegato. La mononucleosi può aumentare la concentrazione degli enzimi nel sangue, così come un'epatite virale o gli effetti collaterali di alcuni farmaci. Qualche paziente può essere particolarmente predisposto all'innalzamento dei valori delle transaminasi perché in sovrappeso o perché un consumatore assiduo di bevande alcoliche. L'ereditarietà e la familiarità con le malattie epatiche possono influire parecchio sull'esito degli esami al sangue.

  • Esami del sangue Le transaminasi GOT e GPT, anche dette AST e ALT, si trovano in vari tessuti, ma in primis nel fegato. Sono enzimi, ossia catalizzatori di specifiche reazioni biochimiche che avvengono nel corpo. Il f...
  • Prelievo del sangue Le transaminasi sono enzimi che svolgono un ruolo importante nella produzione di aminoacidi. Sono presenti in tutto l'organismo e in maggiore quantità nel fegato. È fondamentale conoscere i valori tra...
  • alimentazione In Italia aumentano ogni giorno persone aventi problemi di alimentazione. Il problema principale non è strettamente collegato solo ad un'alimentazione sbagliata e ipercalorica che provoca inevitabilme...
  • Sistema endocrino Il test dell'ormone TSH nel sangue viene utilizzato per verificare la presenza di problemi alla tiroide. Il TSH è prodotto quando l'ipotalamo rilascia una sostanza chiamata tireotropina che genera l'o...

Internet des Immunoglobulines Dans l''Ictere Neonatal

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39€


I sintomi più comuni delle transaminasi alte

L'alcol può alterare i valori delle transaminasi I valori delle transaminasi devono rientrare in determinati termini minimi prestabiliti. La loro variazione mette in allarme paziente e medico. In genere, le transaminasi alte sono asintomatiche, non si manifestano cioè con particolari sintomatologie, almeno fino a quando non se ne registra una particolare gravità. Alcuni pazienti, però, avvertono un'anomala sensazione diffusa di stanchezza, un certo affaticamento durante la giornata, spossatezza e colorito innaturale giallastro. Altri soggetti accusano sintomi lievi comuni ad altre patologie e, per questo motivo, difficili da riconoscere. In genere, si tratta di inappetenza, senso di nausea, vomito, dolori addominali e gonfiore, urine di colore scuro e feci di colore chiaro, nonché prurito cutaneo. In tal senso, è impossibile ricorrere ad un'auto-diagnosi. Pertanto, va consultato un medico di fiducia per accertamenti più accurati.


Transaminasi alte: Relazione con il cibo

Limitare effetti transaminasi Per limitare i danni da transaminasi alte, potrebbe essere utile ridimensionare lo stile di vita. Per un certo lasso di tempo, vanno assolutamente evitati i cibi ricchi di grassi come fritture, panna, maionese, salse, dolci elaborati, burro e conserve. Vanno altresì bandite le bevande gassate e gli alcolici. Bisogna limitare il consumo di formaggi stagionati e uova, di carne di maiale e prosciutto cotto. Sono invece ammessi il riso, lo yogurt preferibilmente magro, la pasta, il pesce, il pane integrale, il latte parzialmente scremato, la frutta e la verdura fresca di stagione e le patate lesse. L'idratazione è molto importante: a tale scopo sono da preferire l'acqua naturale e le spremute di agrumi. Per una guarigione completa, valutare insieme al medico le terapie più adatte, partendo dalla radice del problema.



COMMENTI SULL' ARTICOLO