Morbo di Basedow

Come di manifesta la sindrome di Basedow

La sindrome di Basedow non si manifesta in modo univoco; i suoi sintomi sono molteplici, alcuni specifici della malattia, altri no. Agli esordi il morbo di Basedow non è facilmente riconosciuto e capita non di rado che venga scambiato per altre malattie. I primi a manifestarsi sono i sintomi di natura psichica; il soggetto colpito dalla sindrome accusa attacchi di ansia e panico, depressione, irritabilità, nervosismo, difficoltà nel prendere sonno, stanchezza generale, emotività esasperata. A questi seguono sintomi più specifici e legati alla compromissione dell'attività tiroidea: aritmia, tachicardia, sudorazione esagerata, alterazione del ciclo mestruale, rossore del collo e del volto, diarrea, intolleranza verso il caldo, tremori a carico delle mani, debolezza, perdita di peso, aumento delle dimensioni della tiroide.La manifestazione più evidente della malattia è un ingrossamento esasperato dei bulbi oculari accompagnato da fastidi agli occhi come la congiuntivite, la fotofobia, l'eccessiva lacrimazione.
Visita medica

Die Basedow'sche Krankheit (Goître Exophthalmique, Graves' Disease, Morbo di Flajani). Eine Monographie von der Berliner Hufeland-Gesellschaft Preisgekrönte Arbeit

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,55€


Le cause e la diagnosi della sindrome di Basedow

Esame della tiroide Le cause del morbo di Basedow non sono state ancora del tutto identificate.Due sono le importanti conclusioni a cui sono giunti anni di studi e ricerche applicate: si tratta di una malattia autoimmune e certamente ha una base genetico/ereditaria. Campioni di siero dei pazienti colpiti dal morbo hanno rivelato la presenza di anticorpi anomali che fungono da stimolo per la sintesi ormonale da parte della tiroide, oltre che determinarne un evidente aumento delle dimensioni(gozzo). Diagnosticare il morbo nella sua fase acuta non è difficile per uno specialista endocrinologo; è sufficiente osservare il paziente e visitarlo. Mentre la conferma definitiva della malattia giunge con i risultati dell'esame del sangue che dovrà determinare il dosaggio degli ormoni tiroidei (fT3 e fT4), del TSH, degli anticorpi anti-tiroide ed anti-recettore del THS.Può essere utile anche effettuare un eco-doppler della tiroide.

  • Ghiandola tiroidea I sintomi ipertiroidismo sono molteplici e saperli riconoscere per tempo aiuterà ad evitare un degenerare della patologia che può portare con sé seri problemi a vari apparati del corpo. Generalmente q...
  • Donna libera da inestetismi Fanghi guam tiroide: i fanghi alga guam sono considerati il metodo più efficace per risolvere o attenuare gli inestetismi della cellulite ma lo iodio può causare problemi alla tiroide. Il prodotto el...
  • Meccanismo di regolazione di tsh Tsh è un ormone tireostimolante prodotto dall'ipofisi e che agisce controllando direttamente il funzionamento della tiroide. La sua produzione è posta sotto il controllo dell'ipotalamo, una struttura ...
  • alimentazione In Italia aumentano ogni giorno persone aventi problemi di alimentazione. Il problema principale non è strettamente collegato solo ad un'alimentazione sbagliata e ipercalorica che provoca inevitabilme...

DOGGIE-DOGGIE Ciotola per Cane, Alimentatore Lento Designo per Impedire il Cane da Soffocamento Alimentare, Dieta Sana per i Cani (18cm, Green)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,29€
(Risparmi 12,46€)


La cura farmacologica degli effetti primari

La cura farmacologica Il morbo di Basedow può essere curato mediante farmaci o chirurgicamente; dipende dal grado di avanzamento della malattia e dal conseguente livello di compromissione del soggetto colpito.L'intervento chirurgico rappresenta l'estrema ratio e consiste nell'asportazione della tiroide.In tutti gli altri casi, il primo obiettivo della terapia farmacologica è quello di stabilizzare l'attività tiroidea.Per questo, ovviamente a seguito di prescrizione medica, si può assumere iodio radioattivo 131 per via orale.La terapia è lunga; può durare diversi mesi e non è raro che si verifichino effetti collaterali soprattutto a carico degli occhi.Nel caso in cui si accusino fastidi a questi apparati è bene rivolgersi immediatamente al medico curante.Alternativamente, si possono assumere compresse di metimazolo o tiamazolo; la confezione contiene pastiglie da 5 mg e generalmente la cura consiste in una assunzione ripartita in 3 momenti: mattina, pomeriggio e sera.Questo farmaco non può essere preso dalle donne in stato interessante.In gravidanza, si può ricorrere al propiltiouracile che, spesso, è impiegato all'inizio o al termine della terapia con iodio radioattivo.


Morbo di Basedow: La cura degli effetti secondari

Curare morbo Gli effetti secondari del morbo di Basedow sono molteplici: alopecia, eruzioni cutanee, dolori articolari, stanchezza, mancanza di appetito, insufficienza epatica, irritabilità, disturbi a carico del sistema cardio-vascolare, depressione solo per citarne alcuni. Un principio attivo ampiamente impiegato per combattere molti di questi sintomi è il carbonato di litio, la cui posologia può andare da 900 mg a 1800 mg al giorno, secondo prescrizione medica. Per tutti quei disturbi legati al sistema cardio-vascolare e per contrastare gli attacchi di ansia e panico, si può fare uso di propanololo, disponibile in pastiglie da 40 mg o da 80 mg. Fondamentale per una corretta e vincente lotta contro la malattia è modificare lo stile di vita, rinunciando al fumo, al tè, al caffè ed a tutte le bevande contenenti sia caffeina sia alcool.Bisogna altresì allontanare situazioni stressanti e fonte di nervosismo ed ansia, evitare fatiche fisiche e ridurre la quantità di iodio assunto.



COMMENTI SULL' ARTICOLO