Emorroidi di secondo grado

Cosa sono le emorroidi di secondo grado

Le emorroidi di secondo grado sono provocate dalla dilatazione delle vene situate nel rivestimento mucoso cutaneo dell'ano a forma di cuscinetto che hanno lo stesso nome della malattie. Questi cuscinetti molto vascolarizzati hanno la funzione di contenere i gas, i liquidi e i solidi, favorendo proprio grazie alla loro consistenza elastica i processi di evacuazione. Le emorroidi di secondo grado si verificano a seguito di un’infiammazione e dell’ingrossamento delle pareti, che possono rimanere all’interno dell’ano oppure fuoriuscire e poi rientrare nella loro sede. La malattia emorroidale viene classificata in quattro stati diversi, i quali indicano la gravità variabile del problema. Il quarto stadio è quello più pericolosi, doloroso e capace di provocare complicazioni, mentre il primo stadio può anche risultare asintomatico proprio perché caratterizzato da un’infiammazione in forma leggera. Le emorroidi di secondo grado sono quelle più diffuse e comuni.
Gravidanza e comparsa delle emorroidi

Diosmin Expert - Omniven Gambe - Crema Gel Rinfrescante per gambe pesanti che stimola la Circolazione con Diosmina, Escina, Rusco, Vite Rossa e Ippocastano - EFFETTO FREDDO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,9€


Quali sono le possibili cause delle emorroidi

Alimenti per prevenire emorroidi Le emorroidi di secondo grado possono interessare in maniera molto frequente e diffusa le donne in gravidanza oppure che hanno appena partorito. Inoltre alcuni individui presentano una debolezza congenita delle vene dell'ano e dei cuscinetti vascolarizzati che li predispone maggiormente allo sviluppo di emorroidi di secondo grado. Infatti questo disturbo può essere provocato dall’aumento di pressione sulle vene anali e in particolare su quelle presenti in gran numero nei cuscinetti emorroidali. Questa situazione può anche essere legata agli sforzi che il soggetto compie per poter espellere le feci dure. Di conseguenza un'alimentazione scorretta oppure nella quale sono eccessivamente presenti alimenti molto raffinati, ma non fibre alimentari in quantità sufficiente, può provocare problemi nella produzione di feci normali e quindi favorire la comparsa delle emorroidi.

  • emorroidi Le emorroidi sono delle protuberanze meglio definite come cuscinetti di tessuto vascolare che si trovano a livello dell’ano e che giocano un ruolo importante nel mantenimento del tessuto fecale. Le em...
  • Dolore tipico delle emorroidi Quando si parla di emorroidi si fa riferimento a delle componenti vascolari che normalmente sono presenti a livello dell'ano. Queste hanno funzione importantissima nel mantenere la continenza delle fe...
  • dolore emorroidi La gente va spesso in confusione quando sente parlare di "emorroidi". Queste ultime non sono altro che delle vene naturali localizzate nel canale dell'ano, aventi lo scopo di regolare il processo mecc...
  • Dieta contro emorroidi Le emorroidi sono un fenomeno piuttosto frequente che determina la congestione delle vene nel retto e nell'ano. Possono essere di tipo esterno quando colpiscono le vene del plesso superiore, e di tipo...

bonmedico Comfort Cushion, Cuscino da Seduta Ergonomico, Cuscino da Sedia Comodo in Memory Foam Innovativa, Cuscino per Seduta Universale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,9€


Quali sono i sintomi e la procedura di diagnosi

Donna incinta con emorroidi Le emorroidi di secondo grado sono la forma più diffusa di questa malattia, tanto da interessare circa il 20% della popolazione mondiale. I sintomi possono essere molto diversi tra loro, tuttavia nella maggior parte dei casi si riscontra un senso di fastidio crescente, o addirittura dolore, durante la defecazione. Spesso le emorroidi di secondo grado causano una sensazione di prurito intorno allo sbocco dell'ano e perdite mucose nella zona dei cuscinetti. In genere le complicanze sono legate alla forma più grave della malattia, cioè il quarto grado. Rispetto alla forma di primo livello, le emorroidi di secondo grado presentano sintomi più pronunciati e quindi è possibile il prolasso e il sanguinamento durante l’evacuazione, che smettono in modo spontaneo. Inoltre spesso il disturbo è accompagnato da fenomeni di stipsi. La diagnosi avviene in genere con un esame del retto usando una sonda ottica.


Emorroidi di secondo grado: Come si curano

Emorroidi cura Esistono tanti modi diversi per trattare la malattia emorroidale, diversi a seconda della gravità dei sintomi e della forma. I casi di emorroidi di secondo grado che presentano i sintomi più lievi possono essere controllati seguendo una dieta ricca di fibre (in particolare frutta e verdura), bevendo molta acqua naturale a piccoli sorsi e a temperatura ambiente e adottando regolari abitudini intestinali per favorire il processo di defecazione. Inoltre si devono evitare bevande eccitanti e irritanti (bevande energetiche, caffè, tè e bevande con un alto contenuto di zuccheri) e alimenti pesanti ricchi di grassi oppure fritti. Il gonfiore dei cuscinetti vascolarizzati e il dolore che interessa questa sede si possono alleviare con anestetici locali e creme a base di corticosteroidi. Al tempo stesso è possibile impiegare rimedi naturali topici a base di calendula e ippocastano. Infine le emorroidi interne possono essere eliminate attraverso una proctoscopia ambulatoriale.



COMMENTI SULL' ARTICOLO