Labirintite sintomi

Labirintite: che cos'è questa malattia e perché si manifesta

La labirintite, conosciuta anche come neurite vestibolare e come otite interna, è un disturbo di natura infiammatoria che interessa la struttura più interna dell'orecchio detta, appunto, labirinto. Il compito principale del labirinto è quello di assicurare sia il corretto funzionamento dell'udito, sia di regolare l'equilibrio. Nel labirinto è infatti contenuta una speciale sostanza chiamata perilinfa che, in base ai movimenti della testa, è in grado di captare la posizione del corpo nello spazio e di trasmettere questa informazione mediante un impulso al nervo acustico al fine di assicurare il corretto equilibrio. Da quanto appena detto ne consegue che qualsiasi infiammazione a carico di questa struttura può compromettere entrambe le funzioni, dando luogo a perdita o abbassamento dell'udito, perdita dell'equilibrio e presenza di disturbi uditivi come gli acufeni.
Schema orecchio interno

La Aterosclerosis y la enfermedad coronaria: Una breve revisión sobre las bases de la enfermedad coronaria

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,97€


Principali cause e fattori di rischio della labirintite

Infiammazione dell'orecchio interno All'origine della labirintite non esiste una sola causa. In genere, la labirintite può essere innescata dalla presenza di microrganismi patogeni quali batteri o virus. Le labirintiti di origine batterica sono rare e si manifestano prevalentemente in età pediatrica; sono spesso causate dagli stessi batteri responsabili della comune otite che si infiltrano nel circolo sanguigno, raggiungendo in questo modo le strutture interne dell'orecchio causandone l'infiammazione. Molto più frequenti sono le labirintiti di origine virale, innescate dai virus del raffreddore, dell'influenza e dell'Herpes Zoster. Vi sono poi fattori di rischio associati alla malattia: colpi di tosse molto forti, sforzi eccessivi, diabete ed emicrania possono rendere il paziente predisposto all'insorgenza della labirintite.

  • Modello anatomico del labirinto La labirintite è una patologia che interessa l'orecchio e causa intense vertigini e difficoltà di equilibrio. Consiste nell'infiammazione del labirinto, la parte dell'orecchio interno che controlla il...
  • La labirintite Quando si parla di labirintite si intende un'infiammazione dell'orecchio interno, zona che viene definita labirinto. Tale malattia porta ad avere disturbi dell'equilibrio e può colpire una o entrambe ...
  • labirintite e vertigini Sempre più frequentemente si sente parlare della cosiddetta "labirintite". Ma di cosa si tratta esattamente? La labirintite è un'infezione che si manifesta a carico dell'orecchio, specificatamente del...
  • Orecchio interno I sintomi della labirintite variano pesantemente da soggetto a soggetto, anche se chiunque abbia sofferto di questa malattia descrive le vertigini come primo sintomo. Si avvertono infatti severi distu...

Serbatoio,Maglietta senza maniche femminile I neonati sono Caricamento - gemelle bambino annuncio divertente di gravidanza (X-Large Bianco Rosso)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,96€


Labirintite sintomi e manifestazioni cliniche tipiche

Donna che soffre di vertigini Labirintite sintomi: le manifestazioni cliniche sono tante e possono variare in base al soggetto e in base alla gravità della malattia. Il sintomo presente in tutti i casi è il senso di perdita di equilibrio e di vertigini causato dall'infiammazione del sistema vestibolare. Questo sintomo può essere accompagnato da confusione, mal di testa, nausea, mal di stomaco e vomito. Un altro sintomo molto frequente è la comparsa di acufeni, cioè di continui e fastidiosi fischi all'orecchio che la persona malata di labirintite può sentire quasi costantemente. Un'altra manifestazione clinica che molte persone sperimentano è un forte senso di instabilità accompagnato da ansia e attacchi di panico, fino ad arrivare alla depressione. Nei casi più gravi vi può essere abbassamento ed irreversibile perdita dell'udito.


Diagnosi e terapie farmacologiche

Visita controllo orecchio La diagnosi di labirintite viene effettuata in base ai dati clinici. Dopo una visita iniziale da parte dello specialista, il paziente viene sottoposto ad alcuni test per accertare la diagnosi. Gli strumenti diagnostici usati sono la Risonanza Magnetica e la TAC, utili per verificare la presenza di anomalie dell'orecchio interno e delle strutture craniche. Vengono poi effettuati test di colture batteriche per identificare l'eventuale microrganismo patogeno e per somministrare la terapia farmacologica più adatta. Per aiutare il paziente a gestire i labirintite sintomi, quali vertigini, nausea e ansia, lo specialista può affiancare farmaci antiemetici e antidepressivi. Se la diagnosi e le terapie vengono effettuate in tempi brevi, la malattia regredisce nel tempo senza causare danni irreversibili all'udito.




COMMENTI SULL' ARTICOLO