Dolori addominali e diarrea

dolori addominali e diarrea: cause

Problemi quali pancia gonfia, dolori addominali, diarrea e stitichezza sono problemi intestinali sempre più diffusi tra la popolazione italiana e determinano forte stress e disagio sociale nella vita quotidiana. Alcuni sintomi come spasmi improvvisi, crampi, nausea, stitichezza o diarrea persistenti sono spesso associati alla sindrome del colon irritabile o, come è nota nel mondo anglosassone, Irritable Bowel Syndrome (IBS). Si ritiene che diversi siano i fattori scatenanti della sindrome del colon irritabile e, quindi, di fastidiosi dolori addominali e diarrea. In particolare, l’intestino risente facilmente di ogni piccolo squilibrio del sistema immunitario e nervoso. Pertanto, cattive abitudini come un’alimentazione squilibrata e frettolosa, ricca di cibi grassi e raffinati; vita quotidiana sedentaria senza una regolare attività fisica; ansia e stress possono indebolire il sistema immunitario e gravare sull’intestino.
Dolori addominali

NutriZing Probiotici Supplemento ~ Lactobacillus acidophilus Inoltre ~ 120 capsule ad alta resistenza 10 miliardi di probiotici CFU ~ amichevole e batteri buoni attivi ~ Sistema immunitario Booster ~ funziona meglio per IBS, crampi, gonfiore sollievo, diarrea, costipazione, addominali Dolori ~ 100% vegetariano ~ trattamento efficace contro il tordo, infezioni da lieviti, raffreddore comune, reflusso acido ~ Aiuto enzimi digestivi ~ Migliorare Gut, Colon Cleanse ~ uomini e donne ~ Probiotics

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,25€
(Risparmi 15,01€)


Dolori addominali e diarrea: alimentazione

Carboidrati a catena corta La prima regola per tenere sotto controllo dolori addominali e diarrea è adottare una dieta equilibrata, varia e sana con un adeguato apporto di fibre, povera di grassi e ricca di verdura. Anche la frequenza dei pasti è un aspetto da curare. Occorre assume i pasti principali ad orari regolari, senza eccedere nella quantità, e non più di due o tre spuntini al giorno. Recenti studi hanno rilevato che una dieta personalizzata, con un apporto ridotto di alimenti ad alta capacità fermentativa, può costituire un importante rimedio per diminuire le tensione addominali e gas intestinali. Si ritiene, infatti, che alcuni carboidrati, quelli a catena corta, siano responsabili dei fastidiosi gonfiori addominali. Gli alimenti da assumere con moderazione in quanto ricchi dei carboidrati a catena corta sono il fruttosio (contenuto in tutti i frutti), il lattosio (di cui sono ricchi i latticini) e i polioli, di cui sono un esempio sostanza dolcificanti come sorbitolo, mannitolo, xilitolo, maltitolo.

  • addome L’addome è la parte del corpo di una persona o di un animale che segue il torace. L’addome ha delle specifiche funzionalità, quali l’assimilazione degli alimenti, l’escrezione ,la riproduzione, e anco...
  • dolore addominale La milza, insieme al fegato ed al midollo osseo, è l'organo deputato alla produzione di globuli bianchi, alla maturazione di quelli rossi e alla distruzione di questi se vecchi o difettosi. Non è raro...
  • Localizzazione dolore Per colite, si intende un'infiammazione del colon (secondo tratto dell'intestino crasso) che si manifesta con dolore dolore nella parte bassa della pancia. Il colon è un organo che copre la seconda pa...
  • Zona interessata dalla colite da stress La colite da stress, anche detta sindrome del colon irritabile, è un disturbo intestinale che si presenta con sintomi molto variabili in base ai soggetti. Essa parte da una forte componente psicosoma...

Kevin Cintura addominale per il rilievo del riscaldamento e la cura del corpo Tappeto addominale 115 * 26cm per il dolore di soccorso rapido Pacco caldo Stomaco caldo per il sollievo dal dolore rapido

Prezzo: in offerta su Amazon a: 48,52€


Cibi consigliati

Verdure crude Sebbene ogni modifica sostanziale al regime alimentare debba essere sottoposta alla valutazione scrupolosa del proprio medico di base, alcuni piccoli accorgimenti per una dieta adatta a prevenire dolori addominali e diarrea sono alla portata di tutti. Evitare zuccheri raffinati e prediligere dolcificanti come lo sciroppo d’acero, di betulla o di agave è un primo rimedio. Quando si è costretti a mangiare fuori casa, occorre essere selettivi nella scelta dei condimenti e possibilmente ordinare salse e condimenti a parte. Anche i cibi fritti e molto speziati sono spesso irritanti per le mucose intestinali e quindi sconsigliati. Occorre evitare porzioni abbondanti e piuttosto prediligere piccoli pasti ad orari regolari e frequenti. Spesso si ritiene che le verdure possano accentuare il processo fermentativo ed indurre dolori addominali persistenti. Tuttavia, è possibile consumare verdure crude o cotte a piacere, avendo cura di evitare cavoli, broccoli, cavolfiori, carciofi.


Attività fisica

Yoga Asana Altri fattori entrano in gioco quali cause scatenati dei dolori addominali e diarrea. Ansia e stress subiti quotidianamente procurano piccoli e grandi squilibri al sistema nervoso ed in ultima analisi alle mucose intestinali. Queste manifestazioni possono facilmente tradursi in un abbassamento dei livelli di difese immunitarie con conseguenze quali gonfiore, tensione addominale, spasmi improvvisi e persistenti. Una vita quotidiana in cui sia possibile concedersi momenti piacevoli all’interno della giornata, piccole distrazioni, lunghe passeggiate all’aria aperta e che consenta di prendersi cura di Se può prevenire la formazione dei diversi disturbi riconducibili alla sindrome del colon irritabile. Praticare discipline quali lo Hatha Yoga o Tai Chi Chuan che conciliano armonia dei movimenti, posture idonee e fluidità del respiro sono indicate per distendere le tensioni nervose e prevenire dolori addominali.




COMMENTI SULL' ARTICOLO