Sintomi ipertiroidismo

Sintomi ipertiroidismo più frequenti

I sintomi ipertiroidismo sono molteplici e saperli riconoscere per tempo aiuterà ad evitare un degenerare della patologia che può portare con sé seri problemi a vari apparati del corpo. Generalmente questa patologia si riscontra in donne in età fertile, anche se può presentarsi a qualsiasi età e può colpire anche uomini. Si ha una condizione di ipertiroidismo quando la ghiandola della tiroide svolge un'azione eccessiva. A questo corrisponde una maggior produzione di ormoni, responsabili dei cambiamenti del metabolismo con conseguente eccessivo dimagrimento. La tiroide svolge un'azione molto importante anche nei confronti dell'apparato nervoso. Infatti soggetti con problemi di ipertiroidismo presentano maggior nervosismo e lamentano di non riuscire a dormire. La mancanza delle giuste ore di riposo nel tempo può degenerare in una vera e propria psicosi.
Ghiandola tiroidea

Promensil Forte - 60 Compresse

Prezzo: in offerta su Amazon a: 51,35€
(Risparmi 14,55€)


Disfunzioni a carico dell'apparato riproduttivo

Esame tiroide I sintomi ipertiroidismo non di rado si presentano associati a disturbi dell'apparato riproduttivo femminile. Soffrire d'ipertiroidismo spesso causa gravi problemi impossibilitando la donna a portare a termine una gravidanza o a riuscire ad instaurare una gravidanza. Molto spesso donne che provano per anni ad avere un figlio e non ci riescono presenta o valori di ormoni tiroidei sballati. Questo può essere direttamente collegato ad una produzione di immunoglobuline, anticorpi che stimolano la tiroide continuando a produrre ormoni. In questi casi un medico specialista in ginecologia provvederà a prescrivere analisi specifiche per verificare i valori della tiroide. Tra questi troviamo l'FT3, l'FT4 ed il TSH. In caso di risultati al di fuori della norma verranno prescritti farmaci che bloccano l'azione stimolante tiroidea, aiutando a far rientrare nella norma questi valori.

  • Posizione della ghiandola tiroide L'ipertiroidismo è un a sindrome provocata da un eccesso di produzione di ormoni, cioè T4 (tiroxina) e T3 (tri-iodotironina), da parte della ghiandola tiroide. Ciò porta ad un notevole aumento del met...
  • Visita medica La sindrome di Basedow non si manifesta in modo univoco; i suoi sintomi sono molteplici, alcuni specifici della malattia, altri no. Agli esordi il morbo di Basedow non è facilmente riconosciuto e capi...
  • Donna libera da inestetismi Fanghi guam tiroide: i fanghi alga guam sono considerati il metodo più efficace per risolvere o attenuare gli inestetismi della cellulite ma lo iodio può causare problemi alla tiroide. Il prodotto el...
  • Meccanismo di regolazione di tsh Tsh è un ormone tireostimolante prodotto dall'ipofisi e che agisce controllando direttamente il funzionamento della tiroide. La sua produzione è posta sotto il controllo dell'ipotalamo, una struttura ...

Carattere e nevrosi. L'enneagramma dei tipi psicologici

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17€
(Risparmi 3€)


Valori di riferimento della tiroide

Anatomia apparato tiroideo I sintomi ipertiroidismo non devono mai essere sottovalutati. Per scoprire se si soffre di questa patologia vengono prescritti esami del sangue volti a controllare l'efficacia di funzionamento della tiroide. I marcatori tiroidei sono l'ormone tireostimolante, la triiodotironina libera e totale e la tiroxina totale. Per rientrare nella norma l'ormone tireostimolante deve essere compreso tra 0.15 e 3.5 MlU per litro, la triiodotironina libera deve essere compresa tra 3 e 8 pmoli per litro, la triiodotironina totale deve essere compresa tra 1,1 e 2,6 nmoli per litro, la tiroxina totale deve essere compresa tra 60 e 150 nn per litro. Oltre ai vari problemi analizzati in precedenza l'ipertiroidismo porta anche danni al sistema cardiovascolare, scatenando episodi di tachicardia ed ipertensione, spesso associata ad ipertrofia del ventricolo sinistro.


Come curare e prevenire la malattia

Ghiandola tiroide I sintomi ipertiroidismo più frequenti si manifestano a carico di diversi apparati. È possibile notare uno strano ed insolito rigonfiamento alla base del collo che crea problemi anche a deglutire. Questa patologia può anche presentarsi con frequenti episodi di sudorazione eccessiva ed improvvisa senza un'apparente motivazione o con un ritmo cardiaco accelerato. In questi casi vi verranno prescritti vari esami da effettuare per stabilire se a scatenare questi eventi è l'ipertiroidismo. La terapia per trattare questa patologia varia in base al fattore scatenante che ha provocato questa disfunzione. Generalmente basta somministrare farmaci tireostatici che bloccano la continua stimolazione della tiroide, riuscendo così a far rientrare i valori nella norma. In casi più gravi è possibile ricorrere ad una terapia a base di iodio marcato, in grado di selezionare ed eliminare le cellule tiroidee che svolgono un'azione anomala. Solo in casi in cui i valori nonostante tutti i rimedi provati non ritornano nella norma si rende necessario un intervento chirurgico per asportare totalmente o parzialmente la ghiandola.




COMMENTI SULL' ARTICOLO