Milza ingrossata

Milza: struttura e funzione

La milza è l'organo deputato alla captazione e alla distruzione dei globuli rossi invecchiati, oltre che ad intervenire direttamente nelle difese immunitarie dell'organismo. Una milza normale pesa circa 200 grammi, è di colore rosso scuro, ha le dimensioni di un pugno ed una consistenza spugnosa. É posizionata nel quadrante superiore sinistro dell'addome, dietro le ultime costole. La milza è ricoperta da una capsula da cui si dipartono sepimenti fibrosi che creano all'interno degli spazi di tessuto linfatico. Tale tessuto è costituito da linfociti, fagociti e globuli rossi. Una delle funzioni principali della milza è quella di controllare la quantità di globuli rossi in circolo, attraverso la distruzione di quelli vecchi o anomali. L'altro importante ruolo della milza consiste nel contribuire a combattere le infezioni producendo anticorpi, fagociti e linfociti che distruggono i microrganismi estranei.
posizione della milza

Reishi Ganoderma Lucidum Vegavero PREZZO OFFERTA DEL GIORNO | 120 capsule - 500 mg | Con >20% di Polisaccaridi bioattivi per capsula! | Antinfiammatorio - Energizzante - Regolatore Sonno | Fungo dalle molteplici proprietá | Vegan | Certificazioni e test a disposizione!

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,9€
(Risparmi 9€)


Cause di milza ingrossata

Posizione della milza nell'organismo La milza ingrossata può essere la conseguenza diretta di diverse malattie, tra cui: infezioni come la malaria, la mononucleosi infettiva, la schistosomiasi, il tifo e la tubercolosi; malattie del sangue come la leucemia e la talassemia; alcune malattie che provocano anemia emolitica come l'anemia falciforme e i tumori della milza. Talvolta, l'ingrossamento della milza è accompagnato da ipersplenismo ed è percepibile alla palpazione come un rigonfiamento del quadrante superiore sinistro dell'addome. La milza ingrossata può essere anche l'esito di tumori della stessa, nella quale possono svilupparsi neoplasie linfatiche chiamate linfomi. Ma anche forti traumi accidentali, come un violento incidente seguito da un forte colpo all'addome possono provocare milza ingrossata. Quanto più aumenta di dimensioni, tanto più la milza è soggetta a lesioni per compressione diretta delle costole, spesso fratturate e quindi potenzialmente taglienti.

  • milza Il dolore alla milza, in genere, viene avvertito come una fitta sorda e continua, localizzata nel lato sinistro, all'altezza del diaframma e subito sotto la cassa toracica. Di norma, compare in presen...
  • dolore addominale La milza, insieme al fegato ed al midollo osseo, è l'organo deputato alla produzione di globuli bianchi, alla maturazione di quelli rossi e alla distruzione di questi se vecchi o difettosi. Non è raro...
  • Fitte milza Le fitte alla milza si definiscono con il termine medico splenalgia e stanno ad indicare dei forti dolori che riguardano l'organo indicato o la zona circostante. La milza è collocata nelle vicinanze d...
  • Male milza La milza è un organo fondamentale per il buon funzionamento del sistema linfatico: esso infatti è in grado di immagazzinare il sangue e smaltire i globuli rossi vecchi e, inoltre, produce gli anticorp...

Anfetamine (Original Mix)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1,29€


Sintomatologia della milza ingrossata

Modello plastico della milza La sintomatologia collegata alla milza ingrossata non è direttamente riferita all'organo se alla base vi è una patologia infettiva, tumorale o di altra origine. In questi casi, infatti, l'ingrossamento della milza è una condizione secondaria ad un problema primario, per cui il paziente presenterà un corredo sintomatologico relativo alla patologia di base. Se invece la milza ingrossata è l'esito di un grave trauma, il soggetto può percepire un dolore acuto in corrispondenza del quadrante superiore sinistro dell'addome, che apparirà rigonfio alla palpazione e spesso anche rigido. La rottura della milza conseguente ad un suo eccessivo ingrossamento può essere anche letale e condurre a morte per emorragia interna. In questi casi si interviene d'urgenza asportando la milza ingrossata o lesionata (splenectomia) perché pur essendo un organo importante, non risulta essenziale; anzi, la sua asportazione costituisce in certi casi la salvezza del paziente.


Milza ingrossata: Trattamento e terapia della milza ingrossata

sezione della milza Il trattamento terapeutico della milza ingrossata è solitamente un trattamento di riflesso in quanto, essendo un sintomo di un'altra patologia, è la cura di quest'ultima che può permettere il ritorno della milza alle dimensioni normali. Si procede dunque attraverso una serie di esami (TAC, esami del sangue completi, ricerca di eventuali parassiti, etc) per individuare la causa primaria della milza ingrossata ed impostare la corretta terapia della malattia in atto. Spesso si tratta di trattamenti antibiotici perché la milza può ingrossarsi anche in seguito ad un superlavoro da infezioni reiterate, ma se il suo aumento è provocato da lesioni tumorali o da alterazioni della struttura e della funzione irreversibili, l'unico trattamento accettabile è la rimozione chirurgica totale. I medici hanno il compito di definire lo stato dell'organo, per stabilire se è ipotizzabile un rientro dell'ingrossamento oppure se vi è una compromissione tale da richiedere la splenectomia.



COMMENTI SULL' ARTICOLO