Mesalazina

Che cos'è e qual è il principio attivo

La mesalazina è un Fans, un farmaco antinfiammatorio di tipo non steroideo che svolge la sua azione sull'apparato digerente, in particolare nel tratto gastrointestinale. È indicato per il trattamento delle sindromi gastrointestinali acute come il morbo di Crohn e la colite o nella cura di patologie infiammatorie croniche dell'intestino come l'ulcera e la rettocolite. Appartiene alla categoria dei salicilati, per cui contiene acido salicilico, prezioso elemento che ha effetti analgesici, antipiretici ed antinfiammatori: la mesalazina cura la sindrome specifica attenuando effetti collaterali come il dolore e l'acidità allo stomaco. Inoltre riduce la febbre e combatte gli spasmi muscolari. È un farmaco efficace anche in disturbi di salute più comuni come il raffreddore, il mal di gola e l'influenza. Quando utilizzata nelle sindromi gastrointestinali, la mesalazina è efficace sia nelle fasi attive della malattia, sia come terapia di prevenzione di ricadute e recidive delle ulcere.
Mesalazina ulcera colite

Esi Le Dieci Erbe Forte Integratore Alimentare - 100 Ovalette

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,93€
(Risparmi 4,07€)


Compresse, granuli e supposte

Mesalazina farmaco antinfiammatorio La mesalazina è disponibile in commercio in diverse formulazioni: ci sono le compresse, ci sono le bustine in granuli e per i bambini ci sono anche le supposte. La mesalazina in compresse si presenta sotto forma di capsule rivestite di un film idrosolubile: agiscono già poche ore dopo la prima somministrazione come antipiretico e antinfiammatorio, attenuando febbre, dolori muscolari e i sintomi del raffreddore. Mentre le bustine hanno una formulazione del prodotto in granuli che si disciolgono in acqua rilasciando il principio attivo. Infine le supposte hanno una consistenza particolarmente morbida adatta ai bambini e congeniale per la somministrazione rettale. È un trattamento efficace già alla comparsa dei primi sintomi, così come in caso di ricadute della malattia. La mesalazina è un farmaco utilizzato in medicina ormai da oltre 100 anni ma la prudenza non è mai troppa: attenetevi alla posologia indicata dal medico e non assumetela oltre il periodo indicato dal vostro specialista.

  • mal di gola L’autunno è arrivato, le temperature si sono abbassate notevolmente e il freddo inizia a farsi sentire. E con la nuova stagione ormai avviata, arrivano anche i primi sintomi da raffreddamento, dovuti ...
  • Mal di gola frequente Il mal di gola è il nome comunemente associato alla faringite, l'infiammazione che interessa il tubo muscolare che permette il passaggio del cibo verso l'esofago e dell'aria verso i polmoni. Il mal di...
  • Compresse L'aspirina è un antinfiammatorio che allevia diversi dolori. L'acido acetilsalicilico contenuto nel medicinale viene utilizzato come analgesico. Se da una parte lenisce il dolore, dall'altra non cura ...
  • addome L’addome è la parte del corpo di una persona o di un animale che segue il torace. L’addome ha delle specifiche funzionalità, quali l’assimilazione degli alimenti, l’escrezione ,la riproduzione, e anco...

Bluefin Nutrition Integratore 5-HTP Purissimo 200mg | Migliora l’Umore e il Sonno| Estratto di semi di Griffonia Puro| Alta Efficacia | Alta Biodisponibilità | Fornitura /6/12 mesi (90 Capsule)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,99€


Dosaggio e sovradosaggio

Mesalazina compresse Se assumiamo mesalazina per via orale, consultiamo il bugiardino incluso nella confezione e non superiamo mai le dosi consigliate. Le capsule sono da 500 milligrammi: per la cura di ulcera, colite e disturbi gastrointestinali è sufficiente una compressa tre volte al giorno, meglio se a stomaco vuoto e con un bicchiere d'acqua. Se invece scegliamo di prendere la mesalazina per via rettale, le supposte si presentano in formati da 500 milligrammi: anche in questo caso basta una supposta tre volte al giorno, meglio se di notte quando il nostro corpo trattiene di più il prodotto. Nei bambini scegliamo la soluzione rettale, in particolare quella da 2 a 4 grammi di mesalazina: è preferibile somministrare il farmaco la mattina al risveglio affinché faccia effetto nell'arco delle ventiquattro ore. La mesalazina è disponibile anche in granuli: ogni bustina di prodotto va sciolta in acqua calda e assunta senza associare alcol, psicofarmaci o sostanze stupefacenti. Per la posologia e i trattamenti di lungo periodo è necessario consultare il proprio specialista di famiglia. Per l'acquisto del farmaco è indispensabile la ricetta del medico.


Mesalazina: Effetti collaterali e interazioni

Mesalazina controindicazioni Come tutti i farmaci antinfiammatori anche la mesalazina può dare vita a effetti collaterali: conseguenze comuni e sgradite di un'assunzione prolungata nel tempo sono il meteorismo, la flatulenza, i crampi allo stomaco e la diarrea. Molto più rari ma possibili come complicanze sono l'esacerbazione della colite e alcune reazioni di ipersensibilità della pelle come la comparsa di dermatiti, rash cutanei, orticarie, nefropatie interstiziali e il lupus eritematoso. Studi scientifici dimostrano che in casi davvero remoti il farmaco ha provocato perdita di capelli e pancreatite acuta. Si consiglia di non prendere mesalazina in nessuna formulazione durante la gravidanza e l'allattamento e di non somministrarla ai bambini senza il parere del pediatra. Infine la mesalazina è controindicata in pazienti che soffrono di patologie intestinali emorragiche come ulcere gastriche e duodenali e diatesi emorragica: esaspera il sanguinamento al livello dell'intestino.



COMMENTI SULL' ARTICOLO